News

Bollo auto: continuano le commissioni illecite di Aci

08 giugno 2018
Commissione bollo Aci

08 giugno 2018
Aci fa ricorso al Consiglio di Stato. In attesa della sentenza viene sospesa la multa dell'Antitrust e continua ad essere applicata la commissione aggiuntiva se paghi il bollo con carta. 

 

 

Chi, dal 14 giugno 2014 a oggi, ha pagato il bollo auto tramite Aci (l'Automobil Club d'Italia), tanto sul loro sito quanto direttamente negli uffici, si è visto aggiungere una commissione per il solo fatto che ha utilizzato una carta di credito o un bancomat per pagare. Si tratta di una pratica illecita che avevamo segnalato da tempo all'Antitrust. E infatti il Garante aveva sanzionato Aci con 3 milioni di multa. Il Tar ha confermato la sanzione (dopo il ricorso di Aci), ma Aci ha fatto nuovo ricorso al Consiglio di Stato che si pronuncerà entro fine 2018.

No alle commissioni se paghi con carta o bancomat 

Il Codice del Consumo, infatti, sancisce il divieto assoluto di imporre spese aggiuntive ai consumatori per l’utilizzo di determinati strumenti di pagamento, come carte di credito o bancomat. In questo caso (come in molti altri che abbiamo più volte segnalato) Aci applicava per i pagamenti con carta di credito un costo aggiuntivo dell’1,2% sul bollo pagato (In pratica se il bollo era di 300 euro si pagavano 3,6 euro di commissioni). Chi ha pagato con bancomat negli uffici Aci ha invece subito una commissione fissa di 20 centesimi. 

Dopo la nostra segnalazione e l'avvio del procedimento da parte del Garante, Aci ha trasformato questa percentuale in una quota fissa di 75 centesimi. Ma l'Antitrust ha ritenuto che anche questa quota fissa violasse il principio sancito dal Codice del consumo e ha quindi sanzionato Aci. Infine, queste commissioni non sono state applicate ai soci Aci. Anche su questo aspetto Antitrust ha multato Aci visto che reclamizzava come offerta riservata ai soci un diritto riconosciuto a tutti dalla legge (articolo 62 del Codice del consumo in vigore dal 13 giugno 2014).

L’Antitrust ha chiesto ad Aci di eliminare le commissioni aggiuntive illecite, ma purtroppo, dopo la sospensione del Consiglio di Stato, la pratica scorretta continua. In attesa della decisione, prevista entro la fine 2018, paga il bollo dell'auto in altro modo. 


Stampa Invia