Consigli

Condizionatore d'aria fisso o portatile: qual è il migliore per te?

I condizionatori d'aria fissi sono considerati più silenziosi, più efficienti ed efficaci. Ma quelli portatili sono più economici da acquistare e non richiedono un'installazione fissa a casa. Considera le varie opzioni.

13 giugno 2022
Condizionatore

Esistono due tipi di condizionatore d'aria domestico:

  • Fisso (o split): questi hanno un'unità interna ed esterna. L'unità interna è fissata all'interno di una parete esterna e l'unità esterna è posizionata sull'altro lato della parete o installata a terra all'esterno.
  • Condizionatori d'aria portatili: per l'uso, si collega l'unità a una presa di corrente principale facendo uscire il tubo da una finestra o da una porta.

Cos'è un condizionatore d'aria fisso?

La climatizzazione si basa sul principio della pompa di calore: un fluido che circola in un circuito chiuso "assorbirà" il calore da un lato e lo evacuerà dall'altro. I componenti principali sono:

  • Compressore: il "motore" che consumerà energia elettrica;
  • Evaporatore: la parte che assorbe il calore ("fornisce freddo");
  • Condensatore: la parte che rilascia il calore pompato.

Ci sarà anche un regolatore, tra il condensatore e l'evaporatore, e ventole per far circolare l'aria sull'evaporatore e sul motore. Quando l'aria viene raffreddata aumenta la sua umidità relativa: ecco perché i condizionatori hanno anche la capacità di deumidificazione, al fine di garantire il comfort degli occupanti.

Un condizionatore fisso (o split) è costituito da due unità (interna ed esterna) collegate da un tubo dove circolerà il fluido frigorifero. Il dispositivo fisso split può essere multiplo, con più unità in stanze diverse: queste unità interne sono collegate a un'unità esterna (sistema multisplit).

Per la modalità di raffreddamento, l'evaporatore trasforma il fluido refrigerante in un gas nell'unità interna e assorbe il calore. Quando questo gas viene compresso in liquido nell'unità esterna, rilascia calore. Questo processo si ripeterà fino a raggiungere la temperatura che hai programmato. Alcuni condizionatori d'aria possono anche fornire calore in inverno invertendo il loro modo di funzionamento: hanno quindi una pompa di calore aria-aria. Questo tipo di riscaldamento, sebbene utilizzi l'elettricità, consumerà meno di un normale radiatore elettrico.

Sia le unità interne che quelle esterne devono essere collegate correttamente, quindi l'installazione di un condizionatore d'aria fisso è molto più complessa rispetto a un modello portatile. Se hai optato per un condizionatore d'aria fisso, dovrai farlo installare da un professionista: considera che gli installatori tendono ad essere più impegnati durante l'estate.

Condizionatori d'aria fissi: pro e contro

Pro 

  • Più efficiente e silenzioso rispetto ai condizionatori d'aria portatili.
  • Può essere utilizzato anche per il riscaldamento della casa.
  • E’ un modo sicuro di climatizzare la tua casa e non c'è bisogno di lasciare le finestre aperte.

Contro 

  • Di solito più costoso delle unità split. Il prezzo dipende dalla capacità e dalla linea di prodotti e il range oscilla tra 300 € e 2500 €.
  • Viene installato in un punto preciso, quindi non può essere spostato tra le stanze.

  • Deve essere montato in modo permanente su una parete esterna da un professionista certificato. Il costo di installazione potrebbe oscillare tra 300 € e 600 €.

  • Se vivi in un condominio e hai bisogno di installare l'unità esterna nelle pareti esterne, questi lavori devono essere approvati dall'assemblea condominiale.

 

Cos'è un condizionatore d'aria portatile?

I condizionatori d'aria portatili funzionano fondamentalmente allo stesso modo dell'aria condizionata fissa: l'aria calda nella stanza viene assorbita, raffreddata e deumidificata e quindi rilasciata nella stanza. Ma il calore deve essere trasferito: il dispositivo prende l'aria extra dalla stanza, trasmette questo calore ad esso e lo rilascia all'esterno tramite un tubo flessibile che di solito viene posizionato attraverso una finestra aperta.

