Consigli

Acari: sconfiggerli è difficile, ma ridurli si può

03 febbraio 2015
materasso

03 febbraio 2015

Sconfiggere gli acari è difficile. In commercio ci sono alcuni prodotti specifici, che però non risolvono il problema alla radice. Ecco alcuni consigli pratici per ridurre la loro presenza in casa, soprattutto nel letto e nei cuscini.

Gli acari sono animali microscopici del tutto invisibili a occhio nudo che si nutrono dei residui della pelle. Il loro habitat naturale sono materassi, lenzuola e cuscini. Sconfiggerli è difficile, ma è possibile seguire alcuni consigli pratici per ridurre la loro presenza in casa, soprattutto nel letto dove passiamo quasi un terzo della nostra vita.

Per la casa

  • Rimuovi la polvere (meglio con un aspirapolvere con filtro HEPA).
  • Elimina moquette e mensole: è qui che si nascondono maggiormente gli acari.
  • Cambia spesso l’aria e non tenere troppo alto il riscaldamento.

Per materassi e cuscini

  • Per il materasso scegli materiali come lattice o poliuretano, meglio di quelli naturali come lana, piume o cotone.
  • Preferisci cuscini lavabili (controlla l’etichetta prima del lavaggio).
  • Metti sempre coprimaterasso e copricuscino, da lavare ogni 2 mesi a 60°C (altrimenti gli allergeni non muoiono).
  • Prima di rifarlo fai prendere aria al letto: toglierai così umidità e calore che piacciono tanto agli acari.
  • Metti al sole (gli acari sono fotofobici) e all'aria cuscini, lenzuola, coperte, trapunte e, quando possibile, anche il materasso.
  • Scegli un coprimaterasso a sacco, che lo avvolga completamente, non solo la parte superiore.

Esistono molti tipi di materassi, prodotti con materiali differenti e con diversi gradi di rigidità. Non esiste un modello migliore per tutti, quindi la scelta va fatta in base ad alcuni parametri (peso, posizione del sonno preferita, temperatura ambientale) e al comfort generale. Il nostro test sui materassi può esserti utile nella scelta.


Confronta i materassi


Prodotti specifici

In commercio si trovano anche alcuni prodotti specifici.

  • Spray acaricidi. Uccidono gli acari, ma non risolvono il problema perché non eliminano gli allergeni. Inoltre, hanno breve durata e un effetto superficiale: non penetrano cioè negli strati più interni. In generale, sconsigliamo l’uso di questi prodotti: meglio fare riferimento ai nostri consigli. Attenzione: le persone allergiche prima di comprare o usare questi prodotti devono chiedere consiglio al proprio allergologo.
  • Copricuscini e coprimaterassi antiacaro. Le fodere, per materassi e cuscini, sono già una barriera fisica al passaggio degli acari. Altri prodotti più specifici possono essere fatti di materiali come pvc, poliuretano o lavorati con un trama più fitta. Altri ancora aggiungono un trattamento chimico del tessuto. Per questi prodotti, però, la legge non obbliga a dichiarare in etichetta l’utilizzo di sostanze chimiche. Infine, se utilizzati come unico rimedio per ridurre l’esposizione agli acari della polvere sono clinicamente inefficaci.

Stampa Invia