News

Acqua filtrata? Ora alcune caraffe sono efficaci

03 gennaio 2014
caraffe

03 gennaio 2014

I produttori hanno eliminato il problema dello sviluppo di batteri all'interno delle cartucce, così alcuni modelli risultano utili ed efficaci. Per questo motivo, chi vuole acquistare una caraffa filtrante per bere più volentieri l'acqua di casa ora non ha più seri motivi per non farlo. Lo conferma il nostro test.

Per una volta un test ci ha sorpreso in positivo e, finalmente, possiamo rassicurarti su un prodotto che finora avevamo dovuto bocciare: le caraffe filtranti. Ma cosa è cambiato rispetto ai vecchi modelli? Tra le caraffe che abbiamo testato ce ne sono alcune finalmente utili ed efficaci, che migliorano il gusto della potabile e rimuovono le tracce di cloro.

Non si sviluppano batteri nella cartuccia

Chi vuole acquistare una caraffa per bere più volentieri l'acqua di casa oggi non ha più seri motivi per non farlo: in questo test due modelli sono premiati e anche tra gli altri portati in laboratorio, seppur meno validi, è stato eliminato il problema che abbiamo denunciato per anni: lo sviluppo di batteri all'interno della cartuccia. La caraffa filtrante può risultare utile se l'acqua che sgorga dal rubinetto non ti piace: il gusto, infatti, è uno dei principali motivi che ci spinge a comprare l'acqua in bottiglia o le caraffe filtranti. Un altro motivo è la voglia di avere un acqua più dolce, meno dura e con meno calcare.

L'acqua sporcata ad hoc

L'acqua che abbiamo utilizzato per il test era pulita, è stata quindi sporcata con diversi inquinanti, entro i limiti di potabilità. Quella prodotta in laboratorio conteneva metalli pesanti, solventi, cloriti, trialometani al di sotto dei limiti di legge, ma superiori a quelli  normalmente presenti in un'acqua potabile. Una precisazione, questa, per ribadire che bere dal rubinetto va sempre bene, l'acqua non è quasi mai da migliorare, fatta eccezione per qualche caso particolare.

Il rubinetto rimane la scelta più conveniente

Anche se alcune caraffe sono migliorate rispetto al passato, bere dal rubinetto rimane la scelta più conveniente: costa meno di un euro all'anno, non obbliga a portare grossi pesi a casa e i controlli frequenti garantiscono una qualità buona. E poi niente plastica da smaltire e zero inquinamento da trasporto merci. Il costo medio dell'acqua filtrata, tra la spesa di acquisto e il costo delle cartucce (che vanno sostituite una volta al mese), è in media di 97 euro all'anno. Bere solo acqua in bottiglia è ben più costoso: la spesa media annua si aggira sui 160 euro per la naturale, ovvero il 39% in più rispetto al costo per dissetarsi con le caraffe.


Stampa Invia