Modelli di lettere

Richiesta di restituzione di quanto pagato in più sul mutuo a tasso variabile

18 aprile 2016

18 aprile 2016

La lettera va spedita all’Ufficio reclami della banca. È possibile usare una raccomandata a/r o una email e inviarla agli indirizzi che si trovano nella documentazione periodica che arriva dalla banca. Va allegata anche la comunicazione di Banca d’Italia agli operatori che trovi qui.

Mittente:

Nome Cognome del/dei mutuatario/i

Indirizzo

Telefono

Email                                                                                      

Destinatario:

  Ufficio Reclami Banca

  Indirizzo …..



Luogo e data………………..


Oggetto: mancata applicazione del parametro di indicizzazione negativo al mio mutuo stipulato con voi il ……..

Col presente reclamo vi chiedo la restituzione di quanto pagato in più con le rate del mio mutuo a tasso variabile stipulato in data ………………. , con rate mensili indicizzate all’Euribor 1m, 3m, o 6m (scegliere opzione) + uno spread del …………..

A partire da ……………………….. (scegliere opzione nella tabella in base a proprio parametro)  il parametro di indicizzazione del mio mutuo è diventato negativo e per effetto di ciò il tasso applicato al mutuo sarebbe dovuto essere (spread – parametro). Così non è stato: infatti in tutte le rate mi è stato applicato un tasso pari allo spread.

Nel mio contratto non risulta alcun tasso floor e per questo, come da Comunicazione di Banca d’Italia dello scorso 3 febbraio 2016 che allego, vi chiedo la restituzione di quanto già pagato in più oltre ovviamente alla corretta applicazione del calcolo del tasso del mutuo per le rate successive.

Resto in attesa di un Vostro riscontro entro 30 giorni dal ricevimento della presente lettera; in caso contrario mi rivolgerò all’Arbitro bancario e finanziario.

Cordiali Saluti

Allegati: Comunicazione Banca d’Italia agli operatori. 


Stampa Invia