News

Tariffe mobile: verso l'eliminazione del roaming. Agcom sanziona Tre e Wind

08 febbraio 2017
Roaming costi telefonate estero

08 febbraio 2017
Con l'abbassamento delle tariffe all'ingrosso, quelle che si applicano tra operatori, si aggiunge un ultimo tassello alla progressiva eliminazione del roaming. Dal 15 giugno 2017 telefonare all'interno dell'Unione Europea costerà come in Italia. Dopo le nostre segnalazioni, Agcom sanziona Tre e Wind.

Un passo avanti verso l'abolizione dei costi extra

L'eliminazione del roaming fa un ulteriore passo avanti. È stato infatti raggiunto un accordo tra le istituzioni europee ed è stato stabilito l'abbassamento dei prezzi all'ingrosso che, dal 15 giugno 2017, ogni operatore dovrà applicare agli altri per erogare i servizi di roaming. Già dallo scorso anno le istituzioni europee hanno cominciato dando un taglio ai sovrapprezzi (le cosiddette "maggiorazioni") che gli operatori possono applicare ai loro clienti quando oltrepassano la frontiera. Quindi telefonare dall'estero sarà più conveniente? Sulla carta sì, ma i comportamenti scorretti degli operatori non mancano e noi li abbiamo denunciati. Anche dopo le nostre segnalazioni, Agcom ha multato Tre e Wind per aver applicato pacchetti tariffari che hanno fatto spendere di più i consumatori e per non averli informati adeguatamente sull’applicazione del nuovo Regolamento sul roaming.

Si abbassano le tariffe all'ingrosso

Con l'abbassamento del prezzo all'ingrosso si aggiunge un ultimo tassello allo stop dei costi extra quando si va all'estero, le tariffe sono tali da consentire agli operatori di offrire il roaming ai propri clienti senza aumentare i costi. Dal 15 giugno 2017 il prezzo all'ingrosso delle telefonate si abbassa e arriverà a 3,2 centesimi al minuto, mentre gli SMS arriveranno a 1 centesimo. Anche i costi relativi al traffico dati vengono rivisti al ribasso: a partire dal 15 giugno 2017 si passa dagli attuali 50 euro a 7,7 euro/GB. La progressiva calata del costo del traffico dati continua passando a 6 euro/GB dal 1° gennaio 2018, quindi 4,5 euro/GB nel 2019, 3,5 euro/GB nel 2020, 3 euro/GB nel 2021 e fino ad arrivare, nel 2022 a 2,5 euro.

Massimali per chiamare, mandare sms e navigare

Secondo le nuove diposizioni, ecco quanto dovrebbe costare telefonare, ricevere, mandare sms e navigare con lo smartphone nell'Unione Europea:

  • chiamate effettuate: deve essere applicata la tariffa nazionale aumentata di 5 centesimi più IVA a minuto;
  • chiamate ricevute: la maggiorazione è di circa 1 centesimo più IVA a minuto;
  • sms: è prevista una maggiorazione di 2 centesimi più IVA;
  • traffico dati: 5 centesimi in più per ogni MB, il tutto sempre con aggiunta di IVA.

La normativa prevede però anche dei massimali che non devono essere superati. In pratica, aggiungendo la maggiorazione alla tariffa nazionale non si potrà far pagare più di 23 centesimi al minuto per le telefonate in uscita, 1,4 centesimi circa per quelle in entrata, 7 centesimi per ogni sms e 24 centesimi per ogni MB di traffico dati (il tutto IVA inclusa).

Le migliori tariffe sul mercato? Te le segnaliamo noi

Con una proposta sempre più diversificata, orientarsi nel mercato delle tariffe telefoniche può risultare complicato. Prova il nostro comparatore che mette a confronto decine e decine di offerte per aiutarti a fare la scelta giusta.

Trova la tariffa più conveniente

 

 


Stampa Invia