News

Lotteria degli scontrini: tutto rimandato al 2021

Doveva partire il 1° luglio, ma a causa dell'emergenza covid e delle sue restrizione, la così detta lotteria degli scontrini partirà solo dal prossimo gennaio. Non ci sarà quindi la prima estrazione prevista per il 7 agosto, anche se è già online la piattaforma per richiedere il proprio codice lotteria. Le regole comunque non cambiano: solo gli scontrini che riporteranno il codice potranno partecipare alle estrazioni. Ecco come funziona.

  • contributo tecnico di
  • Tatiana Oneta
  • di
  • Luca Cartapatti
19 maggio 2020
  • contributo tecnico di
  • Tatiana Oneta
  • di
  • Luca Cartapatti
Lotteria scontrini

Il 7 agosto doveva esserci la prima estrazione della cosiddetta lotteria degli scontrini per tutti gli scontrini emessi dal 1° di luglio. Tuttavia l’emergenza Covid 19 ha colpito questa tanto attesa novità spostandone ancora una volta la data di partenza che ora è fissata al 1° gennaio 2021.

Le regole non cambiano. Si può partecipare quindi con ogni scontrino emesso dopo tale data purché riporti il proprio codice lotteria. Ma che cos'è il codice lotteria? Si tratta di un codice personale che, fra non molto, si potrà richiedere sulla nuova piattaforma www.lotteriadegliscontrini.gov.it (dedicata interamente alla lotteria) e che funziona un po' come per la tessera sanitaria quando acquistiamo i farmaci: se vuole che il proprio scontrino possa partecipare all'estrazine, il consumatore dovrà, al momento dell'acquisto, comunicare il proprio “codice lotteria” all'esercente, esprimendo così la volontà di partecipare al concorso. L’esercente, attraverso un lettore ottico, effettua il collegamento tra lo scontrino e il codice lotteria del contribuente e trasmette i dati all’Agenzia delle entrate. 

Come si ottiene il codice lotteria

Sebbene la prima estrazione ci sarà solo ad agosto, è già online la piattaforma sulla quale (a breve) sarà già possibile richiedere il proprio codice lotteria. Ma di cosa si tratta nello specifico e come si ottiene? Per ottenere il proprio codice lotteria, alfanumerico e composto da 8 cifre, il consumatore dovrà inserire il proprio codice fiscale nell’area pubblica del Portale Lotteria (www.lotteriadegliscontrini.gov.it) dove non è necessario registrarsi e dove potrà generare più codici a lui associati e tutti ugualmente validi per l’estrazione. Il codice viene fornito anche in formato barcode (codice a barre). Una volta ottenuto, è sufficiente stampare il proprio codice lotteria o salvarlo sul proprio dispositivo mobile: smartphone, tablet e cellulare. Nessun problema nel caso in cui si smarrisce il codice: basta accedere nuovamente al Portale dedicato, inserire il proprio codice fiscale e visualizzare un nuovo codice lotteria.

Il Portale Lotteria è diviso in due sezioni, una pubblica e l’altra riservata.

L’area pubblica, cui si accede senza registrazione permette di generare il codice lotteria, visualizzare il calendario delle estrazioni e lo stato delle stesse, i codici vincenti degli scontrini, i premi non reclamati e le informazioni dettagliate sulle regole della lotteria.

L’area riservata, accessibile tramite SPID o il proprio PIN dell'Agenzia delle entrate consente di:

  • consultare il proprio profilo ed esercitare i propri diritti nei confronti del titolare del trattamento dei dati;
  • controllare il numero di biglietti virtuali della lotteria associati al singolo scontrino commerciale ricevuto;
  • verificare le vincite e tenere sotto controllo i termini per reclamare i premi;
  • attivare sms e altri mezzi di comunicazione.

lotteria degli scontrini

Come si partecipa alla lotteria?

