Torna

Articolo mancante / rubato, sporgo denuncia ed AMAZON NON MI HA RIMBORSATO

Chiuso Non risolto

Questo reclamo è Pubblico

Il tuo reclamo

M. I.

Inviato a: AMAZON

28/05/2019

Buongiorno, sono a raccontarvi uno spiacevolissimo fatto che mi è accaduto nella mia esperienza di acquisto su Amazon.it. Premetto che sono un' assidua cliente del sito e mi sono sempre trovata bene, però come è giusto tesserne le lodi bisogna anche rendere pubblico il comportamento di Amazon quando qualcosa non va per il verso giusto. In data 16 Ottobre 2018 ordino su Amazon.it due smartphone marca Apple iPhone X, per fare un regalo tanto aspettato alle mie due figlie. Pago un importo di 1808 euro tramite carta di credito. Il 19 Ottobre viene consegnata la spedizione che avrebbe dovuto contenere i due regali. Tutta euforica apro il pacco contenta di fare finalmente, dopo mesi di risparmi, il regalo alle mie figlie. La sorpresa l' ho avuta io. Una brutta sorpresa. Apro il pacco e mi trovo dentro anzichè i miei 2 iPhone X, un altoparlante / cassa wifi, non saprei come altro definire l' oggetto dal momento che non sono un esperta di elettronica. Tutta preoccupata entro dentro il mio account e segnalo di aver ricevuto un oggetto errato o che qualcuno ha scambiato / rubato il contenuto della spedizione. Sporgo regolare denuncia (che allego) alla Guardia di Finanza. Ci tengo a precisare che al momento dell' acquisto AMAZON non da la possibilità di scegliere se assicurare la spedizione, cosa che avrei sicuramente fatto. Ma ritengo, NELLA MANIERA PIU' ASSOLUTA, che se non da la possibilità di assicurare i propri acquisti se qualcuno ruba o scambia il contenuto delle proprie spedizioni ne deve essere responsabile.

La tua richiesta

  • Rimborso: € 1808,00

Messaggi (1)

M. I.

Inviato a: AMAZON

05/06/2019

Mi avete fatto fare denuncia per avere il rimborso, al telefono mi avete sempre rassicurato garantendomi il rimborso ed a distanza di mesi io ho fuori 1808 euro. Quando finirete di farvi i vostri comodi e mi restituirete i miei soldi, fatemi un fischio. Che vergogna.