News

Disservizi di telefonia mobile: cosa fare?

Il tuo operatore ha momentaneamente (e ingiustificatamente) sospeso il servizio? Ha ritardato l’attivazione di un servizio o la portabilità di un numero? Ti ha attivato un servizio o una tariffa che non hai mai richiesto? Puoi chiedere un indennizzo.

09 novembre 2018
disservizi

Il tuo operatore telefonico ha momentaneamente (e ingiustificatamente) sospeso il servizio? Ha ritardato l’attivazione di un servizio o la portabilità di un numero? Ti ha attivato un servizio o una tariffa che non hai mai richiesto? Confrontati con gli altri utenti della community sui disservizi di telefonia mobile, fissa o adsl/fibra.

partecipa alla community

Nel frattempo ti diciamo come puoi comportarti in questi casi. 

Scrivi un reclamo e chiedi un indennizzo

Invia un reclamo scritto all'operatore telefonico affinché risolva il problema (se ancora non ha provveduto) e chiedi un indennizzo per il disservizio subito. L'ammontare dell'indennizzo è solitamente quantificato nella Carta dei Servizi dell'operatore stesso.

Cosa fare se l'operatore non risponde 

Se l’operatore non risponde entro 45 giorni o rigetta il reclamo puoi proporre istanza di conciliazione davanti a un Co.re.com, all’Agcom o, se se nostro socio, tramite i nostri legali. È una procedura semplice e gratuita nel corso della quale si cerca una soluzione amichevole con l’operatore. Se nemmeno la conciliazione ha l’effetto sperato, puoi rivolgerti all’Autorità o al Co.re.com competente (in base alla residenza dell’utente) per definire la controversia applicando gli indennizzi stabiliti dall’Autorità e rivisti lo scorso luglio. Se l'operatore riconosce indennizzi più favorevoli verranno applicati quelli invece degli indennizzi fissati dall'autorità. Ecco quanto puoi chiedere secondo l'Agcom.

Gli indennizzi stabiliti dall'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni
TIPO DI DISSERVIZIO INDENNIZZO

Ritardo nell’attivazione del servizio

Mancato rispetto degli oneri informativi circa i motivi del ritardo, i tempi necessari all’attivazione del servizio o gli eventuali impedimenti

Informazioni non veritiere circa l’esistenza di impedimenti tecnici o amministrativi

Sospensione o cessazione del servizio

 

7,50 euro al giorno

Se il servizio è accessorio:

2,50 euro al giorno (fino a un massimo di 300 euro)

Se il servizio è gratuito:

1 euro al giorno (fino a un massimo di 100 euro)

Completa interruzione del servizio  

6 euro al giorno

Se il servizio è accessorio:

2,50 euro al giorno (fino a un massimo di 300 euro)

Se il servizio è gratuito:

1 euro al giorno (fino a un massimo di 100 euro)

Irregolare o discontinua erogazione del servizio  

3 euro al giorno

Se il servizio è accessorio:

2,50 euro al giorno (fino a un massimo di 300 euro)

Se il servizio è gratuito:

1 euro al giorno (fino a un massimo di 100 euro)

Ritardo nel cambio operatore 1,50 euro al giorno
Ritardo nella portabilità del numero 5 euro al giorno
Attivazione servizi non richiesti 5 euro al giorno
Attivazione servizi accessori e piani tariffari non richiesti 2,50 euro al giorno
Perdita della numerazione 100 euro per ogni anno di utilizzo precedente (fino a un massimo di 1.500 euro)
Mancata o ritardata risposta ai reclami 2,50 euro al giorno (fino a un massimo di 300 euro)
Attivazione o disattivazione non richiesta della prestazione di carrier selection o carrier pre-selection 2,50 euro al giorno oltre allo storno di quanto speso per la prestazione

Cosa sono carrier selection e carrier pre-selection 

Con il carrier selection puoi scegliere un operatore diverso da quello predefinito per chiamate nazionali o internazionali, cioè diverso da quello scelto in via preventiva dal tuo operatore. Il carrier pre-selection, invece, ti permette di scegliere un operatore di transito nazionale e internazionale alternativo, su base permanente, diverso da quello scelto dal tuo operatore.

Quando l'indennizzo è automatico

Tieni presente che in caso di ritardo nell’attivazione di un servizio o di sospensione o cessazione del servizio, l’operatore deve in automatico accreditare l’indennizzo nella prima fattura utile decorsi 45 giorni dalla segnalazione o dalla risoluzione del problema, se successiva alla segnalazione, oppure mediante accredito sul traffico telefonico, entro 60 giorni. In questi casi è fatto salvo il diritto del gestore a ottenere indietro gli importi se risulta che non andavano corrisposti. Negli altri casi gli indennizzi verranno versati una volta risolta la controversia a favore dell’utente.

La community sulla telefonia fissa e mobile

Hai avuto anche tu un problema con un operatore? Parlane con gli altri utenti della community sulla telefonia fissa e mobile.

scopri la community sui disservizi telefonici