News

L'acqua a portata di mano con le borracce

Comprare una borraccia o riusare la bottiglietta? I nostri consigli per portare in giro (e bere) l’acqua del sindaco in modo sicuro.

10 aprile 2019
borracce

Per l’acqua: meglio la borraccia

La borraccia è la scelta migliore per chi consuma abitualmente acqua del rubinetto e la vuole portare a riempire durante la giornata. Quelle in alluminio hanno un buon rapporto fra costo e durata, ma un uso prolungato può dare all’acqua un cattivo sapore. Per evitarlo basta una regolare pulizia: si può usare uno scovolino di plastica e il normale detersivo per i piatti. Le borracce in metallo sono meno soggette alla proliferazione di muffe e batteri; quelle in plastica a volte danno una nota di sapore sgradevole all’acqua. Meglio scegliere una borraccia che può essere lavata in lavastoviglie. Se si riempie con o succhi va pulita, subito dopo l’uso, con uno scovolino e sapone per piatti. Per togliere gli odori basta versare nella borraccia acqua calda e un cucchiaino di bicarbonato; chiuderla, agitare e lasciarla riposare per 10 ore; poi svuotare e sciacquarla con acqua fresca corrente.

La bottiglietta: usala per poco

Riutilizzare la bottiglietta dell’acqua è una soluzione a costo zero, ma le bottiglie di plastica in PET sono progettate per essere usate una sola volta. Questo significa che, una volta svuotate, dovrebbero essere smaltite. Un utilizzo prolungato di questi contenitori potrebbe intaccarne le caratteristiche sia fisiche (tendono a deformarsi e il tappo può non chiudersi bene) sia chimiche e permettere che la plastica venga a contatto più facilmente con gli alimenti. Utilizzarle più volte (anche per bevande che non siano l’acqua, addirittura calde) non è consigliabile, neanche dal punto di vista igienico, perché potrebbe verificarsi una contaminazione microbica. Il materiale trasparente poi non protegge l’acqua dalla luce e favorisce l’attecchimento di alghe e batteri. Meglio, dunque, usarle solo saltuariamente; se si beve abitualmente acqua di rubinetto, serve una buona borraccia.