Attenzione a

Voli cancellati Ryanair: come difendersi e cosa fare

Ryanair ha annunciato la cancellazione di altri voli e la sospensione di alcune tratte fino a marzo 2018. Per questo abbiamo scritto alle autorità italiane affinché intevengano tempestivamente per tutelare i diritti dei passeggeri. Ecco cosa fare passo dopo passo se è successo anche a te.

  • di
  • Vittoria Vigoni
28 settembre 2017
  • di
  • Vittoria Vigoni
ryanair

/ Shutterstock.com

Ryanair ha esteso le cancellazioni dei voli fino a marzo 2018 (nelle scorse settimane erano "solo" 2.000). Sul sito della compagnia è finalmente disponibile l'elenco completo dei voli cancellati, ma se il tuo è tra questi dovresti ricevere una comunicazione via email o sms. Cosa fare se succede? Le strade sono due: richiedere il rimborso del biglietto oppure scegliere un volo alternativo

Cosa puoi chiedere

Puoi chiedere, direttamente sul sito della compagnia, il rimborso del biglietto (da effettuarsi entro 7 giorni) oppure un volo alternativo non appena possibile o in altra data di suo gradimento. Inoltre hai diritto a un ulteriore indennizzo monetario, varia in base alla data della partenza e alla tratta. Di seguito trovi i dettagli.

Il volo parte tra meno di 7 giorni

Se non ti è stato offerto un volo alternativo che ti consente di partire non più di un'ora prima dell'orario previsto e di raggiungere la destinazione finale meno di due ore dopo l'orario d'arrivo previsto, puoi richiedere un indennizzo pari a: 

  • 250 euro, per le tratte inferiori a 1500 km;
  • 400 euro, per le tratte intra-Ue superiori a 1500 km e per le tratte comprese tra 1500 e 3500 km;
  • 600 euro, per voli intra-Ue superiori a 3500 km.
Il volo parte tra 7-15 giorni

Se non ti è stato offerto un volo alternativo che ti consente di partire non più di due ore prima dell'orario previsto e di raggiungere la destinazione finale meno di quattro ore dopo l'orario d'arrivo previsto, puoi richiedere un indennizzo pari a: 

  • 250 euro, per le tratte inferiori a 1500 km;
  • 400 euro, per le tratte intra-Ue superiori a 1500 km e per le tratte comprese tra 1500 e 3500 km;
  • 600 euro, per voli intra-Ue superiori a 3500 km.
Il volo parte dopo 15 giorni

Se il tuo volo parte tra più di 15 giorni, non hai diritto ad alcun indennizzo.

Come richiedere l'indennizzo

Per richiederlo invia una lettera a Ryanair per la richiesta di indennizzo per cancellazione voli oppure compila il form sul loro sito. La compagnia aerea può, però, ridurre l’ammontare dell'indennizzo del 50% se la riprotezione su un volo alternativo comporta un ritardo all’arrivo di non più di 2, 3 o 4 ore (sulla base delle distanze chilometriche) rispetto all’orario del volo originariamente prenotato.

Se sei nostro socio puoi chiamare per ulteriori chiarimenti la consulenza giuridica al numero 02 6961550 (dal lunedì al venerdì 9.00-13.00/14.00-18.00).

La lettera di diffida a Ryanair

I passeggeri coinvolti dovrebbero ricevere un'email, ma per sicurezza è meglio fare un controllo. Sul sito di Ryanair trovi la lista dei voli cancellati fino a marzo 2018, ma non è semplice trovare le indicazioni. Proprio per questo abbiamo inviato (insieme alle organizzazioni europee Deco Proteste, Ocu e Test-Achats), una lettera di diffida alla compagnia e abbiamo scritto alle autorità italiane perché intevengano per garantire il rispetto e la tutela dei diritti dei passeggeri.

L'intervento dell'Antitrust

Ora è intevenuta anche l'AGCM, aprendo un procedimento per pratiche commerciali scorrette in violazione del Codice del Consumo. Secondo l’Antitrust le numerose cancellazioni dei voli potrebbero configurare una violazione dell’art.20 del Codice del consumo, in quanto riconducibili a ragioni organizzative già note allla compagnia e non a cause occasionali al di fuori del suo controllo, causando notevoli disagi ai consumatori che avevano già prenotato (e pagato) il proprio volo. Inoltre, secondo l’AGCM le modalità con cui Ryanair ha informato i passeggeri della cancellazione dei voli potrebbero indurre in errore i consumatori circa il loro diritto alla compensazione monetaria previsto dal Reg.UE n.261/04 in caso di cancellazione del volo.


Stampa Invia