Consigli

8 consigli per utilizzare al meglio il congelatore

Il freezer può rivelarsi un alleato prezioso in cucina. Ma sei sicuro di utilizzarlo bene? Ad esempio conosci la differenza tra prodotti congelati e prodotti surgelati? Quali alimenti si possono congelare in sicurezza? E quanto dura un prodotto una volta congelato? Ecco 8 semplici accorgimenti per sfruttare il tuo congelatore al meglio.

03 luglio 2020
freezer

Il congelatore è un elettrodomestico utilissimo, ma il suo utilizzo spesso provoca dubbi. Un uso corretto permette di non sprecare cibo, conservando le scorte e preservandone il gusto e le peculiarità. Per usarlo al meglio bisogna conoscere qual è la sua capacità congelante e quali sono gli alimenti che possono essere congelati al suo interno, ricordando che sotto lo zero molti di questi resistono per mesi. 

8 consigli per utilizzare correttamente il congelatore

  1. Surgelare e congelare non sono la stessa cosa. La surgelazione è una congelazione in cui l’alimento raggiunge i -18°C in brevissimo tempo. I cristalli di ghiaccio che si formano sono molto piccoli e in questo modo il gusto e il valore nutrizionale si danneggiano il meno possibile. Questo processo è possibile solo attraverso degli abbattitori che arrivano fino a -40°C, ma questi sono ancora troppo costosi e voluminosi per essere utilizzati tra le mura domestiche. Congelare è l’operazione possibile in casa: i cibi vengono portati a -18°C nell’arco di 24h, ed è il modo migliore a livello casalingo per mantenere le proprietà e il gusto di un cibo. I congelatori non sono tutti uguali. Quelli a 3 stelle raggiungono i -18°C, possono conservare i cibi surgelati acquistati ma non garantiscono un raffreddamento sufficiente per congelare. Quelli a 4 stelle invece sono capaci di congelare alimenti freschi e la loro temperatura può essere abbassata oltre i -18°C. 

  2. Verifica la temperatura del congelatore. Questa deve essere almeno di -20°CSe si desidera congelare è bene quindi possedere un congelatore a 4 stelle, non importa di che dimensioni: solo in questo modo potremo garantire di raggiungere di -18°C in tutte le parti dei nostri alimenti congelati.

  3. Mantieni la catena del freddo. Data l’efficienza di congelamento e il mantenimento della catena del freddo, i surgelati sono alimenti molto sicuri. Quando si acquistano è importante però interrompere il minor tempo possibile questa catena. Come fare? Per prima cosa quando acquistiamo surgelati verifichiamo che le confezioni non abbiano la brina - segno di cattiva conservazione -, non devono essere danneggiate e dobbiamo trasportarle in sacchetti frigo riutilizzabili evitando di esporle a fonti di calore nel tragitto (breve) tra il banco e il congelatore di casa.

  4. Tieni a mente cosa puoi congelare e cosa no. Puoi congelare:
    - carne
    - pesce 
    - frutta 
    - verdura 
    - formaggi stagionati 
    - burro
    - cereali precotti
    - pane e pizza

    Non puoi congelare:
    - uova
    - latte
    - formaggio (freschi, morbidi, primosale)
    - conserve aperte
    - succhi di frutta 
    - prodotti di pasticceria. 

  5. Puoi congelare alimenti sia cotti che crudi. Non solo carne e pesce, ma anche frutta e verdura si possono congelare per essere riutilizzate in più modi. Da cruda possiamo lavarla, tagliarla e congelarla. Una volta scongelata non avrà la consistenza ideale ma potrà essere utilizzata, nel caso della verdura, per essere saltata in padella o aggiunta al minestrone e nel caso della frutta per preparare frullati, marmellate o arricchire macedonie e yogurt. Per mantenere al meglio le caratteristiche della frutta possiamo anche bagnarla in uno sciroppo di zucchero o intingerla nello zucchero prima di congelarla. Allo scongelamento sarà più dolce ma avrà una consistenza migliore. 

  6. Etichetta ciò che congeli. Quando congeli ricorda di mettere un’etichetta con la data di congelamento e il suo contenuto sul sacchetto o sul contenitore. Sarà più facile così gestire le scorte anche quando non riuscirai a riconoscere il contenuto dei vari pacchetti.

  7. Ricorda che la durata degli alimenti in freezer varia. La durata di conservazione di un alimento in freezer varia da alimento ad alimento. Ad esempio la carne di pollo, tacchino e bovino dura dai 6 ai 12 mesi, la carne di suino dai 4 ai 6, mentre le carni lavorate vanno da 1 a 2 mesi nel caso di salumi e salsicce, e fino a 3-4 mesi per hamburger e carne trita. Il pesce fresco ha una durata di 3-4 mesi e i piatti pronti invece di 2-3. Frutta e verdura dura sino a 10-12 mesi e per questo motivo bisogna assolutamente considerarne il congelamento. 

  8. Scongela correttamentePer scongelare correttamente un alimento senza correre rischi per la salute è consigliato metterlo in frigorifero qualche ora prima del suo utilizzo. Se invece hai poco tempo e hai a disposizione un microonde, approfitta della sua funzione di scongelamento. Ricorda bene, però, che una volta scongelato l’alimento con questo metodo bisogna mangiarlo o cucinarlo entro poco tempo. Contrariamente a quanto si pensa, invece, da cotto lo potrai nuovamente congelare mantenendolo in freezer per una durata di 3 mesi al massimo.

Il congelatore

Guarda il video per conoscere il frigo di Rebecca e la sua famiglia, e segui anche tu i consigli della nostra esperta per organizzare e utilizzare al meglio il tuo congelatore.

 

Contenuto realizzato nell’ambito del progetto La Spesa Che Sfida finanziato dal Ministero dello sviluppo economico (DM 7 febbraio 2018)