News

Gasatori per l'acqua: costano più dell'acqua in bottiglia

30 dicembre 2016
gasatori acqua

30 dicembre 2016

Consentono di produrre meno rifiuti, ma in un anno l’acqua gasata a casa viene a costare più di quella acquistata in bottiglia. Ma, al di là del costo, i gasatori per l'acqua fanno davvero ciò che promettono? Ne abbiamo testati cinque e non sempre le caratteristiche indicate dai produttori rispondono al vero. Ecco cosa abbiamo scoperto.

Se da tempo hai smesso di acquistare le bottiglie di acqua naturale al supermercato e preferisci quella del rubinetto, stai sicuramente risparmiando soldi e inquinando di meno. Certo, obiettano gli amanti dell'acqua frizzante, è facile se a piacerti è l'acqua "liscia". Ma i cultori delle bollicine? Anche chi, per intenderci, sceglie la marca di acqua più frizzante possibile può abbandonare la strada del supermercato. Purtroppo però in questo caso non è una scelta economica: creare le bramate bollicine con un apparecchio gasatore in un anno costa 265 euro, contro i 204 euro in media se l'acqua si acquista in bottiglia. Questo e altro è emerso dal nostro test su cinque modelli di apparecchi per gasare l'acqua, tra cui anche quello della Beghelli che offre tre funzioni (filtra, addolcisce l'acqua del rubinetto e la frizza).

Gli apparecchi gasatori funzionano grazie a un motore, un cilindro in metallo che contiene il gas alimentare (in etichetta indicato con E290) e una bottiglia in cui l'acqua viene resa frizzante. La quantità di gas contenuta nel cilindro è il vero punto critico di questi apparecchi, perché è risultato che non corrisponde sempre a quella dichiarata dai produttori.

Promesse tante bollicine con poco gas 

Ecco alcuni punti in cui abbiamo rilevato delle discrepanze rispetto quanto dichiarato dai produttori o scritto sulle confezioni.

  • Quantità di gas: tutti i cilindri dichiarano 425 grammi di gas, ma con Beghelli se ne usano 85 grammi in meno, con Imetec 71; è possibile che non siano stati riempiti a sufficienza oppure che il gas ci sia ma non si riesca a utilizzarlo.
  • Quanta acqua possono "gasare"? Gli apparecchi del test dichiarano sulla confezione che "gasano fino a 80 litri di acqua". In laboratorio abbiamo regolato al massimo l'uscita di gas e abbiamo calcolato la quantità di litri d'acqua frizzante prodotta usando una ricarica. Non ci aspettavamo magari di raggiungere proprio gli 80 litri, ma neppure di fermarci - nel caso migliore - a 44 litri con Sodastream Jet. Happy Frizz non dichiara quanti litri può preparare, ma a fine prova abbiamo ricavato 64 litri (è il motivo per cui ha un costo annuo basso).
  • Capacità dichiarata delle bottiglie in ml: il contenuto misurato è sempre inferiore, anche di 100 ml, rispetto a quello dichiarato. Sodastream Jet e Happy Frizz sono penalizzati nel giudizio per l'assenza di alcune di queste informazioni

Bollicine in casa? L'ambiente ringrazia 

Se si passa dall'acqua naturale in bottiglia a quella del rubinetto si opera un taglio netto alla produzione e smaltimento della plastica. Non è esattamente così con le bollicine fatte in casa: anche se in piccola quantità, i rifiuti ci sono. Un gasatore è pur sempre un apparecchio che va smaltito nelle isole ecologiche o se funziona con alimentazione elettrica o batteria si può riportare al negozio al momento di acquistarne uno nuovo. Per quanto riguarda le bottiglie, il materiale usato è il Pet, facile da riciclare e non tossico.

Si risparmia? Non proprio 

Per calcolare quanto costa bere acqua frizzante fatta in casa con un apparecchio gasatore, ipotizzando un consumo di due litri al giorno (come consiglia l'Oms, Organizzazione mondiale della sanità), abbiamo preso come riferimento un periodo di cinque anni sul quale abbiamo ammortizzato il prezzo di acquisto dell'apparecchio, il costo dell'acqua del rubinetto, il prezzo delle ricariche di gas e quello delle bottiglie da sostituire una volta arrivate a scadenza (tutte dovrebbero riportarla). Happy Frizz Essential è il gasatore che fa spendere di meno, 132 euro l'anno, anche perché il prezzo d'acquisto è il più basso. Il più caro è Beghelli, anche se non si può confrontare, essendo un apparecchio con due funzioni in più, filtro e addolcitore. Con Sodastream Power black si spendono in un anno 295 euro.

Gasatore: è facile da usare?

Abbiamo valutato la facilità di utilizzo di questi apparecchi quando si inseriscono e si estraggono bottiglia e cilindro e si regola la quantità di gas, per ottenere un'acqua più o meno frizzante. E anche pulizia e manutenzione. Promossi tutti e cinque i prodotti. Sodastream power black si distingue in positivo perché ha un sistema di chiusura a scatto per inserire la bottiglia d'acqua molto comodo e veloce. Il meno agevole è risultato Beghelli, perché richiede più sforzo e più tempo, anche se risulta quello più accessibile per la sostituzione del cilindro e la manutenzione. Per quanto riguarda i manuali d'istruzione, quello di Happy Frizz essential è avaro di informazioni su aspetti importanti come l'utilizzo, la sicurezza e lo smaltimento a fine vita.


Stampa Invia