La lotteria è riservata ovviamente ai maggiorenni che siano residenti in Italia che effettuino acquisti di beni o servizi in qualità di consumatori finali, quindi non per l’esercizio di impresa o professione. Ogni scontrino genera un numero di “biglietti virtuali” della lotteria pari a un biglietto per ogni euro di spesa, con un arrotondamento se la cifra decimale supera i 49 centesimi (per esempio, con 1,50 euro si ottengono due biglietti). Maggiore è l’importo speso maggiore sarà il numero di biglietti associati che vengono emessi, fino a un massimo di 1.000 biglietti per acquisti di importo pari o superiore a 1.000 euro. Come abbiamo già ricordato, sono solo gli scontrini elettronici che contengono il codice lotteria ad essere inviati dagli esercenti all’Agenzia delle entrate per permettere le estrazioni dei premi.

E’ importante sapere che gli scontrini cartacei non devono essere conservati per le estrazioni, ma rimangono validi per i consueti controlli fiscali o ai fini della garanzia.

Almeno per il momento gli acquisti documentati con fatture o scontrini inviati al sistema Tessera Sanitaria (per esempio, gli acquisti effettuati in farmacia, parafarmacia, ottici, laboratori di analisi e ambulatori veterinari…) e quelli per i quali il consumatore richieda all’esercente l’acquisizione del proprio codice fiscale al fine di usufruire di detrazioni o deduzioni fiscali.

Premi ed estrazioni

La lotteria seguirà di fatto due canali, uno per i pagamenti cash e uno per i così detti “zero contanti”, cioè quelli fatti con la moneta elettronica, che prevedono premi maggiorati per il consumatore e premi anche per gli esercenti, proprio per incentivare l'utilizzo di mezzi di pagamento tracciabili.

Ogni scontrino partecipa all’estrazione mensile di competenza e a quella annuale, dal 2021 anche a quella settimanale. La lotteria degli scontrini ha anche un grosso vantaggio rispetto a tutti gli altri giochi di Stato, i premi sono completamente esenti da imposte.

Per le estrazioni ordinarie sono previsti tre premi da 30.000 euro ad estrazione mensile più una annuale con una maxi estrazione finale simile a quella della lotteria Italia che prevede un assegno da un milione di euro cui partecipano tutti gli scontrini validamente emessi nell'anno. Fin qui quanto doveva partire a luglio, mentre dal 2021 si aggiungono anche 7 estrazioni settimanali da 5 mila euro a quelle mensili e a quella annuale.

Per le estrazioni legate alla modalità zero contanti il premio annuale della lotteria sarà di 5 milioni di euro per il consumatore e di un milione per l'esercente che ha emesso lo scontrino vincente. Mensilmente invece i premi saranno 10 da 100 mila euro l'uno, cui nel 2021 se ne aggiungeranno 15 settimanali da 25.000 euro. Anche le estrazioni mensili e settimanali prevedono dei premi per gli esercenti. Per questa seconda tipologia di estrazione siamo in attesa di un provvedimento che ne definisca ulteriori dettagli.

Come si riscuotere il premio

I premi vengono pagati dall’Agenzia delle Dogane esclusivamente tramite bonifico bancario, in assenza di conto corrente viene emesso un assegno circolare non trasferibile.

Per esser sicuri di riceve la comunicazione dell’avvenuta vincita noi consigliamo di registrarsi al Portale Lotteria infatti, in questo modo è possibile inserire i propri dati e se sei tra i fortunati vincitori vieni informato immediatamente tramite sms, e-mail o instant messaging. Inoltre, loggandosi sul Portale è possibile visualizzare eventuali vincite nel proprio profilo.

In ogni caso, chi vince riceve anche una comunicazione tramite una Pec inviata all’indirizzo che il consumatore ha indicato sul Portale Lotteria o tramite una raccomandata A/R che viene recapitata all’ultimo domicilio fiscale conosciuto dall’Agenzia. I premi devono essere riscossi entro 90 giorni dalla ricezione della comunicazione di vincita. In caso contrario, concorreranno alla formazione di eventuali altri premi da distribuire in occasione del concorso annuale.