News

Smascheriamo le bufale sul cibo più diffuse

15 gennaio 2018
dieta mima digiuno

15 gennaio 2018

Devo eliminare il glutine dalla dieta? Le bacche di Goji sono miracolose? Ce ne sono tanti e spopolano (soprattutto sul web): sono i falsi miti sul cibo. E, soprattutto perché sono duri a morire, purtroppo, sono in molti a crederci, spesso rischiando la salute. Vediamo uno a uno quelli più diffusi e diciamo tutta la verità.

Bufale alimentari

Eliminare il glutine dalla dieta fa dimagrire e ringiovanisce la pelle? I succhi di frutta detox sono capaci di eliminare le tossine dal nostro corpo? I carboidrati fanno ingrassare? Sì sa: le bufale sui cibi sono davvero tantissime e, a volte, crederci potrebbe comportare anche dei rischi per la nostra salute. Devi stare molto attento a quello che leggi, soprattutto in rete: noi smascheriamo le più diffuse.

Eliminiamo il glutine dalla dieta

Un'alimentazione senza glutine aiuta a mantenere la linea, fa funzionare meglio l'intestino, disintossica e migliora l'aspetto della pelle? Non è vero. Se non ci sono reali problemi di salute, come la celiachia o la sensibilità al glutine diagnosticata da un medico, ridurre, o addirittura eliminare, il glutine dalla propria dieta può condurre a un regime dietetico molto restrittivo in alcuni casi sbilanciato perché quasi del tutto privo di carboidrati, la nostra fonte principale di energia. Non solo: se non si è celiaci non si accede ai rimborsi Ssn e si pagano moltissimo i prodotti gluten free.

I succhi detox per purificarsi

Depurarsi dalle tossine con i succhi detox è una delle ultime mode: celebrità hollywoodiane e blogger ne sono testimonial. Si tratta di centrifugati o estratti di frutta e verdura (generalmente dello stesso colore) che vanno a sostituire i pasti per qualche giorno. Ma una dieta di solo succhi è necessaria? Certamente fanno perdere peso (l'apporto calorico giornaliero è bassissimo), ma si rischia di stramazzare al suolo e di incappare in carenze alimentari. Inoltre il nostro organismo, se alimentato correttamente tramite il consumo giornaliero di frutta e verdura, è perfettamente in grado di provvedere autonomamente alla funzione “detox”, se così la vogliamo chiamare. Come se non bastasse per nutrirsi di solo succhi, pronti e consegnati direttamente a casa, si arriva a spendere diverse decine di euro al giorno. Se vuoi perdere peso consulta il tuo medico per trovare la soluzione più adatta al tuo fisico e non farti abbindolare dalle diete dell'ultimo grido: possono essere dannose, dispendiose e danno false speranze.

Supercibi: alimenti ideali

Mirtilli, barbabietole, melograno, cacao e salmone: sono nella lista dei cosiddetti supercibi, ovvero gli alimenti ideali che garantiscono salute e lunga vita. Non si tratta di una bufala vera e propria, ma di un'esagerazione che enfatizza i risultati di ricerche sulla cui scientificità ci sarebbe ancora da discutere o che sono state condotte in vitro o sugli animali: spesso si tratta di benefici solo potenziali. Anche se chi divulga i risultati si guarda bene dal dirlo, per non diminuirne i presunti benefici eccezionali e quindi avere più attrattiva da parte del pubblico. Anche se fossero a disposizione più conferme scientifiche, è irrealistico aspettarsi che una gamma ristretta di “supercibi” migliori in modo significativo il nostro benessere perché va considerato anche come questi si inseriscono nella dieta della popolazione. Inoltre etichettare alcuni alimenti come ‘super’ può anche dare l’impressione che altri alimenti normalmente presenti nella nostra alimentazione non siano poi così tanto salutari quando, in realtà, forniscono elementi nutritivi di alto valore.

Le bacche di Goji allungano la vita

Sono conosciute come il frutto della longevità, un elisir per ridurre i livelli di colesterolo nel sangue, rinforzare le difese immunitarie, prevenire l'invecchiamento e le malattie cardiovascolari. Peccato che l'Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa) non ha approvato nessuno di questi claim e manchino prove scientifiche adeguate: sono una fonte naturale di vitamine e minerali come qualsiasi altra frutta e verdura.

E330: additivo tossico

Ogni anno si ripresenta la solita bufala: un volantino apparentemente redatto dall'Istituto Nazionale Tumori CRO di Aviano che riporta un inattendibile elenco degli additivi alimentari pericolosi. Tra questi si troverebbe l'E330 è considerato l'additivo più pericoloso per la nostra salute, ma è del tutto innocuo: si tratta dell'acido citrico, componente naturali degli agrumi, ed è usato come antiossidante. Di fatto si tratta di una bufala: l'istituto non ha mai diffuso la lista e ci ha fatto sapere di aver avviato azioni legali a tutela della propria immagine.

Molti additivi andrebbero eliminati perché del tutto inutili, ma alcuni sono innocui e fondamentali per la corretta conservazione del cibo. Ne traggono vantaggio, non solo i produttori, ma anche noi consumatori (basta pensare ai cibi in scatola facili da conservare e trasportare).

I carboidrati non vanno consumati a cena

Sfatiamo il falso mito più "temuto": pane, pasta e riso non fanno ingrassare. Questi alimenti sono ricchi di carboidrati complessi che forniscono al nostro corpo l'energia e dovrebbero costituire circa il 60% delle calorie quotidiane. Ovviamente bisogna evitare gli eccessi, come porzioni esagerate o condimenti troppo grassi. Vanno evitati di sera? Anche questa è una convinzione errata: non conta quando assumiamo carboidrati, ma il bilancio complessivo di calorie a fine giornata.

I cereali integrali non fanno ingrassare

Esiste l'errata credenza che i cereali integrali sono consigliati solo a chi è a dieta, perché non farebbero ingrassare, però l'unica differenza che hanno rispetto a quelli raffinati è l'apporto di fibre. Le calorie, infatti, sono di poco inferiori, ma le fibre (presenti anche in frutta e verdura) migliorano l'attività dell'intestino e aumentano il senso di sazietà.

Latte: un nemico per gli adulti

Ottimo per i bambini, ma nemico per gli adulti: favorirebbe l'osteoporosi, provoca disturbi gastrici e intestinali, aumenterebbe il rischio di tumori. In realtà mancano ancora dati sicuri. Quello che si sa è che il latte fa bene alle ossa e ai denti, alla salute dei muscoli, pelle e capelli. Consumato in una dieta equilibrata che comprende cinque porzioni di frutta e verdura e l'assunzione limitata di sale, può contribuire all'abbassamento della pressione arteriosa, a diminuire il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 e proteggerebbe contro diversi tumori. L'Istituto europeo di oncologia afferma che ad oggi, per quanto riguarda uova, latte e suoi derivati, carni bianche e pesce, non ci sono prove scientifiche che confermano la loro influenza sullo sviluppo di tumori. Quindi si può continuare a bere latte e consumare latticini, ma sempre con moderazione. Se invece decidi di non farlo per motivi etici è bene che tu sappia che il calcio è presente in molti prodotti vegetali, come semi di lino o di sesamo, cavoli, spinaci, legumi e mandorle.