ultimo aggiornamento: 27/01/2022

Modifica unilaterale contratto - Corecom Lombardia

Corecom Lombardia Definizione GU14/326982/2020

Avevo un contratto telefonico con la clausola “per sempre”. Tiscali lo cambia con una modifica unilaterale. Ad aprile 2020 porto la questione davanti al giudizio del Corecom Lombardia. Con Definizione GU14/326982/2020 (pubblicata 12/2021) il ricorso è stato rigettato per il seguente motivo:

...per orientamento consolidato dell’Autorità gli operatori hanno facoltà di modificare unilateralmente le condizioni contrattuali sotto ogni profilo. La legge gli attribuisce lo ius variandi”

Nelle considerazioni avevo specificato di non mettere in discussione l’art.70 ma che lo stesso non poteva essere applicato nel caso in questione infatti:

L’AGCM – PS8591 provvedimento 24795 sottolinea che la formula “per sempre” rende inapplicabile l’art. 70 del codice delle comunicazioni elettroniche. Perchè in questo caso lo si rende invece applicabile?

Inoltre non è stata fornita risposta ad altri rilievi avanzati:

1 – Il contratto telefonico sottoscritto consta di due parti: un formulario standard e una clausola contrattuale specifica “per sempre”. L’articolo 1342 (contratto concluso mediante moduli o formulari) recita che le clausole specifiche sono predominanti su quelle standard. (che si richiamano all’art.70)

2 – L’art. 1372 (Efficacia del contratto) recita “Il contratto ha forza di legge fra le parti”

3 – Gli art. 1366 – 1368 – 1370 sottolineano che i contratti vanno interpretati secondo la buona fede e in caso di dubbio vanno interpretati a favore del cliente.

Alla luce delle interpretazioni succitate ed alle più dettagliate argomentazioni espresse nella domanda, sono rimasto piuttosto deluso dalla Definizione del Corecom, più che un analisi di ampio respiro mi sembra un aggrapparsi ad un unico articolo interpretandolo secondo necessità.

Con questa interpretazione che senso ha sottoscrivere un contratto se la controparte può, in qualsiasi momento, in barba a quanto ha sottoscritto, variare corrispettivi e durata, mandando una semplice modifica unilaterale di contratto? Che senso ha scrivere su di un contratto che durerà un anno, due anni o “per sempre” se poi lo si può variare quando si vuole?

Perché le leggi (o le interpretazioni delle stesse) devono sempre favorire chi è gia forte contrattualmente e non la parte più debole?

E se per caso dovesse essere giusta la mia interpretazione della normativa non posso fare più nulla perché un eventuale ricorso presso il Tar del Lazio o altro percorso avrebbe costi proibitivi.

Bah che dire, mi sento preso in giro, ed alla grande.

 

 

User name

Commenta il post

Condividi la tua opinione o fai la tua domanda nel gruppo Contratti della comunità Internet e telefono!

1 Risposte

Ordina per :

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

27/01/2022

dico che è assurdo !!! mi sta succedendo una cosa molto simile...mi comunicano un incremento del 25% però mi lasciano la liberta di cambiare operatore ! comunicato oggi 27/01/2022 devo decidere entro il 31 diversamente dal 1/2/22 l'incremento avviene automaticamente e il vincolo è per altri 24 mesi. Il cambio eventuale a causa dell'incremento, devo farlo esclusivamente con la loro assistenza telefonica, con il servizio tutela consumatori mi proporranno altre compagnie telefoniche alternative, SOLO COSI NON MI FARANNO PAGARE PENALE PER RISOLUZIONE ANTICIPATA DA LORO PROPOSTA, se al contrario decido di lasciare TIM e cercare per conto mio un'alternativa DEVO PAGARE LA PENALE .....