News

Memorie bugiarde Samsung: chiuse le adesioni

28 novembre 2017
Memorie smartphone bugiarde: ammessa la class action contro Samsung. Chiediamo il risarcimento

28 novembre 2017
Oltre 2.300 consumatori hanno aderito alla nostra class action contro Samsung per non aver potuto usufruire della memoria dei loro smartphone e tablet dichiarata al momento dell'acquisto. Ora che le adesioni formali alla class action sono concluse attendiamo che la causa entri nel vivo.

I termini per l'adesione formale alla class action contro Samsung per le memorie bugiarde si sono conclusi. Hanno aderito all'azione oltre 2.300 consumatori, a dimostrazione della quantità di dispositivi venduti negli anni passati da Samsung senza una corretta informazione sulla quantità di memoria davvero a disposizione dagli utenti.

La nostra azione di classe, infatti, aveva come oggetto il risarcimento dei danni derivanti dalla pratica commerciale ingannevole e scorretta tenuta da Samsung, consistente nella diffusione presso i consumatori di informazioni non corrette sulla capacità di memoria rom dei suoi modelli di smartphone e tablet. Per questo abbiamo chiesto davanti al Giudice la restituzione a tutti gli aderenti la class action di un importo proporzionato alla percentuale di memoria mancante. Un importo che varia in base al singolo modello e può arrivare anche a superare i 300 euro.

Ora non resta che attendere gli sviluppi processuali. Purtroppo non è possibile prevedere la durata di azioni legali di questo tipo, ma sarà nostra cura pubblicare tempestivamente ogni aggiornamento sul nostro sito internet e avvisare personalmente via email ognuno degli oltre 2.300 aderenti alla classa action.