Consigli

Bibite: oltre allo zucchero c'è di più?

19 settembre 2018
bibite

19 settembre 2018
Ci sono pochi dubbi sul fatto che le bibite gasate come Coca-Cola e Fanta o i thé freddi contengano molto zucchero. Ma sai davvero quanti grammi ce ne sono? E nelle versioni light bisogna star attenti agli edulcoranti. Insomma, meglio un bel bicchiere di acqua.

Siamo sempre attirati, incuriositi dalle bibite che troviamo nei supermercati o nei bar, soprattutto quando si alzano le temperature e abbiamo voglia di qualcosa di dissetante. E che siano piene di zucchero, avevamo pochi dubbi. Ma sappiamo davvero cosa c'è dietro? Alla fine, meglio di un buon bicchiere d'acqua c'è ben poco.


Cole, aranciate, tè freddi&Co: sono tutti uguali?

Che le bibite contengano tanto zucchero, si sa, ma quanto? A conti fatti è ancor più di quanto potremmo immaginare:

  • solo zucchero: le ricette tradizionali, quelle che prevedono “solo” lo zucchero per dolcificare, ne forniscono circa 25-30 g con bicchiere (250 ml), ossia 5- 6 cucchiaini. Tanto zucchero e nessun nutrimento;
  • zucchero ed edulcoranti: molte bibite contengono meno zucchero rispetto al passato. Però questo è compensato con l’aggiunta di edulcoranti. Il problema è che spesso la parte anteriore dell’etichetta non ne mette in evidenza la presenza. Inoltre in molti casi non è più presente la versione della stessa bibita con solo zucchero (per es. Sprite, Aranciata San Benedetto, Tè Lipton,….);
  • bibite light: hanno zero calorie perché non contengono zucchero. Ci sono gli edulcoranti che garantiscono il gusto di sempre soddisfando così la voglia di dolce, senza però educare e abituare il palato a una gradazione di dolce meno intensa.

Le alternative light ci sono, ma non ci convincono.