Consigli

Test sul burrocacao: i 13 prodotti da evitare

28 settembre 2017
burrocacao

28 settembre 2017

Al momento l’unico metodo valido per scegliere il burrocacao è controllare la lista degli ingredienti riportata in etichetta. E nel nostro test abbiamo bocciato ben 13 prodotti, proprio perché contengono sostanze che, se ingerite, possono mettere a rischio la nostra salute.

Il burrocacao è una coccola per le labbra che può diventare insidiosa se non scegliamo il prodotto giusto. Troppi marchi (anche leader di mercato) contengono ingredienti rischiosi per la salute che, ingeriti dopo l'applicazione, vengono introdotti direttamente nell'organismo. Sostanze che nel nostro test sui burri di cacao abbiamo trovato in ben 13 prodotti su 23.

Meglio evitare
APTONIA (DECATHLON) Lip balm moisturising hydratant
Prezzo medio
1,29 
Meglio evitare
AVÉNE Cold cream stick labbra nutriente
Prezzo medio
8,48 
Meglio evitare
BALMI Super cube lip Balm coconut
Prezzo medio
2,99 

Le sostanze dannose

Alla base della composizione della maggior parte dei burrocacao in commercio ci sono i cosiddetti oli minerali, ingredienti che derivano dalla raffinazione del petrolio e che possono contenere componenti pericolosi per la salute, se ingeriti. Parliamo dei Mosh (Mineral Oil Saturated Hydrocarbon) e dei Moah (Mineral Oil Aromatic Hydrocarbon). In particolare i Moah sono considerati potenzialmente genotossici e cancerogeni, mentre alcuni Mosh possono accumularsi nei tessuti (nella milza, nel fegato e nei linfonodi) e causare microgranulomi.

Perché vengono utilizzati gli oli minerali

Le case cosmetiche li usano perché funzionano bene, si conservano meglio e costano meno di quelli vegetali. E la legge consente di usarli se, prima dell'utilizzo nel prodotto, sono stati trattati in modo da renderli privi di residui pericolosi e sostanze cancerogene. Peccato che la normativa sia generica e non specifichi precisamente quali debbano essere i requisiti di sicurezza di tali ingredienti.

Il test sulla sicurezza

Solo dieci prodotti hanno superato il test di sicurezza chimica e sono stati poi sottoposti alle prove di qualità. I risultati delle prove fatte hanno lanciato un allarme: bisogna intervenire a livello europeo per disciplinare l'uso degli oli minerali nei prodotti per labbra. Bisogna garantire che le quantità di Mosh siano limitate e sicure e quelle potenzialmente cancerogene (Moah) assenti. Questo è importante soprattutto per limitare l’esposizione dei consumatori abituali di burricacao che sono esposti a tali sostanze anche attraverso fonti alimentari (soprattutto per contaminazione). Infatti abbiamo inviato una segnalazione al Ministero della Salute. Intanto, per principio di precauzione, meglio usare un burrocacao che non contiene oli minerali.

L'etichetta dei cosmetici

Controllare l'etichetta è buona abitudine per tutti i cosmetici: un buon criterio di scelta è la lista degli ingredienti (INCI). Per questo abbiamo analizzato quasi 900 prodotti: ci siamo concentrati sulla sua composizione per verificare che sia sicura e che non contenga sostanze critiche per la salute. Prima di fare shopping consulta il nostro database sull'inci dei cosmetici.

Cosmetici, cosa contengono e come sceglierli


Stampa Invia