Consigli

Smartphone nuovo? Come non perdere tutti i tuoi dati

Basta un accout Gmail

Passare da un vecchio smartphone Android a uno nuovo non deve far paura. Basta un indirizzo di posta gmail per trasferire tutto il contenuto nel nuovo dispositivo: app, contatti, email e persino le chat di Whatsapp. Ecco come fare in pochi e semplici passaggi.

18 giugno 2018
Backup

Sei alla ricerca di un nuovo smartphone? Il tuo ormai ha fatto il suo tempo o più semplicemente vuoi cambiare aria? Se anche hai trovato il modello di smartphone che fa per te, spesso ciò che ti frena dal cambiare dispositivo è la preoccupazione di perdere i dati contenuti nel tuo vecchio smartphone.

Tuttavia, se hai un dispositivo Android, portare sul nuovo modello foto, contatti, email e chat è più semplice di quello che pensi. In questo articolo, ti aiutiamo a muoverti, passo dopo passo, tra le varie operazioni che vanno predisposte sul cellulare vecchio perché il recupero dei dati, su quello nuovo, sia facile e indolore.

Con Android ora è facile

Una delle più grandi differenze tra i due sistemi operativi mobili disponibili nel mondo tablet e smartphone - Android di Google e iOS di Apple - è sempre stata la questione del trasporto dei dati dal cellulare vecchio al nuovo. Fino a qualche tempo fa non c'era storia: con iOS questa operazione, fondamentale quando si cambia telefono, era decisamente, oggettivamente, più semplice. Il servizio di backup (così si chiama il servizio di salvataggio dei propri dati e delle varie impostazioni) di Apple era un punto di forza; quello di Android, invece, un problema. Ora la situazione per Android è migliorata, grazie al legame più solido tra i suoi dispositivi e Google: la procedura c'è, bisogna solo fare attenzione a qualche passaggio.

Si parte dall'account

Come si fa, dunque, a trasferire i dati salvati sul vecchio Android nel nuovo smartphone nuovo? Al di là dei passaggi tecnici, l'idea di base è semplice. Bisogna creare un account, cioè un indirizzo di posta, su gmail.com e usarlo come una cassaforte in cui salvare il contenuto del cellulare vecchio, dalla rubrica al calendario, alla musica. Prima di crearlo, controlla: se hai già scaricato un'app, l'account ce l’hai. Fatto questo, la prima volta che si accende il cellulare nuovo, si potranno recuperare tutti i dati dalla cassaforte (rubrica e contatti compresi).

Certo, non si salva proprio tutto il contenuto del telefono con una sola operazione: a WhatsApp, per esempio, si devono dedicare due minuti in più. In alcuni casi, il passaggio non è diretto. Sul cellulare nuovo, per esempio, per le fotografie, ritrovi solo l'app "Foto": per vederle però basta selezionarle e scaricarle.

E si ritrovano le app

Con la maggior parte dei modelli, quando si configura il nuovo telefono, una delle prime schermate chiede se vogliamo trasferite tutte le app o solo alcune. Basta rispondere e, se abbiamo impostato la sincronizzazione su quello vecchio, il cellulare fa tutto da solo. Negli altri casi la lista delle app scaricate in precedenza è comunque presente nell’app Play Store. Una volta acquistata un'app, anche se cambi telefono, questa resta tua (è di proprietà del tuo account). Diverso è se passi a un altro sistema operativo, per esempio da Android a iOS: in questo caso la devi ricomprare. Nel Play Store si trovano anche app apposite: queste però trasferiscono solo i file, mentre per il resto (app, rubrica...) il nostro metodo ha due vantaggi: è utile anche in caso di guasto o furto del cellulare e permette di visionare tutto anche da pc.

Come fare passo passo

 


Stampa Invia