I modelli a condotto singolo, con un condotto collegato a una finestra (che deve essere aperta) per sfiatare il calore dalla stanza, implica che l'aria esterna deve entrare. Quest'aria è generalmente più calda dell'aria interna, il che significa che viene creato un flusso di aria calda dirompente e dovrà anche essere raffreddato. Questo flusso dirompente passa facilmente dalla finestra che viene aperta poiché un tubo di grandi dimensioni deve passare attraverso di essa.

Sebbene il condizionatore portatile, espellendo aria verso l’esterno, possa essere molto efficace nel raffreddare la maggior parte della stanza, crea uno squilibrio rispetto agli altri spazi della casa: il che aumenta il trasferimento di aria più calda che proviene da altre stanze. Pertanto, i condizionatori d'aria portatili non sono considerati particolarmente efficienti: lavorano continuamente per raffreddare la stanza. Le unità portatili sono anche più rumorose all'interno rispetto alla maggior parte dei sistemi split (che hanno il vantaggio di avere il componente più rumoroso, il compressore, situato all'esterno).

Quindi, mentre sono convenienti e spesso relativamente più economici dei sistemi split, i condizionatori portatili a condotto singolo non sono così efficaci o efficienti.

Questi elettrodomestici sembrano essere pratici e sono venduti come "portatili": dà l'idea che puoi portarli in più stanze, a differenza di quelli che richiedono un'installazione di un'unità fissa, come nei modelli split. Tuttavia, è necessario verificare che la stanza abbia una finestra o un'apertura verso l'esterno dove può passare il condotto, in modo che l'aria calda possa essere espulsa.

La necessità di posizionare il tubo di evacuazione nella finestra, così come il cavo per collegarsi all'elettricità, mina il concetto di portabilità. Inoltre, si tratta di attrezzature che pesano più di 30 kg, essendo difficili da manovrare anche con le ruote.

Quasi tutti i modelli sono dotati di un adattatore estensibile per fissare il tubo alla finestra, bloccandone l'apertura e impedendo il ritorno di aria calda all'interno. Nei modelli privi di questo accessorio, è necessario tenere la finestra aperta per far passare il tubo verso l'esterno, il che influisce sull'efficienza del sistema e sul mantenimento di un ambiente fresco all'interno.

Questi modelli hanno un serbatoio per raccogliere l'acqua di condensazione. Di solito viene visualizzato un avviso quando è vuoto. Se viene raggiunto il livello massimo, l'apparecchio smette di funzionare. Alcuni hanno un tubo di scarico per l'evacuazione continua dell'acqua, ma questo tubo ha anche bisogno di una connessione all'esterno della casa.

Solo pochi condizionatori d'aria portatili hanno funzione di riscaldamento, ma si verificano gli stessi svantaggi di quando si utilizza in estate: è necessario aprire una finestra per passare il condotto e lasciare passare l'aria.

Esiste un altro tipo di "condizionatore d'aria" portatile per il quale non è richiesto alcun tubo: sono chiamati raffrescatori evaporativi portatili. In questo caso, una ventola interna aspira aria calda nell'unità. Questa aria calda passa attraverso filtri umidi e la loro acqua evapora, creando aria raffreddata e umidificata che viene poi espulsa e condotta nella stanza. Sono adatti per piccole stanze e funzionano meglio in climi secchi. Sebbene il tubo di scarico non sia necessario, è necessario lasciare la finestra o la porta aperta, non solo per creare una buona ventilazione nella stanza, ma anche in modo che non aumenti la condensa all'interno.

Condizionatori d'aria portatili: pro e contro

Ecco, in sintesi, vantaggi e svantaggi dei condizionatori portatili.

