ultimo aggiornamento: 10/08/2019

modifiche contrattuali WIND giugno 2019

A beneficio della community vorrei segnalare il seguente caso:

nel corso del mese di giugno WIND pubblica sul proprio sito avvisi di modifica delle condizioni contrattuali relative ai servizi di telefonia mobile.

Tali modifiche prevedono che in caso di credito insufficiente il traffico incluso nell'offerta non sia bloccato ma rimanga disponibile per 2 giorni solari. Tale disponibilità prevede un aggravio del costo mensile pari a 0,99 € e viene applicato automaticamente per sempre a partire dal primo rinnovo successivo al 16 giugno 2019.

In alternativa l'utente può mantenere offerta a costi e contenuti precedenti con la sola differenza che una volta terminati i GIGA inclusi e fino al successivo rinnovo, per ogni giorno di utilizzo avrà a disposizione 1 GIGA al giorno al costo di 0,99 euro.  

La volontà del cliente di mantenere l'offerta precedente deve essere espressa inviando un SMS con testo G1 al numero 4033. 

Purtroppo molti avvisi pubblicati da WIND contengono erroneamente il numero telefonico 40400 in luogo del 4033.

L'utilizzo da parte dell'utente inconsapevole del numero telefonico errato ha provocato l'indebita disattivazione dell'offerta con traffico telefonico e dati inclusi e il conseguente addebito a consumo di telefonate e connessioni dati.

Un errore di tale portata richiederebbe un atteggiamento maggiormente proattivo da parte di WIND (riattivazione automatica delle offerte in essere con rimborso delle cifre indebitamente addebitate ? pubblicazione di specifici avvisi sul sito ? avvisi personalizzati a tutti gli utenti che nel periodo considerato hanno inviato SMS al 40400 ? ecc.).

Nulla di tutto ciò accade e come sempre l'iniziativa è lasciata al cliente.

Nel mio caso per ottenere un parziale rimborso (solo gli addebiti per connessioni dati e non quelli per le telefonate che WIND arbitrariamente si abbuona) ho dovuto contattare due volte il 155. Nel primo caso l'operatrice, che forse non aveva ancora ricevuto adeguate istruzioni, mi ha detto che avevo disattivato l'offerta. Di fronte alle mie proteste ha quindi provveduto a riattivarmela senza offrirmi alcun rimborso.

Alcuni giorni dopo, avendo realizzato che non avrei mai potuto disattivare involontariamente la mia offerta, ho richiamato il Call Center che, evidentemente nel frattempo era stato opportunamente istruito, e di fronte alle mie proteste ha ammesso l'errore di WIND e mi ha rimborsato gli addebiti per connessioni dati lasciando comunque a mio carico il costo delle telefonate.

La giustificazione ufficiale ? Errore umano, impossibile agire d'iniziativa percè WIND non era in grado di distinguere tra richieste di disattivazione reali e richieste indotte dall'errore!

Posso sbagliarmi ma ritengo che sia una bugia. Le richieste di disattivazione reali contengono un testo diverso da quello indicato nell'avviso e quindi sono riconoscibilissime.

Non c'è limite al peggio. Di scuse ufficiali neanche l'ombra, e il lucro sulle telefonate indebitamente addebitate è un diritto di Signoria, con pochi centesimi a testa rendiamo più ricca WIND che ci renderà il favore con nuovi servizi (a pagamento) ! Complimenti a WIND per l'ipocrisia e la faccia tosta che purtroppo è sempre quella che devono metterci i dipendenti e gli operatori dei call center !

Saluti a tutti

 

User name

Commenta il post

Risposte

Nessun utente ha ancora risposto