Speciali

Farmaci: tutto quello che devi sapere

Come e quando si assumono i farmaci?

I farmaci devono essere assunti regolarmente per assicurarsi di avere una quantità efficace di sostanza attiva nel corpo in ogni momento. Infatti, per essere efficaci, molti farmaci devono raggiungere un certo livello nel sangue. Assumere una dose troppo presto potrebbe portare a livelli di farmaco troppo alti. Dimenticare di assumere una dose o aspettare troppo a lungo tra due dosi, potrebbe ridurre la quantità di farmaco nel corpo e impedirgli di funzionare correttamente. Quindi, se devi prendere un medicinale a intervalli regolari cerca di suddividere i tempi di dosaggio nel modo più uniforme possibile: ad esempio, ogni 12 ore per un farmaco che deve essere preso due volte al giorno oppure ogni 8 ore per un farmaco che deve essere assunto tre volte al giorno. Prepara un programma che si adatti alla tua routine quotidiana e prova a prendere i farmaci entro un’ora da ciascun orario programmato.

Cosa faccio se dimentico una dose?

Se occasionalmente dimentichi una dose, probabilmente è meno preoccupante rispetto alle dosi non assunte frequentemente o all'assunzione di dosi errate. Se dimentichi una dose provvedi al più presto, a meno che non sia prossima l'assunzione della dose successiva. Non raddoppiare la dose successiva perché ciò potrebbe causare effetti collaterali.

Ecco cosa fare per semplificare l'assunzione:

  • per non dimenticare di assumere il farmaco, abituati ad assumerlo sempre alla stessa ora;
  • assumi i farmaci a intervalli regolari durante il giorno;
  • assumi tutte le dosi prescritte ogni giorno;
  • se dimentichi una dose provvedi al più presto, a meno che non sia prossima l'assunzione della dose successiva.

Posso assumere un farmaco insieme ad alimenti, bevande, integratori o altri farmaci?

Ciascun medicinale ha una propria composizione chimica che fa sì che esso possa interagire con altre sostanze. Le sostanze a cui ci riferiamo possono essere non solo altri farmaci, ma anche integratori che erroneamente consideriamo naturali e quindi “innocui”, alimenti o bevande. Basta leggere la voce “Interazioni” sul foglietto illustrativo per scoprirle. Fai attenzione, ad esempio:

  • all’alcool con il paracetamolo, l’acido acetilsalicilico (quello dell’aspirina) o gli antinfiammatori (come l’ibuprofene);
  • al succo di pompelmo con la ciclosporina, alcune benzodiazepine o farmaci calcio-antagonisti, antistaminici e per l’ipertensione;
  • alle fibre con le statine.