News

Antidolorifici, attenzione agli effetti indesiderati

28 giugno 2016
Antidolorifici, attenzione agli effetti indesiderati

28 giugno 2016

Gli antinfiammatori sono tra i farmaci più utilizzati contro il dolore, anche senza ricetta medica. Ma possono provocare effetti indesiderati, anche gravi. I nostri consigli.

Insieme al paracetamolo, i farmaci analgesici (cioè contro il dolore) più acquistati in Italia sono i Fans, Farmaci antinfiammatori non steroidei: fra questi rientrano per esempio l‘acido acetilsalicilico, l’ibuprofene, il diclofenac e molti altri. Parliamo di farmaci noti, come Aspirina, Aulin, Moment, Voltaren e molti equivalenti (detti anche generici).

Quali antidolorifici prendere?
L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha stabilito una scala di somministrazione di antidolorifici in base alle caratteristiche e all’entità del dolore: si parte dagli antinfiammatori e dal paracetamolo, seguiti da oppioidi leggeri (ad esempio la codeina) per arrivare infine alla morfina nei casi più gravi.

Quali sono i farmaci antidolorifici più usati?
Antinfiammatori e paracetamolo sono gli antidolorifici più usati per trattare dolori generalizzati, febbre e infiammazioni. Molti di questi  non richiedono la ricetta.

Come funzionano gli antinfiammatori?
Gli antidolorifici antinfiammatori funzionano bloccando la produzione delle prostaglandine, sostanze che nel nostro organismo sono una sorta di mediatori chimici del processo infiammatorio. Le prostaglandine hanno però anche altre importanti funzioni nel nostro organismo, e proprio per questo i Fans, bloccandone l’azione, presentano anche effetti indesiderati da non trascurare.

Quali sono i principali effetti indesiderati degli antinfiammatori?
Fatta eccezione per l’acido acetilsalicilico, gli antinfiammatori, se assunti con regolarità ed elevata frequenza, possono aumentare il rischio di complicazioni cardiache o peggiorare le condizioni di salute di chi già soffre di pressione alta.
Un altro effetto è che sono irritanti per lo stomaco: fra il 5 e il 10 percento delle persone che assumono Fans con regolarità nell’arco di un anno potrebbero soffrire di sanguinamento.
Infine, per i diabetici è bene sempre consultare il medico prima dell’assunzione dei Fans, perché studi hanno rilevato casi di insufficienze renali in seguito al loro uso.

Ci sono alternative agli antinfiammatori?
Una alternativa agli antinfiammatori è il paracetamolo: non provoca danni allo stomaco ed è per questo il farmaco antidolorifico di prima scelta, indicato in particolare per persone che soffrono di problemi di stomaco, donne gravide e bambini.

Consigli per l’uso
  • Preferite i farmaci generici o equivalenti, cioè chiamati con il nome del principio attivo: hanno la stessa efficacia e costano meno.
  • Nonostante quanto afferma la pubblicità, gli studi clinici attualmente disponibili evidenziano che non esiste un antiinfiammatorio specifico per mal di testa, mal di schiena, dolori mestruali o altro. Se sono presi in dosi equivalenti, il loro effetto è essenzialmente lo stesso su dolori di qualsiasi provenienza. Meglio evitare di acquistare tanti antidolorifici diversi.
  • Meglio evitare farmaci che contengono associazioni di diversi princìpi attivi: l’efficacia non migliore e il rischio di effetti indesiderati aumenta.
  • Utilizzate gli antidolorifici solo per periodi brevi. Se il dolore continua, andate dal medico.

Stampa Invia