News

Aria fresca con meno di 150 euro

21 luglio 2016
Climatizzatori a pompa di calore

21 luglio 2016

Davanti a un mercato così ampio, scegliere il climatizzatore non è semplice. Per aiutarti a individuare il modello giusto ne abbiamo testati 40: puoi acquistare un buon prodotto a meno di 150 euro. Trova anche il negozio con i prezzi più bassi.

Rispetto agli apparecchi di dieci anni fa, i climatizzatori sono diventati decisamente più efficienti. In questo lasso di tempo, infatti, il consumo energetico si è ridotto di oltre il 50 per cento. Il mercato, però, offre ormai un'offerta talmente ampia da disorientare chi deve acquistarne uno. Allora come scegliere il condizionatore più giusto per l'ambiente che dobbiamo rinfrescare d'estate e riscaldare d'inverno? L'ultimo test ti viene in soccorso.

Confronta 40 climatizzatori

Quali aspetti valutare prima dell'acquisto

Una prima cosa da valutare è la superficie del locale che dobbiamo rinfrescare, perché non tutti gli apparecchi sono ideali per tutti gli ambienti. Se abbiamo necessità di abbassare la temperatura di ambienti di circa 25 metri quadri sarà sufficiente installare un modello da 9.000 Btu/h. Nel caso in cui, invece, la superficie fosse più estesa, è necessario optare per un climatizzatore da 12.000 Btu/h, ideale per ambienti fino a 35 metri quadri. Il nostro ultimo test ha messo alla prova 21 climatizzatori della prima tipologia e 19 della seconda.

Decidere dove installarli

L'efficienza dei climatizzatori, oltre che dalla potenza delle macchine, dipende anche da dove vengono collocati e dalla loro manutenzione. È importante che la distanza tra l'unità esterna e quella interna sia la più corta possibile, per ridurre la quantità di refrigerante necessaria e aumentare così l'efficienza. Il posizionamento dell'unità interna dipende soprattutto dall'utilizzo che si pensa di fare del climatizzatore. Se la sua funzione è soprattutto quella di riscaldare, è preferibile collocare l'unità interna sotto la finestra: questo perché l'aria calda tende a salire e, così, il calore si distribuisce meglio nell'ambiente. Viceversa, se l'intento è quello di rinfrescare, è preferibile installare lo split sopra la finestra.

Utilizzo e manutenzione delle macchine

Per un utilizzo estivo risparmioso, la temperatura ideale da impostare sui condizionatori è di 25° C, la raccomandazione valida è sempre quella di non scendere oltre i 6-7 gradi sotto la temperatura esterna, anche per evitare problemi di salute. La funzione che permette di contenere i costi è sicuramente quella di deumidificazione che, spesso, può bastare per ottenere un clima più confortevole. Per una corretta manutenzione dell'unità esterna, se non se ne fa un utilizzo intenso, è sufficiente controllare il gas refrigerante e la pulizia della batteria ogni 3 o 4 anni. Per quanto riguarda l'unità interna, invece, la pulizia del filtro andrebbe fatta ogni anno: è sufficiente usare acqua e bicarbonato, ma bisogna assicurarsi che il filtro sia ben asciutto prima di rimontarlo.

Buone prestazioni complessive

Nel complesso le prestazioni dei modelli testati sono buone. Ovviamente, ci sono modelli che sono risultati migliori degli altri. I tre modelli che sono stati premiati con il titolo di Migliore del test, per esempio, hanno un costo annuo inferiore ai 300 euro e una qualità alta. Con i climatizzatori premiati come Miglior acquisto, invece, la spesa è più contenuta, pur mantenendo una qualità globale buona. Dai un'occhiata al test per trovare il modello che fa il caso tuo, ti indichiamo anche dove trovarli al prezzo più basso.


Stampa Invia