Pro 

  • Tendono ad essere più economici dei condizionatori a split. La fascia di prezzo varia tra 150 € e 1500 €.
  • Raffredda la tua casa senza dover installare nulla in modo permanente.
  • Può essere scollegato e messo in deposito quando non in uso.
  • Può essere utilizzato come ventilatore, senza produrre freddo.

Contro 

  • Non efficiente nel raffreddamento come i modelli a split.
  • Se si esegue il condotto attraverso una finestra aperta, ciò consentirà all'aria calda di rientrare attraverso lo spazio. La maggior parte, ma non tutti, i modelli sono dotati di un kit di sigillatura delle finestre per bloccare questo spazio, tuttavia questi sono utilizzabili solo con determinati tipi di finestre (come le finestre a ghigliottina).

  • Apparecchi generalmente pesanti. Potrebbe essere necessario chiedere a qualcuno di aiutarti a installarlo.

  • Spesso rumoroso ad alta potenza. Generalmente vanno da 57 a 70 dB a massima potenza: decisamente più rumoroso di una normale conversazione (circa 65 dB). A meno che tu non abbia il sonno pesante, troverai difficile dormire con un condizionatore d'aria portatile acceso.

  

Quale condizionatore scegliere: fisso o portatile?

Potresti essere un affittuario, avere restrizioni edilizie o mancanza di spazio, voler ruotare il tuo condizionatore d'aria tra le stanze o semplicemente non avere i soldi per un'opzione fissa. In uno di questi e più scenari, un condizionatore d'aria portatile è un'opzione da considerare, ma a causa della loro inefficienza potrebbe essere saggio sapere a cosa vai incontro se ne acquisti uno.

Il nostro consiglio è che avrà senso investire in un condizionatore d'aria portatile solo se si dispone di una piccola stanza che deve essere raffreddata per alcune ore durante le giornate calde e non è possibile installare un apparecchio di tipo split. Inoltre, è necessario assicurarsi che l'apertura della finestra non causi un problema di rumore intollerabile.

Se vuoi ancora un'unità portatile, scegline una con buone prestazioni di raffreddamento e una ventola orientabile. Lascia da 10 cm a 50 cm di spazio libero intorno all'apparecchio e non coprire le griglie. Controlla le dimensioni del tubo (può variare tra 1,1 m e 1,7 m) prima di acquistare l'apparecchio, se non si dispone dello spazio per installarlo accanto alla finestra.

Come regola generale, i condizionatori d'aria portatili consentono di programmare l'ora di inizio e indicare la temperatura ambiente. I modelli con funzionamento reversibile aggiungono il vantaggio del riscaldamento.

Vuoi acquistare un condizionatore d'aria?

Sia che tu abbia deciso di optare per un condizionatore fisso o portatile, per ottimizzare il tuo investimento, ti consigliamo di acquistare "fuori stagione", quando i prezzi sono più competitivi e puoi trovare vere e proprie campagne promozionali, con sconti e offerte davvero vantaggiose.

Inoltre, non avere fretta acquistando il primo condizionatore d'aria che vedi. Ci sono molti modelli con diverse capacità: contatta un professionista per aiutarti a scegliere la soluzione giusta per le tue esigenze e la tua casa e poi metti a confronto costi e caratteristiche dei diversi modelli per vedere cosa fa al caso tuo al miglior prezzo.

Ecco cosa dovresti prendere in considerazione: la potenza (più alta, maggiore è il raffreddamento degli ambienti più grandi e più esposti al sole); funzioni vantaggiose come la tecnologia inverter, che consente al dispositivo di regolare la potenza una volta che la stanza raggiunge la temperatura desiderata; la classe energetica, che dovrebbe essere elevata per il consumo energetico stimato; il rumore (dovrebbe essere compreso tra 40 e 50 dB).

Se hai deciso di investire in un condizionatore d'aria fisso, possiamo aiutarti con il nostro comparatore in cui puoi confrontare tra decine di modelli.

Trova il condizionatore migliore