News

Neve e maltempo: come richiedere il rimborso in caso di ritardo del treno

01 marzo 2018
Neve e maltempo: come richiedere il rimborso in caso di ritardo del treno

01 marzo 2018

Le forti nevicate delle ultime ore hanno mandato in tilt il trasporto ferroviario in diverse parti d'Italia. Se ti hanno soppresso il treno o hai subito ritardi a causa del maltempo, sappi che puoi chiedere il rimborso. Ecco nel dettaglio quali sono i tuoi diritti e come fare a farli valere.

Indennizzo e rimborso

Una normale nevicata, ampiamente prevista, e il sistema ferroviario nazionale piomba nel caos totale. Ricordati che, a fronte dei disagi di questi giorni, hai il diritto a rimborsi e indennizzi in caso di cancellazioni e ritardi. Ma come si fa a far valere questi diritti? vediamo nel dettaglio.

I rimborsi previsti per i disagi degli ultimi giorni

In occasione della nevicata di questi giorni e dei disagi sulle linee, Trenitalia ha previsto che i passeggeri che il 26, 27 e 28 febbraio hanno rinunciato al viaggio sui treni di lunga percorrenza hanno diritto al rimborso integrale del biglietto. Rimborso integrale del biglietto previsto anche in caso di ritardo superiore a 3 ore. In occcasione delle nuove nevicate, Trenitalia ha previsto, in alcune regioni, un piano di riduzione dei treni in circolazione. Per chi riununcia al viaggio previsto per il 1° marzo è previsto il rimborso integrale del biglietto. Sono disponibili tutte le informazioni aggiornate sul sito di Trenitalia.

Come chiedere il rimborso integrale del biglietto

Il rimborso integrale del biglietto può essere richiesto entro il 31 marzo 2018 presso la biglietteria o presso l’agenzia di viaggi dove è stato acquistato il biglietto, tramite il call center (a pagamento) o compilando il form online sul sito di Trenitalia.

Treno in ritardo? Chiedi l'indennizzo

Se sei stato vittima dei ritardi dei treni Trenitalia è possibile richiedere un indennizzo del 25% dell’importo del biglietto per i treni FrecciarossaFrecciabianca e Frecciargento se il ritardo è compreso tra 30 e 59 minuti; per le altre tipologie di treno nazionale (oltrechè per le Frecce) un indennizzo del 25% dell’importo del biglietto se il ritardo è compreso tra 60 e 119 minuti; un indennizzo pari al 50% (per tutti i treni) se il ritardo è pari o superiore a 120 minuti. A seconda se si tratta di un treno Trenitalia regionale, un trasporto nazionale (Frecciarossa, Frecciabianca ecc...) o un treno di Trenord le modalità per chiedere l'indennizzo variano. In ogni caso ricordati che se non ti viene riconosciuto ciò che ti spetta puoi farti valere scrivendo direttamente alla compagnia ferroviaria: per farlo puoi utilizzare uno di questi nostri modelli di lettera:


Stampa Invia