Consigli

Mutuo fondiario o mutuo ipotecario: qual è la differenza?

22 gennaio 2021
mutuo fondiario o ipotecario

Mutuo fondiario o mutuo ipotecario. La differenza potrebbe sembrare solo semantica ma in realtà incide anche sulle caratteristiche del prodotto e quindi sui costi che dovrà sopportare il richiedente il mutuo. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Un mutuo fondiario è di certo un mutuo ipotecario, ma non è sempre vero il contrario. Tutte e due i prodotti si trovano nel nostro servizio online

Ma vediamo, nel dettaglio, quali sono le differenze

Come funziona il mutuo fondiario

Il mutuo fondiario> è un mutuo garantito da ipoteca che serve ad acquistare, costruire o ristrutturare la cosiddetta prima casa, cioè la casa in cui si è già stabilita o si andrà a stabilire la propria residenza (quindi l’abitazione principale).

Come funziona il mutuo ipotecario

Nel caso del mutuo ipotecario, ci troviamo di fronte ad un mutuo garantito da ipoteca che può essere destinato anche a comprare una seconda casa e ad avere un’ipoteca di secondo grado; inoltre sono mutui ipotecari anche i mutui di liquidità e i mutui di consolidamento.

Vantaggi e differenze

Ci sono, naturalmente, alcune differenze tra mutuo fondiario e mutuo ipotecario. Ma quali sono? E quali sono i vantaggi dell’uno rispetto all’altro?

Il mutuo fondiario ha il vantaggio di avere queste caratteristiche:

  • Imposta sul mutuo pari allo 0,25% del capitale finanziato (mentre diventa del 2% per mutui ipotecari per acquisto o ristrutturazione della seconda casa).
  • Durate più lunghe (possono arrivare per i mutuatari più giovani fino ai 40 anni)
  • Il capitale erogabile non può superare l’80% del valore di perizia della casa (LTV 80%)
  • Le tasse ipotecarie e catastali e quindi le spese notarili sono più basse
  • I tassi di interesse applicati sono in genere più bassi rispetto ad altre tipologie di mutui.
  • L’ipoteca deve per forza essere di primo grado
  • Gli interessi e gli oneri accessori possono essere detratti dalla dichiarazione dei redditi (vedi news)
  • Nel caso di mutuo ipotecario invece, non c’è diritto alla detrazione degli interessi passivi e degli oneri accessori. I costi potrebbero quindi essere più alti rispetto ad un mutuo fondiario:

  • Interessi più alti
  • Imposta del 2% sul capitale per mutuo destinato all’acquisto della seconda casa
  • Le tasse ipotecarie, catastali e le spese notarili sono più alte.

Sia il mutuo fondiario che il mutuo ipotecario possono essere trasferiti gratuitamente ad altre banche in cerca di condizioni migliori usando la surroga.

Fondiario vs Ipotecario: quale conviene?

La risposta sta nella finalità per cui si chiede il mutuo:

  • Se stiamo chiedendo il mutuo per acquistare o ristrutturare l’abitazione principale, faremo un mutuo fondiario con tutti i vantaggi economici che abbiamo descritto sopra.
  • Il mutuo ipotecario invece, se non è fondiario, è di certo più caro e serve a coprire altre esigenze: acquistare o ristrutturare la seconda casa, fare un consolidamento di prestiti in essere oppure ottenere liquidità.

In conclusione, mutuo fondiario ed ipotecario non si devono mettere in confronto: nel nostro servizio di comparazione online basterà scegliere la finalità per cui si sta chiedendo il mutuo per essere indirizzati verso il prodotto migliore.

CONFRONTA E SCEGLI IL MUTUO CHE FA PER TE