News

Polizze di tutela legale sotto esame

17 settembre 2013
polizze

17 settembre 2013

Una polizza legale può essere una buona alternativa per assicurarsi eventuali spese dovute a sinistri o cause in tribunale. Nella nostra inchiesta ne abbiamo esaminate 22. I risultati migliorano rispetto ai test precedenti, ma le coperture non sono ancora complete: molto carenti sulle compravendite immobiliari.

Un avvocato può servire in mille occasioni della vita quotidiana: una lite con i vicini, un problema sul lavoro... i casi possono essere tanti, ma anche i soldi necessari. Ti ricordiamo che, se sei socio, puoi chiamare i nostri avvocati che ti daranno una consulenza legale, ma per assicurarsi la copertura di una eventuale causa vera e propria o anche il tentativo di trovare una soluzione senza passare per un tribunale, esistono le polizze di tutela legale.

Come funzionano

Generalmente l'assicurato ha l'obbligo di denunciare il sinistro, inviando tutti i documenti di cui è in possesso, entro il terzo giorno dal momento in cui è sorto: ad esempio, il giorno in cui si subisce un atto violento nel caso delle lesioni personali oppure il giorno successivo al termine di pagamento fissato per una fattura. A essere coperti, di solito, sono il contraente e i familiari inclusi nello stato di famiglia.

Attenzione ai sinistri esclusi

Prima di firmare un contratto per una polizza legale, sii sicuro di quali sono i sinistri coperti dall'assicurazione: è qui infatti che sono emersi i punti deboli nella nostra inchiesta. Generalmente e solo con qualche eccezione, sono escluse le liti relative ad alcuni eventi comuni, come l'acquisto o la vendita di immobili o la loro costruzione o ristrutturazione. Poco coperte sono anche le spese legate al diritto di famiglia, quindi separazioni, divorzi, successioni e donazioni, anche se ci sono dei miglioramenti rispetto ai test precedenti. Solo alcune polizze prevedono, infine, le spese legate a controversie amministrative o fiscali.

E alle spese non coperte

Per quanto riguarda le spese coperte dalla polizza, si tratta di uno degli aspetti che abbiamo valutato in modo meno lusinghiero. Controlla bene se la polizza che stai per sottoscrivere copre le spese per un secondo legale (quello che può servire se la causa viene discussa in un'altra città rispetto alla tua), le spese di redazione di atti, denunce o querele, le imposte di registro, di bollo o il contributo unificato spese di giustizia. Sempe coperte, nei casi esaminati, sono invece le spese per l'attività stragiudiziale (cioè il tentativo della compagnia di risolvere la questione in prima persona e in via amichevole), quelle per il legale scelto dall'assicurato (che però deve comunicare tempestivamente il nominativo per evitare che l'assicurazione ne scelga uno suo) e quelle per i periti.

Le polizze esaminate

Ecco l'elenco delle compagnie e dei prodotti che abbiamo valutato. Di ognuno abbiamo esaminato le coperture garantite, tra sinistri e spese, dando infine un giudizio di qualità globale.

  • DAS, Difesa Famiglia
  • UCA, TutelUnica Famiglia
  • ALLIANZ RAS, Tutela Legale Linea Persona
  • ZURICH, Tutela spese legali e peritali
  • ARAG, Famiglia protetta
  • GROUPAMA, Tutela Legale Famiglia Plus
  • EUROP ASSISTANCE, Eura Tutela Privato
  • FATA, Tutela Legale di FATA Famiglia Completa
  • REALE MUTUA, CasaMia
  • TUTELA LEGALE, Protection Famiglia
  • GLOBAL ASSISTANCE, Difesa Legale famiglia
  • ITAS, Linea Famiglia Top
  • SARA, SaraLegal formula Top
  • HDI, Globale Tutela Legale formula Top
  • AXA MPS Danni, MiaProtezione
  • FILO DIRETTO, Tutelami
  • GENERALI, Generali Sei a Casa Top
  • UNIPOL, Tutela Legale Famiglia
  • EUROPA Tutela Giudiziaria, Vita Privata Formula Super
  • ITALIANA, TuttoCasa
  • INA ASSITALIA, CasaDolceCasa
  • ALLIANZ LLOYD ADRIATICO, Spese Legali e Peritali

Stampa Invia