News

Stufe a pellet, test su qualità ed emissioni

Le stufe a pellet sono sempre più efficienti e sicure, anche se ancora un modello è stato bocciato in questo test. L'obiettivo adesso è inquinare meno.

07 febbraio 2019
stufe a pellet

Il fuocherello è tanto bello da vedere quanto dannoso per l’aria che poi respiriamo. Una soluzione però c’è: basta scegliere stufe a pellet di nuova generazione come quelle che abbiamo messo alla prova in questo test (leggi l’articolo pubblicato su Inchieste di febbraio).

Le prove del test

Il test ha valutato l’efficienza delle stufe, i consumi di pellet, le emissioni inquinanti, le prestazioni. I risultati nel complesso sono piuttosto buoni, il rendimento è sempre molto elevato. Purtroppo, però, una stufa è stata eliminata per problemi di sicurezza termica.

Inquinano sempre meno

Poi c’è il problema di quanto riscaldare casa ha un peso sull’inquinamento. Per verificarlo, in un altro laboratorio abbiamo messo a confronto una moderna stufa a pellet con altri due sistemi alimentati a biomassa: un caminetto chiuso e una stufa a legna. È emerso che le stufe moderne inquinano molto meno.

I vantaggi degli incentivi

I nostri test sono la riprova dell’utilità degli attuali incentivi, pensati per sostituire le vecchie stufe con modelli nuovi, capaci di ridurre le emissioni. Ci sono due possibilità: o la detrazione Irpef del 50%, distribuita in 10 anni, oppure un contributo diretto in caso di sostituzione del vecchio apparecchio con uno più evoluto ( si chiama conto termico). Cosa fare per risparmiare e inquinare meno? Vai sul nostro comparatore e scopri quali sono le stufe più efficienti e sicure e il pellet migliore.