Consigli

Macchina fotografica vintage e usata: come erano e dove puoi comprarne una

Indipendentemente dal motivo per cui acquisti una macchina fotografica vintage, devi sapere cosa cercare e, in alcuni casi, come usarla al meglio. Ecco alcuni consigli per aiutarti ad orientarti nella scelta.

09 febbraio 2022
macchina fotografica vintage

Le fotocamere si sono evolute nel tempo sin dalla loro nascita, a metà del 1800, quando erano apparecchi di grandi dimensioni che spesso richiedevano più di una persona per funzionare. Nel 1888, George Eastman ha prodotto la prima macchina fotografica a utilizzare la pellicola. La "Kodak", come veniva chiamata, è stata la prima fotocamera disponibile per i consumatori. Aveva una singola velocità dell'otturatore, era precaricata con 100 esposizioni di pellicola e doveva essere rispedita allo stabilimento Kodak di Rochester, New York, per essere elaborata. Queste fotocamere utilizzavano una doppia lente acromatica per produrre le loro immagini.

La Kodak ha contribuito a inaugurare la nuova era della fotografia "istantanee" e presto sempre più fotografi di consumatori, famiglie e hobbisti hanno cercato fotocamere di tutte le forme, stili e formati diversi.

Caratteristiche e funzionalità

Una SLR da 35 mm è, tra tutte le macchine fotografiche vintage, probabilmente la più facile da usare, principalmente per il suo sistema di messa a fuoco. È composta da uno specchio dietro l'obiettivo che riflette l'immagine, a volte tramite altri specchi, ma più comunemente usando un pentaprisma, nel mirino. Al momento dell'esposizione, lo specchio si allontana per consentire alla luce dell'obiettivo di raggiungere la pellicola. Dopo l'esposizione, lo specchio di solito ritorna automaticamente al suo posto, anche se, con le fotocamere più vecchie, ciò potrebbe non accadere fino a quando la pellicola non viene avvolta. Quindi, prima dell'esposizione, l’immagine che si vede attraverso il mirino è proprio quella vista dall'obiettivo, senza nessuno dei problemi di parallasse riscontrati in una fotocamera non reflex.

Nella maggior parte delle fotocamere, i tempi di posa su una rotella nella parte superiore del corpo macchina, le aperture su una ghiera attorno al barilotto dell'obiettivo e la messa a fuoco viene eseguita ruotando un grande anello attorno all'obiettivo.

Quando scegli una fotocamera da utilizzare, considera i cinque tipi base di controllo dell'esposizione che si trovano sulle reflex 35 mm e decidi qual è la migliore per il tipo di foto che ti piace di più scattare. Tieni presente che, sulle fotocamere meno recenti, alcune di queste cinque modalità potrebbero non essere disponibili.

  • Completamente manuale. I tempi di posa e le aperture vengono impostati manualmente senza alcun automatismo da parte della macchina.
  • Macchine con esposimetro. Uno strumento integrato nella macchina misura la quantità di luce che raggiunge la pellicola e indica su una scala quale sarebbe il tempo di posa più corretto in funzione dell’apertura scelta. Se la lancetta va a fondo scala, in un senso o nell’altro, bisogna modificare l’apertura per evitare di avere una foto sotto o sovra esposta.
  • Priorità ai tempi. Il fotografo seleziona una velocità dell'otturatore, quindi l'esposimetro della fotocamera seleziona e imposta automaticamente l'apertura necessaria per una corretta esposizione. (Solo su macchine automatiche a controllo elettronico)
  • Priorità di apertura. Il fotografo seleziona un'apertura, quindi l'esposimetro della fotocamera seleziona e imposta automaticamente la velocità dell'otturatore necessaria per una corretta esposizione. (Solo su macchine automatiche a controllo elettronico)
  • Automazione programmata.L'esposimetro della fotocamera seleziona e imposta la migliore combinazione di tempo di posa e diaframma per una corretta esposizione. (Solo su macchine automatiche a controllo elettronico)

Diverse fotocamere potrebbero offrire solo una di queste opzioni o una combinazione di alcune o tutte.

I migliori vecchi modelli di fotocamere

Le migliori reflex giapponesi, realizzate dopo il 1960, sono Canon, Minolta, Nikon, Olympus e Pentax, ma consideriamo anche Ricoh, Konica, Fujica e Topcon.

Prima della seconda guerra mondiale e fino agli anni '50, cvanno presi in considerazione marchi europei come Zeiss Ikon, Ihagee, Exakta e Voigtländer tedeschi e Hasselblad, svedesi.

