News

Serie A in tv: accordo Tim-Dazn sotto la lente del Garante

Lo sport Dazn visibile solo sui decoder di Tim? L'Antitrust apre un procedimento per intesa restrittiva della concorrenza. Sotto la lente, l'accordo Tim-Dazn che limiterebbe la fruizione dei contenuti sportivi in esclusiva ai clienti degli altri operatori di telecomunicazione. Rischio sovraccarico della rete e disservizi nella visione delle partite.

  • di
  • Luca Cartapatti
08 luglio 2021
  • di
  • Luca Cartapatti
Accordo Tim Dazn

I diritti tv per trasmettere il campionato di calcio di serie A dalla prossima stagione se li è aggiudicati Dazn. Da fine agosto (data di inizio del campionato), infatti, gli appassionati dovranno sottoscrivere l'abbonamento a Dazn per seguire tutte le partite della squadra del cuore nella massima serie italiana.

Dazn si può vedere su tutti i dispositivi mobili (scaricando l'app), sui pc e sugli smart tv. Una soluzione che, con l'inizio del campionato e la necessità di trasmettere più partite in contemporanea potrebbe creare (come successo già in passato) non pochi problemi di visione agli utenti che, tra l'altro, devono essere in possesso di una connessione internet piuttosto stabile e veloce, che consenta uno streaming fluido.

L'accordo Tim-Dazn

Grazie a un accordo in esclusiva con Tim, però, l'app di Dazn è disponibile anche sui decoder di chi sottoscrive il servizio Timvision: un vantaggio questo per i clienti Tim (nuovi e vecchi) perché la visione dell'app direttamente sul decoder consente di limitare (come già era accaduto lo scorso triennio col canale 209 di Sky) gli eventuali problemi di sovraccarico della banda e di visione delle partite. Tuttavia questo accordo prevede che il decoder di Timvision sia l'unico a poter accedere all'app di Dazn e a tutto il suo palinsesto in esclusiva.

Antitrust apre un procedimento

Ed è proprio su questo accordo in esclusa con Tim che l'Antitrust vuole fare chiarezza. Il garante ha infatti avviato un'istruttoria nei confronti di Tim e Dazn per "possibile intesa restrittiva della concorrenza". Insomma l'Antitrust vuole vederci chiaro su questo accordo e sulle clausole che "limitano commercialmente Dazn nell’offerta di servizi televisivi a pagamento". 

Il fatto che l'app di Dazn sarà visibile solo sul decoder di Timvision potrebbe indurre molti utenti a scegliere di attivare una connessione a banda larga Tim, di fatto impedendo loro "di scegliere liberamente il proprio fornitore di connettività internet e la modalità di fruizione di Dazn". Ovvero l'utente rischia di vedersi costretto a sottoscrivere per la propria abitazione un servizio internet magari più caro di altri, solo per poter vedere la serie A senza problemi.

Per le stesse ragioni ad aprile anche l'Autorità Garante delle Comunicazioni era intervenuta aprendo un'istruttoria per "verificare l’eventuale sussistenza di effetti distorsivi o di posizioni comunque lesive del pluralismo alla luce dell’accordo di distribuzione con Dazn che, estendendo la partnership in essere, porta su Timvision i contenuti del servizio streaming per i prossimi tre anni". Ma non solo: nello scorso mese di giugno, sempre l'Agcom aveva adottato un "atto di indirizzo", una forte presa di posizione nella quale auspicava la possibilità di aprire anche ad altri operatori la possibilità offrire ai propri clienti l'abbonamento a Dazn, in modo da scongiurare eventuali fenomeni di congestione della rete e quindi di scarsa qualità della fruizione delle partite. 

L'offerta di Timvision

Ma cosa prevede l'offerta Timvision? La piattaforma di Tim offre la visione di tutta l'offerta di Dazn (compresa quindi la serie A e l'Europa League), ma anche le 104 partite di Champions League di Infinity+, il tutto al momento (e fino a fine luglio) in promozione a 19,99 euro al mese per 12 mesi invece di 29,99, con primo pagamento a partire dal 1° settembre. Timvision è al momento riservato solo ai vecchi e ai nuovi clienti Tim di linea fissa, ma dal 15 luglio sarà aperto anche ai clienti della linea mobile e, sempre dal 15 luglio, i clienti degli altri operatori interessati all’offerta potranno recarsi presso i punti vendita Tim. Staremo a vedere che tipo di offerta verrà fatta loro.