News

Colle a confronto: il test

04 ottobre 2012
colla

04 ottobre 2012

Se è quella giusta ed è usata bene può fare magie. Per questo conoscere il mondo delle colle può tornare molto utile. Avere in casa una colla adatta a ogni materiale o superficie sarebbe otimale, ma forse è chiedere troppo: normalmente, siamo abituati ad averne una, che vada bene un po' per tutto. Quale colla scegliere, allora? 

Nel nostro test abbiamo analizzato le caratteristiche dei prodotti in commercio, concentrandoci in particolare su cianoacrilati e multipurpose.

Colle a confronto
Cianoacrilati: si tratta di uno degli adesivi più potenti, ne bastano poche gocce per ottenere una saldatura molto forte. Adatti soprattutto a superfici lisce e dure, si rivelano i migliori del test. Il lato negativo, però, è che niente è in grado di eliminarli completamente, solo l'acetone può attenuarli. Quando si incola, quindi, bisogna essere decisi perché se si vogliono riposizionare i pezzi non si ha molto tempo a disposizione. Bisogna fare attenzione anche alle dita: i cianoacrilati hanno formulazioni piuttosto aggressive. Buono il risultato estetico, ma bisogna tener conto che questo tipo di colla non è riempitivo e quindi è poco adatto a pezzi che non combaciano. Così come è poco adatto a oggetti destinati a urti e torsioni in quanto ha scarsa elasticità.

Multipurpose: si tratta di un tipo di colla piuttosto economica presente sul mercato, che richiede tempi molto più lunghi rispetto ai cianoacrilati: bisogna infatti attendere anche 20 minuti prima che le parti siano perfettamente saldate. La consigliamo solo nei casi in cui i cianoacrilati non siano utilizzabili, per esempio, sulle superficie porose, ampie e soprattutto sottoposte a vibrazioni.

Avanti le altre
Per certi tipi di riparazioni e materiali alcune colle sono più adatte. Non sempre le avremo in casa, ma è meglio conoscerle nel caso servissero:

  • a contatto. Sono composte da gomme sintetiche e sono adatte a superfici flessibili;
  • a due componenti. Sono costituite da due elementi da mescolare per ottenere una reazione chimica adesiva. Un po' scomode, ma utili se bisogna riempire i vuoti fra pezzi non combacianti;
  • universali. Sono semplici da usare ed economiche, ma non resistono al calore e la loro applicazione è molto limitata.

Stampa Invia