Fino ad oggi, Cannon e Nikon sono senza dubbio i due maggiori protagonisti in quello che oggi è il gioco della fotocamera digitale. Prima che Canon e Nikon producessero SDLR come Canon 5d e Nikon d90, erano noti per alcune delle pellicole SLR di altissima qualità. Mentre Nikon ha prodotto Nikon FE, è stata la Canon AE-1 a diventare una delle fotocamere hobbistiche più iconiche, accreditata di aver reso la fotografia degli appassionati più accessibile alle masse. La Canon AE-1 era semplice da usare, veniva fornita con una serie di obiettivi di alta qualità (ancora spesso usati dai fotografi professionisti oggi) e offriva una modalità completamente automatica che semplificava il puntamento e lo scatto.

L'azienda fotografica tedesca Leica è per molti versi sinonimo di fotocamere a telemetro ampiamente utilizzate nella fotografia di strada. Sviluppate negli anni '20, le fotocamere Leica furono tra le prime a utilizzare pellicole standard da 35 mm di piccolo formato.

Polaroid ha prodotto alcune delle fotocamere amatoriali più amate e nuove del 20° secolo. Contribuendo a rendere popolare la fotografia istantanea, un punto fermo della cultura pop degli anni '80 e '90, Polaroid ha prodotto la sua prima fotocamera istantanea nel 1947, con la Land Camera Model 95.

E i prezzi? Su Ebay puoi trovare una Canon AE-1 da circa € 130 e una Nikon FE a partire da € 150.

Perché comprare una macchina fotografica vintage

Sono tanti i motivi per acquistare una fotocamera vintage. Vediamoli tutti.

  • Le fotocamere analogiche forniscono informazioni dettagliate su come vengono scattate le foto. Osservare i meccanismi di una vecchia cinepresa ti aiuterà a capire come funzionano.
  • La pellicola fotografica ti obbliga a essere più meticoloso. Le fotocamere digitali di questi tempi sono così precise che è difficile anche per un principiante commettere errori, ma questo può impedirti di imparare a essere un buon fotografo.
  • La pellicola fotografica ti costringe a prendere decisioni attive tutto il tempo. Inoltre, ottieni solo 24 o 36 fotogrammi con una cinepresa, quindi invece di fare clic nella speranza di ottenere un buon scatto, la quantità limitata di fotogrammi ti costringe a essere più meticoloso ad ogni scatto.
  • Lo sviluppo di foto può essere un'esperienza molto soddisfacente. Quando usi la pellicola, hai l'opportunità di sviluppare le tue foto.Con la pellicola, ogni foto è una sorpresa.
  • Con la pellicola e le vecchie fotocamere, è più probabile che si producano immagini, vignette, doppie esposizioni, perdite di luce e messa a fuoco morbida con una cattiva esposizione tra molti altri "problemi". Anche se suona come una cattiva notizia, ci sono momenti in cui fotocamere o film scadenti creano involontariamente opere d'arte sorprendentemente belle.

Dove puoi trovare le macchine fotografiche vintage

Internet è una fonte inesauribile per queste macchine vintage. Se i grossi siti internazionali permettono di acquistare, da un po’ tutto il mondo, apparecchi anche molto vecchi e rari, di solito chi mette un’inserzione su questi siti è un appassionato o un commerciante ben conscio del valore dell’oggetto venduto. I veri affari si possono fare nei mercatini più piccoli, con scambio tra privati sia fisici che online. Non è raro infatti trovare oggetti ben custoditi che gli eredi di persone anziane spesso vendono per realizzare un rapido profitto, o semplicemente perché non sanno il valore di un oggetto. Acquistare a distanza è sempre un rischio però: specie nel caso di oggetti così delicati e meccanicamente complicati, il rischio di comperare una fotocamera con qualche difetto di funzionamento è reale.

Suggerimenti e consigli

Eseguire alcuni test diagnostici per cercare i problemi tipici. Ci sono alcune settori di cui vorrai assicurarti la funzionalità: esposimetro, otturatore, avanzamento pellicola, mirino, sigilli di luce (anche se quelli imperfetti potrebbero rendere scatti interessanti), controlli, obiettivo. Guarda attraverso l'obiettivo ed evita elementi torbidi, segni di muffa o graffi pesanti. Alcuni leggeri graffi sull'elemento anteriore non influiranno troppo sulla qualità dell'immagine. Fai attenzione alle macchine fotografiche che sono appartenute a dei professionisti: probabilmente sono state utilizzate più del normale. Non dimenticare di acquistare la pellicola.