Consigli

Guida alla scelta del tostapane

24 gennaio 2014
tostapane

24 gennaio 2014

I tostapane non sono tutti uguali: ci sono quelli verticali e quelli orizzontali, possono variare per dimensioni, accessori e funzioni, ma suprattutto per prezzo. Tutto dipende da quanto lo usi e da che cosa cucini più spesso. Ecco alcuni consigli per segliere il tostapane più adatto alle tue esigenze.

Orizzontale o verticale?

Esistono due grandi famiglie di tostapane: al classico con le pinze si è affiancato quello orizzontale a piastra. Con quelli orizzontali è più facile fare il tradizionale toast prosciutto e formaggio, perché se lo si cucina troppo non si rischia di trovare tutto il formaggio sul fondo del tostapane, mentre con quello verticale è più facile scaldare le fette di pane in egual modo su entrambi i lati, pronte per spalmarci sopra marmellate e burro.

Alcuni hanno solo un timer  per il tempo di cottura, altri invece hanno anche i pulsanti per lo scongelamento o per spegnere le resistenze.

Quelli orizzontali mostrano una varietà di modelli non minore rispetto a quelli verticali; ci sono quelli con le piastre lisce, quelli con le piastre rigate che dividono il toast, quelli con le piastre ancorate alla base e quelli con le piastre che si possono togliere.


Un esempio di tostapane verticale
Un esempio di tostapane verticale
Un esempio di tostapane orizzontale
Un esempio di tostapane orizzontale