Come testiamo

Come testiamo i detersivi per il bagno

29 giugno 2017
detergente bagno

29 giugno 2017
Un buon detersivo bagno deve rimuovere lo sporco ed essere efficace contro il calcare. Ma è altrettanto importante che sia un prodotto sicuro. Scopri quali sono le prove che abbiamo fatto in laboratorio.

Abbiamo testato i detersivi per il bagno concentrandoci sull'efficacia sullo sporco e sulla rimozione del calcare, l'aggressività, la sicurezza e l'impatto ambientale. Abbiamo anche valutato il costo al litro.

scopri qual è il miglior detersivo per il bagno

Efficacia sullo sporco

Abbiamo verificato l’efficacia di rimozione dello sporco tipico delle superfici del bagno (portasapone, piatti doccia, vasche da bagno, piastrelle del bagno) che si forma quando un sapone entra in contatto con acqua e calcare. Per valutare la capacità pulente di ciascun prodotto, abbiamo applicato il finto sporco su un’apposita piastrella e lasciato agire il detergente per 15 minuti.

Rimozione del calcare

Per verificare l’efficacia nel rimuovere il calcare di ciascun prodotto, abbiamo immerso due barrette di calcare spezzettate nel detergente puro e lo abbiamo lasciato agire per 30 minuti. Dal confronto tra il peso iniziale e finale delle barrette, si misura la capacità del prodotto di rimuovere il calcare.

Aggressività delle superfici

Secondo quanto previsto dallo standard DIN 53449 abbiamo utilizzato lastre di plastica su cui è inserito un chiodo per creare un punto di debolezza e di infiltrazione. Le lastre sono immerse nel prodotto brevemente, ogni 24 ore per 5 giorni consecutivi. La presenza di crepe viene valutata a tempi definiti: 4 ore, 24h ore, dopo ogni 24 ore per 14 giorni.

Sicurezza

I detergenti per la pulizia del bagno, a causa della loro acidità, provocano gravi lesioni oculari e irritazione cutanea. Il requisito minimo è il rispetto della normativa vigente in termini di simboli e frasi di avvertenza, la presenza della chiusura di sicurezza sullo spruzzino. Punteggi aggiuntivi per chi volontariamente sceglie di riportare informazioni aggiuntive come il numero del centro antiveleni da contattare in caso di emergenza o che utilizza i pittogrammi per illustrare le avvertenze, rendendole più chiare e visibili.

Impatto ambientale

La valutazione dell’impatto ambientale dei detergenti si basa su due aspetti:

  • imballaggio: calcoliamo il rapporto tra il peso del contenitore vuoto e il contenuto, premiando l’eventuale presenza di ricariche (così non si deve buttare ogni volta lo spruzzino);
  • ingredienti: sulla base della lista ingredienti che i produttori devono mettere a disposizione dei consumatori, valutiamo gli ingredienti che possono essere tossici per l’ambiente acquatico, provocare eutrofizzazione, penalizziamo quelli scarsamente biodegradabili o bioaccumulabili.

Costo al litro

Il costo al litro in tabella non è prezzo di acquisto/contenuto dichiarato dal produttore, perché utilizziamo anche altri valori misurati in laboratorio. Prima di tutto misuriamo il reale contenuto e poi verifichiamo quanto di questo prodotto sia realmente utilizzabile, cioè valutiamo quanto ne resta nel flacone o nello spruzzino senza che il consumatore possa utilizzarlo. Quest'ultimo è prodotto perso perché è acquistato, ma non usato.