Consigli

Guida alla scelta del tostapane

24 gennaio 2014
tostapane

24 gennaio 2014

I tostapane non sono tutti uguali: ci sono quelli verticali e quelli orizzontali, possono variare per dimensioni, accessori e funzioni, ma suprattutto per prezzo. Tutto dipende da quanto lo usi e da che cosa cucini più spesso. Ecco alcuni consigli per segliere il tostapane più adatto alle tue esigenze.

Orizzontale o verticale?

Esistono due grandi famiglie di tostapane: al classico con le pinze si è affiancato quello orizzontale a piastra. Con quelli orizzontali è più facile fare il tradizionale toast prosciutto e formaggio, perché se lo si cucina troppo non si rischia di trovare tutto il formaggio sul fondo del tostapane, mentre con quello verticale è più facile scaldare le fette di pane in egual modo su entrambi i lati, pronte per spalmarci sopra marmellate e burro.

Alcuni hanno solo un timer  per il tempo di cottura, altri invece hanno anche i pulsanti per lo scongelamento o per spegnere le resistenze.

Quelli orizzontali mostrano una varietà di modelli non minore rispetto a quelli verticali; ci sono quelli con le piastre lisce, quelli con le piastre rigate che dividono il toast, quelli con le piastre ancorate alla base e quelli con le piastre che si possono togliere.


Un esempio di tostapane verticale
Un esempio di tostapane verticale
Un esempio di tostapane orizzontale
Un esempio di tostapane orizzontale
Come sceglierlo

Di fronte a tutti i modelli che ci sono in commercio considera come prima cosa a quale scopo lo stai comperando e con quale frequenza utilizzerai il tostapane.

Se sei un fanatico dei toast farciti simili a quelli che si possono gustare al bar è meglio prendere quello orizzontale. Se ti interessa solo scaldare le fette di pane, allora basta uno di quelli verticali; preferibili quelli che hanno lo spegnimento automatico (ossia quelli con l’interruttore) e la funzione defrost. In questo caso, però, fai attenzione alla larghezza delle fessure: in alcuni casi è possibile mettere solo una fetta di pane sottile, in altri addirittura una baguette o un piccolo panino.

Se l’utilizzo è sporadico meglio orientarsi su prodotti compatti in modo che sia più facile riporli in qualche mobiletto quando non vengono utilizzati, ma valutate anche se gli elettrodomestici che avete in casa (forno a microonde con grill, bistecchiere elettriche, fornetti elettrici) possono già servire allo scopo.

Altre cose da guardare
  • Pulizia. Una volta era il vero punto dolente di questi piccoli elettrodomestici, oggi la gran parte dei prodotti verticali è dotato di un cassetto porta briciole inferiore estraibile che per permettere una più facile pulizia; quelli orizzontali sono più semplici da pulire, ma esistono modelli con le piastre che si possono togliere in modo da poterlo lavare più comodamente.
  • Posizione. Da valutare attentamente è dove posizionerai il tuo elettrodomestico, perché gli ingombri dell’apparecchio che sono molto diversi tra quelli classici e quelli orizzontali; e anche all’interno della stessa categoria vi sono design e dimensioni molto diverse. Inoltre se pensi di posizionare il tostapane vicino a qualcosa che sviluppa calore, meglio scegliere un modello con le pareti in metallo anziché in plastica.
  • Tostapane verticale: funzioni e accessori. Tra le funzioni e gli accessori utili nei tostapane verticali puoi scegliere tra l’espulsione automatica della fetta o delle pinze, il controllo della doratura, lo scongelamento, il timer, il pulsante stop (interrompe tostatura), il cassetto estraibile, la griglia scalda pane e brioches e il coperchio scorrevole.
  • Tostapane orizzontale: funzioni e accessori. Per i tostapane orizzontali si possono trovare modelli con rivestimento antiaderente con protezione contro il surriscaldamento, autospegnimento di sicurezza, regolatore di temperatura automatico, piastre per sandwich triangolari o piastre estraibili e lavabili in lavastoviglie.
  • Prezzo. Sia per quelli orizzontali sia per i verticali si parte da prodotti base che costano circa 15-20 euro, ma si può arrivare a spendere fino a oltre 100 euro per i modelli di design, in acciaio o più accessoriati.