News

Bonus terme, come funziona e come farne richiesta

Un incentivo fino a 200 euro da spendere per i trattamenti nei centri termali. L'obbiettivo? Contribuire alla ripresa di uno dei settori maggiormente colpiti dalla crisi economica. Il bonus è in Gazzetta ufficiale già dal 5 agosto, ma se si attende ancora l'attivazione dell'apposita piattaforma con l'elenco di tutti i centri accreditati. Nel frattempo, ecco come funziona il bonus e cosa si deve fare per richiederlo.

  • contributo tecnico di
  • Tatiana Oneta
  • di
  • Roberto Usai
10 settembre 2021
  • contributo tecnico di
  • Tatiana Oneta
  • di
  • Roberto Usai
Bonus terme, come funziona e come richiederlo

Il 5 agosto scorso, è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto attuativo che rende operativo il bonus terme, un nuovo tassello (da 53 milioni di euro) che fa parte delle misure a sostegno dei settori più colpiti dalla crisi economica.

Tuttavia, per poterlo utilizzare, è che venga prima rilasciata (probabilmente entro il mese di ottobre) la piattaforma Invitalia (l'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa, gestita dal ministero dello Sviluppo economico) dedicata proprio a questa misura. Piattaforma sulla quale si potrà trovare anche l'elenco dei centri termali accrediti nei quali sarà possibile utilizzare direttamente il bonus. 

In attesa dell’elenco dei centri aderenti all’iniziativa Federterme ha però pubblicato sul proprio sito un form di registrazione gratuito che permette loro di avvisarti quando sarà operativo e a quali centri termali potrai rivolgerti per ottenere lo sconto di 200 euro sul trattamento.

Come funziona il bonus terme

Il bonus copre il totale della spesa sostenuta per trattamenti termali, per un massimo di 200 euro a persona. Per spendere il bonus sarà necessario rivolgersi a uno dei centri termali accreditati, il cui elenco deve, come abbiamo visto essere ancora ufficializzato dal ministero dello Sviluppo economico. Come il bonus televisori, anche il bonus terme non è legato al reddito (non è quindi necessario l'Isee) e, per usufruire dei trattamenti termali, non è necessario avere la prescrizione del medico. Se il servizio ha un costo maggiore, la parte eccedente rimane a carico di chi lo ha richiesto. 

Come farne richiesta

Il buono può essere richiesto una volta sola, quindi meglio informarsi per tempo sui costi dei servizi, magari acquistando un pacchetto piuttosto che un trattamento singolo. Il bonus è nominale, non può essere ceduto in nessun caso a terzi, nemmeno a titolo gratuito. Per ottenere il bonus terme bisogna prenotare un trattamento in uno dei centri termali accreditati presso Invitalia.

Il ruolo dei centri termali

Sarà compito della struttura verificare, tramite il portale, che non esistano altre prenotazioni a nome dello stesso utente e prenotare il buono. In base ai fondi residui, Invitalia rilascia al centro termale un documento contenente le informazioni sulla prenotazione dei servizi termali da parte dell'utente e il condice univoco della prenotazione. Dopo l'approvazione del bonus, la cui conferma avviene tramite comunicazione via email o di persona da parte del centro termale, chi richiede il bonus terme ha 60 giorni dalla data di emissione per utilizzarlo. Se il buono non viene utilizzato entro questo termine decade automaticamente e l'importo torna disponibile nel fondo. I centri termali devono emettere fattura per il servizio erogato con l'indicazione del codice identificativo univoco della prenotazione del bonus. 

Bonus terme: quali trattamenti sono esclusi

Il bonus terme non ha limiti in base alla tipologia di servizio termale richiesto. L'unica discriminante è che il trattamento richiesto non debba essere già a carico del Servizio sanitario nazionale, di altri enti pubblici oppure oggetto di ulteriori benefici riconosciuti all'utente. Ricorda infine che, per il servizio eventualmente non coperto dal bonus, puoi contare sulla possibilità di detrarre i trattamenti termali

Nei centri termali si accede con il Green pass

Ricordiamo che anche per accedere ai centri termali è necessario essere in possesso del Green pass. Per usufruire delle piscine termali, degli spazi comuni o delle palestre dovrai quindi essere provvisto della certificazione verde in regola. Gli unici casi in cui non è richiesto il Green pass sono quelli di pazienti che si sottopongono a riabilitazione terapeutica, quindi previo prescrizione del medico, e che prevedono cicli di cura presso un centro termale per motivi di salute.