News

Mascherina: in quali casi è meglio usarla comunque?

Decade l'obbligo di portare la mascherina in molti luoghi, anche al chiuso, come discoteche, negozi, bar e ristoranti. Ma è davvero una buona idea togliere la mascherina in tutti questi posti? Quanto rischio si corre, ad esempio, a non portarla nei luoghi affollati?  Ecco dove è più sicuro tenerla (anche se non c'è più l'obbligo) e dove invece si può abbandonarla con più tranquillità.

  • contributo tecnico di
  • Daniele Caldara
  • di
  • Luca Cartapatti
01 maggio 2022
  • contributo tecnico di
  • Daniele Caldara
  • di
  • Luca Cartapatti
Stop mascherine

Dal 1° maggio via libera a togliere la mascherina nei ristoranti, nei bar e nei pub al chiuso, nei negozi, nei centri commerciali, da parrucchieri ed estetisti e nella grande distribuzione. Si può entrare senza anche nelle discoteche (dove comunque era già possibile abbassarla al momento di ballare), così come si può continuare a non usarla in tutti i luoghi all'aperto (già dal'11 febbraio) e durante le attività sportive. Per i restanti luoghi è probabile che ci sarò il definitivo affrancamento dalla mascherina a partire dal prossimo 15 giugno.

Mascherina: toglierla o tenerla? Cosa fare caso per caso

Al di là degli obblighi e delle raccomandazioni del Governo, siamo andati a vedere quando è davvero utile, dal punto di vista sanitario, continuare a tenere la mascherina (anche dove non è più obbligatoria) e quando invece toglierla comporterebbe rischi trascurabili. Ecco i nostri consigli caso per caso.

All’aria aperta

All'aperto ormai non esiste più l'obbligo di indossare la mascherina dall'11 febbraio. Ma davvero si può farne a meno senza alcuna preoccupazione? Non in tutti i casi. Si è a rischio, ad esempio, solo in situazioni di affollamento (concerti, stadi, discoteche…) o quando si interagisce con persone in modo ravvicinato per molto tempo. In questi casi, la mascherina può dare una protezione addizionale perché nonostante l’aria aperta, se le persone sono accalcate possono comunque infettarne altre in un raggio relativamente breve tramite le goccioline espulse parlando e respirando, ma soprattutto cantando e urlando.

In qualunque altro contesto, per esempio passeggiando per strada, sdraiati al parco, seduti ai giardini, se non siamo troppo vicini ad altre persone, tenere la mascherina è superfluo, cioè non garantisce una protezione addizionale rispetto ai veri fattori di protezione: la distanza tra le persone e l’enorme volume d’aria che consente di disperdere eventuali aerosol infetti. In questi contesti, anche se non siamo proprio in solitudine ma c’è qualcuno attorno, non si corrono rischi significativi.

Accedi al sito per continuare a leggere

Questo contenuto è riservato a soci e FAN

Entra

Non hai ancora un account? Registrati