News

Colesterolo: sempre più statine, ma vanno limitate

30 aprile 2014
statine

30 aprile 2014

Sono sempre più prescritte, ma comportano degli effetti indesiderati, per cui è importante assumerle solo quando serve. Recentemente gli Usa hanno allargato le fasce a cui sono consigliate; noi restiamo fedeli alle direttive ufficiali italiane. Le abbiamo usate anche per costruire il nostro servizio online, con cui puoi calcolare il tuo rischio cardiovascolare e avere preziosi consigli.

Le statine vengono prescritte sempre di più in Italia. È quanto sostengono gli ultimi dati ufficiali (Osmed 2012) su questo farmaco usato contro il colesterolo. Ma attenzione, le ricerche dimostrano che questi medicinali sono necessari solo a chi ha rischi elevati di ictus o infarto e, anzi, usarli solo perché il colesterolo è un po' alto - più che dare benefici - rischia di fare danni (al livello muscolare o al fegato ad esempio). Scopri di più leggendo il nostro ultimo speciale, in cui abbiamo anche giudicato alcune bevande "anticolesterolo" (quelle simili a yogurt da bere) in vendita al supermercato.
Per verificare qual è il tuo rischio cardiovascolare, intanto, usa il nostro servizio online (sempre da affiancare a una valutazione personalizzata di un medico), con cui ti diamo anche preziosi consigli su come modificare il tuo stile di vita per proteggere il cuore.

Hai il cuore in forma?


Nuove linee negli USA, ma non siamo tutti uguali

Il nostro servizio online si basa sui dati dell'Istituto Superiore di Sanità (Progetto Cuore), valido perché tarato sulle caratteristiche della popolazione italiana. Recentemente anche in Italia si è passati a usare il calcolatore europeo Score che - a nostro parere - è meno preciso di quello dell'ISS, proprio perché non costruito sulla specifica popolazione italiana. Per non parlare delle linee guida statunitensi recentemente aggiornate, che hanno allargato di molto le fasce di popolazione a cui si consiglia di assumere le statine, suscitando non poche polemiche e sospetti di influenza delle aziende farmaceutiche. Senza contare che le caratteristiche della popolazione nordamericana e le sue abitudini di vita sono molto diverse dalle nostre.

Se le assumi, attento anche al pompelmo

Come tutti i farmaci anche le statine possono avere effetti indesiderati. Ricorda alcuni accorgimenti.

  • Riferisci al tuo medico dolori o debolezza muscolari.
  • Tieni sotto controllo i valori degli esami del sangue che misurano le funzionalità di fegato e muscoli.
  • Assumi la dose minima di farmaco necessaria al tuo stato di salute.
  • Non interrompere mai la terapia o se ne vanificano i benefici.
  • Le statine sono controindicate in gravidanza e durante l'allattamento.
  • Evita grandi quantità di succo di pompelmo (un litro al giorno): unito alle statine può avere effetti tossici.

Latti fermentati anticolesterolo sotto la lente

Alcuni prodotti possono aiutare ad abbassare il colesterolo ma andrebbero assunti solo da chi deve tenerlo sotto controllo e sotto controllo medico, nel caso in cui si assumano già dei farmaci per ridurlo. E' il caso dei cosiddetti latti fermentati che sembrano semplici yogurt da bere ma sono in realtà addizionati di steroli vegetali, sostanze la cui efficacia contro il colesterolo è stata confermata anche dall'Efsa (Agenzia Europea per la sicurezza alimentare). Nel nostro test abbiamo valutato e dato i voti alla quantità di steroli vegetali dichiarata da questi prodotti.

  • Conad, AC Cuore
  • Coop Benesì
  • Danone, Danacol
  • Exquisa, Colesta
  • Esselunga, Equilibrio
  • Minuscol, Colesterolo

Stampa Invia