Recensioni

Il nuovo iPhone 14 senza sim fisica: tutte le indiscrezioni

Il nuovo smartphone di Apple verrà presentato in autunno. Per il momento si dice che in alcuni modelli lo schermo occuperà tutta l’ampiezza del telefono e che, probabilmente, non avranno più una scheda fisica, ma solo una eSim.

  • di
  • Stefania Villa
07 febbraio 2022
  • di
  • Stefania Villa
Apple iPhone 14

Per ora sono indiscrezioni - perché il nuovo iPhone 14 uscirà solo in autunno - ma da quanto sappiamo, una novità piuttosto significativa dovrebbe esserci: il nuovo modello di Apple potrebbe non prevedere più l’inserimento di Sim fisiche, ma solo di eSim. Sul prossimo numero di Innova spieghiamo cosa sono, quali vantaggi e svantaggi presentano e i costi previsti dagli operatori. Per leggere l'articolo in anteprima registrati gratuitamente al sito ed entra nella famiglia di Altroconsumo. E se sei già socio o Fan ti basta fare login con il tuo account personale.

Registrati al sito e scarica l'articolo sulle eSim

A tutto schermo?

Rispetto al design, l’iPhone 14 dovrebbe essere simile al modello precedente, con qualche differenza nel posizionamento delle fotocamere nella parte posteriore.

L’iPhone 14 Pro e Pro Max, invece, dovrebbero vedere la scomparsa del cosiddetto “notch”, cioè la barra nera nella parte superiore dello schermo in cui sono presenti fotocamera frontale e sensori. Dovrebbe essere rimpiazzato da uno o due fori, in modo che il display possa occupare praticamente tutta la superficie disponibile frontalmente. Lo schermo ne guadagna in efficienza avendo maggiore spazio nel telefono e, anche esteticamente, si tratta di un elemento che può avere un certo valore.

Con eSim?

La vera novità, dicevamo, potrebbe essere però il passaggio alla eSim: non si tratta più di una scheda fisica che va inserita manualmente nei dispositivi, ma di microchip che sono già presenti al loro interno, da attivare tramite codice acquistabile presso gli operatori telefonici.

Secondo alcuni analisti, però, Apple prediligerà un passaggio graduale, mantenendo ancora modelli che permetteranno di utilizzare contemporaneamente eSim e sim tradizionale, proprio come accade anche oggi. Le sim virtuali, come spieghiamo nel nostro speciale sulle eSim dovrebbero comunque pian piano diffondersi sempre di più, soprattutto se arriverà davvero questa spinta di Apple.

Varrà la pena cambiare smartphone?

Un po’ presto per dirlo. Solitamente i nuovi modelli di iPhone hanno specifiche più performanti rispetto ai predecessori, in termini di processore e fotocamere. Anche se possiamo dire che generalmente questi miglioramenti non sono enormi. Per cui, se non siete maniaci dell’ultimo modello a tutti i costi e avete un iPhone di una serie recente, può andare bene tenerlo ancora per un po’, considerando anche che continuare ad utilizzare i nostri prodotti funzionanti, senza sostituirli troppo spesso, fa bene all’ambiente.

Inoltre considerate anche che, quando esce una nuova serie di iPhone, solitamente c’è un calo di prezzo dei modelli precedenti di quasi il 20%: quindi - se cercate una buona qualità Apple a un prezzo più conveniente - potrebbe essere una soluzione anche aspettare che esca il nuovo iPhone 14, per poi acquistare un modello subito precedente.