Consigli

Balsamo di tigre: cos'è e a cosa serve

Il balsamo di tigre è un rimedio molto popolare contro dolori e disturbi di diverso tipo, ma che cos'è davvero? Per cosa viene utilizzato? È efficace? Ecco a cosa serve e quali sono i benefici e le controindicazioni di questo unguento.

23 agosto 2022
balsamo di tigre

Il balsamo di tigre è un rimedio che ha la sua origine nella medicina tradizionale cinese: si tratta di un unguento con estratti vegetali, che è stato chiamato "di tigre" per l'immagine di forza e vigore che evoca questo animale.

È un unguento o balsamo che ha iniziato a essere utilizzato all'inizio del secolo scorso, diventando un prodotto di base degli armadietti dei medicinali delle famiglie cinesi per un'intera generazione. Dopo alcuni anni in cui è caduto in disuso. Ora i prodotti di balsamo di tigre sono tornati molto popolari: alcuni dati indicano che ne vengono vendute 66 milioni di unità all'anno.

I barattoli di balsamo di tigre possono essere acquistati in supermercati, negozi sportivi, farmacie, parafarmacie, erboristerie... e sono utilizzati da persone di tutto il mondo, inclusi gli atleti di alto livello, che si affidano alle loro proprietà per alleviare dolori muscolari, dolori articolari o mal di testa.

Quali ingredienti contiene il balsamo di tigre?

Contiene ingredienti derivati da estratti vegetali e oli minerali derivati dal petrolio, come la paraffina e il petrolio. Di tutti questi composti, ce ne sono alcuni più attivi dal punto di vista farmacologico, come la canfora e il mentolo, due sostanze con effetti rubefacenti, oltre ad altri ingredienti come il cajuput, l'olio di menta, l'olio di chiodi di garofano e l'olio di cannella.

La canfora è una sostanza estratta dall'albero Cinnamomum camphora o canforero, a cui sono attribuite varie proprietà biologiche, attività antimicrobiche, antitosse e antinocicettive. Si presume che gli effetti analgesici della canfora possano essere dovuti a desensibilizzazione e blocco di alcuni recettori neurali. Inoltre, la canfora può agire e sensibilizzare un altro tipo di recettore stimolandolo e allo stesso tempo inibendo la sua risposta al mentolo; è probabile che questo meccanismo sia responsabile del miglioramento delle sensazioni di freddo dalla canfora. La canfora può anche indurre una desensibilizzazione di un altro tipo di recettore che ha un ruolo specifico nelle sensazioni di calore e dolore.

Il mentolo, un alcol terpenico ciclico che si trova nella menta (Mentha spp.), può provocare una piacevole sensazione di freddo se usato in concentrazioni moderate. Studi in vitro e in vivo hanno dimostrato gli effetti analgesici e sui muscoli di questa sostanza.

Ci sono due tipi di balsamo di tigre

Ci sono due formulazioni tradizionali di balsamo di tigre: il rosso e il bianco.

Il balsamo di tigre rosso, è il più popolare. Contiene canfora (11%), mentolo (10%), olio di chiodi di garofano (5%), olio di cajeput (7%), nonché olio di cannella, olio di menta demilitarizzato, paraffina e petrolatum. Ha una maggiore concentrazione di olio di chiodi di garofano e mentolo. Generalmente si consiglia di più per alleviare i muscoli doloranti.

Il balsamo di tigre bianco contiene canfora (11%), mentolo (8%), olio di chiodi di garofano (1,5%), olio di cajeput (13%), nonché olio di menta demilitarizzato al 16%, paraffina e petrolatum. È usato per alleviare il mal di testa da tensione e anche per altri usi.

Un rimedio tradizionale contro il dolore

Il balsamo di tigre ha molti usi.

  • È venduto come prodotto per massaggi, per alleviare i dolori muscolari e articolari.
  • Si usa anche per trattare la congestione, mal di testa.
  • Infine, c'è chi lo applica per qualsiasi tipo di disturbo, e anche per le punture di insetti.

Come funziona il balsamo di tigre?

In teoria, il balsamo di tigre agisce "ingannando" le terminazioni nervose con sensazioni di raffreddamento e riscaldamento, interrompendo altri segnali di dolore.

Ma cosa dicono gli studi scientifici su questo? Sebbene gli studi certificati siano scarsi e le prove limitate, ci sono indicazioni che gli unguenti con balsamo di tigre potrebbero essere utili per il trattamento di emicrania da sforzo, e sembrano essere in grado di aumentare il flusso sanguigno delle gambe se combinato con un massaggio.

Come può essere usato il balsamo di tigre?

Basta prendere una piccola quantità di balsamo sulle dita, stendere il prodotto e massaggiare.

È importante lavarsi le mani dopo l'applicazione e rispettare alcune precauzioni:

  • Non deve essere applicato vicino agli occhi o alle mucose come quelle della bocca, delle narici, della vagina, del retto o del pene.
  • Non deve essere applicato su ferite aperte, pelle irritata, infiammata, arrossata, screpolata o secca.
  • Non deve essere applicato prima o dopo l'esposizione della pelle a condizioni di calore e umidità, come una doccia calda, una sauna o una vasca idromassaggio. Né sulla pelle già riscaldata in altro modo, come con una coperta elettrica.
  • Generalmente non è raccomandato ai minori di 12 anni ed è controindicato ai minori di 3 anni.
  • Non ci sono ricerche sull'uso del balsamo di tigre durante la gravidanza o l'allattamento, quindi non è raccomandato nemmeno in queste situazioni.

Tuttavia, questo rimedio non è innocuo:

Effetti collaterali. A volte può causare arrossamento, prurito, sensazione di bruciore, irritazione della pelle, e difficoltà respiratorie (quando applicato sul petto per la congestione).

Allergie. Ci sono casi di dermatite probabilmente attribuibili all'uso di questi unguenti, infatti, tra i loro ingredienti figura l'eugenolo, una fragranza classificata come allergenica. Quindi, se una persona è sensibile e non ha mai usato il balsamo di tigre, è meglio provare una piccola quantità sull'avambraccio. Attendere un'intera giornata e vedere se ci sono reazioni allergiche prima di applicare il balsamo su una zona più ampia.