Consigli

Mutuo chirografario: cosa è e come funziona

22 gennaio 2021
mutuo chirografario

Il mutuo chirografario è un particolare tipo di mutuo senza ipoteca basato su un documento firmato dall'intestatario del contratto di mutuo che si obbliga nei confronti del creditore, con la propria firma, a ripagare il debito.  Non è garantito da ipoteca, ma la banca può chiedere altre garanzie. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Caratteristiche del mutuo chirografario

Il mutuo chirografario è un finanziamento non garantito da ipoteca ma da altre forme di garanzie. Il patrimonio personale di chi chiede il prestito, ad esempio, potrebbe essere usato come garanzia così come il deposito titoli del soggetto, oppure una grossa somma di denaro depositata su un conto corrente o una fideiussione, quindi la firma di un garante, una terza persona che garantisce in solido il rimborso del finanziamento. Per maggiori indicazioni sulle garanzie di un mutuo guarda qui.

Requisiti e altre caratteristiche

Questo tipo di finanziamento può essere richiesto sia da persone fisiche che da aziende: in questo caso il mutuo chirografario viene acceso con lo scopo di utilizzare il denaro per l’acquisto di beni o servizi utili all’impresa Il mutuo chirografario per i privati, invece, non ha un particolare scopo: la somma richiesta può essere utilizzata come si crede. In entrambi i casi, come detto, non è prevista alcuna ipoteca.

Piano di ammortamento e interessi

Il rimborso del mutuo chirografario avviene secondo un piano di ammortamento (come per un mutuo ipotecario. I tassi di interesse e le spese applicate sono però più alte di quelle di un mutuo ipotecario perché si tratta di un finanziamento più rischioso per la banca non avendo un’ipoteca sulla casa. Inoltre, può essere concesso oltre che da una banca anche da una finanziaria sotto forma di prestito.  

Differenze mutuo chirografario e prestito personale

Ma quali sono le differenze di questo particolare tipo di mutuo rispetto ad un prestito personale? Il prestito personale è un prodotto di credito al consumo: viene concesso un finanziamento a un soggetto privato che lo richiede, per acquistare un bene o un servizio di consumo. Il mutuo chirografario ha capitali finanziati più alti, sopra i 75.000 euro, e durate più lunghe.

Quando conviene il mutuo chirografario

I vantaggi di un mutuo chirografario stanno nella possibilità di fare tutto con una scrittura privata senza necessità di un atto dal notaio. Inoltre, non ci sono i costi di perizia della casa perché il finanziamento non è garantito da ipoteca e può essere usato per qualsiasi finalità: conviene quindi quando si ha intenzione di ottenere liquidità come alternativa al tradizionale mutuo di liquidità.

D’altra parte, si tratta di un finanziamento non così facilmente ottenibile dalla banca che concede prestiti di questo tipo solo a persone che abbiano un adeguato patrimonio personale.

Conclusioni

Ora che conosci vantaggi e svantaggi di un mutuo chirografario, sei pronto per scegliere il mutuo che fa per te:

CONFRONTA E SCEGLI IL MUTUO CHE FA PER TE