News

Divorzio breve: è entrata in vigore la legge

26 maggio 2015
divorzio breve

26 maggio 2015

Con la nuova legge sul divorzio breve non devi più aspettare tre anni, ma solo qualche mese affinché la separazione sia ufficiale. Ecco tutte le novità della legge appena entrata in vigore.

La legge sul divorzio breve è finalmente entrata in vigore. La novità fondamentale riguarda le tempistiche che si sono decisamente accorciate, perché per porre fine al proprio matrimonio non è più necessario aspettare tre anni, ma solo qualche mese, indipendentemente dalla presenza di figli. Nello specifico:

  • sei mesi in caso di separazione consensuale (anche se inizialmente erano contenziose e si sono successivamente trasformate in consensuali);
  • dodici mesi per le separazioni giudiziali.

Sia in caso di separazione consensuale sia in caso di separazione giudiziale i termini partiranno dal momento in cui i coniugi si sono presentati dal Presidente del Tribunale.

Comunione dei beni

Per quanto riguarda la comunione dei beni, la nuova legge (un nuovo comma all’art. 191 del Codice Civile) anticipa lo scioglimento della detta comunione:

  • nella separazione giudiziale quando il Presidente del Tribunale, in sede di udienza, autorizza i coniugi a vivere separati; 
  • nella separazione consensuale nel giorno in cui si sottoscrive il verbale di separazione.

Inoltre è previsto che, in caso di comunione dei beni, l’ordinanza che autorizza i coniugi a vivere separati deve essere comunicata all’ufficio di stato civile per l’annotazione dello scioglimento della comunione sull’atto di matrimonio.

Il divorzio breve è operativo anche per i procedimenti in corso, anche se la nuova legge prevede una disposizione transitoria.


Stampa Invia