ultimo aggiornamento: 17/04/2021

Hai già provato il 5G?

Hai sottoscritto un piano tariffario con un cellulare che supporta il 5G?Abbiamo fatto alcune prove sul campo e riscontrato dei problemi di copertura nelle zone in cui è attiva la sperimentazione: https://www.altroconsumo.it/hi-tech/smartphone/speciali/5g-saluteTu sei riuscito ad utilizzare il servizio? Racconta la tua esperienza nella community!

User name

Commenta il post

Condividi la tua opinione o fai la tua domanda nel gruppo Disservizi della comunità Internet e telefono!

155 Risposte

Ordina per :

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

27/11/2020

Tutto molto interessante sul 5G.
Vorrei capire perché Fastweb aumenta il canone domiciliato in banca senza nessuna comunicazione

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

23/11/2020

non ho ancora provato il 5g

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

21/09/2020

Evidentemente non esiste alcuna intenzione seria di approfondire la pericolosità o meno di una nuova tecnologia da parte di molti amministratori locali. Gli studi sono lenti a dare risposte perche i fondi per portarle avanti sono scarsi, e questo vale per molte aree di ricerca, specie in Italia dove a mio avviso essa non viene considerata per molti aspetti un settore fondamentale per la società.
Detto questo, ritengo che il 5G possa essere invece fondamentale per alcuni settori strategici (medicina, logistica, etc...), ma l'idea che il 5G possa essere abusato nel suo utilizzo senza ancora prove certe sulla sua pericolosità, come ad esempio l'internet delle cose, grazie al quale possono dialogare gli elettrodomestici di casa, questo mi spaventa. E' quindi il consumatore che deve dare la reale importanza a questa tecnologia da impiegare tutti i giorni, per cui è il consumatore che può determinare, attraverso una scelta prudente e consapevole, a determinarne la diffusione per scopi superflui e irrazionali. Per quanto riguarda l'articolo di Altroconsumo, esso non fa altro che sottolineare la situazione reale riguardo alla sensibilità nei confronti del 5G.

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

05/09/2020

Buongiorno, sto aspettando una vostra risposta al riguardo di una mia mail che riguarda un'affermazione sui vaccini anticovid del del numero 146 de in salute .
grazie

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

05/09/2020

Buongiorno, sto aspettando una vostra risposta al riguardo di una mia mail che riguarda un'affermazione sui vaccini anticovid del del numero 146 de in salute .
grazie

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

14/08/2020

Gentile Filippo, come vs socio sono anch'io sconcertato dalla vs. affermazioni sugli effetti del 5G. Conosco la Dott. Belpoggi direttrice dell'istituto Ramazzini di Bologna che negli anni scorsi ha svolto ricerche rigorose sugli effetti del emissioni elettromagnetiche della antenne dei telefonini di precedenti generazioni (non 5G), ricerche che hanno evidenziato (su ratti) effetti con incrementi tumori normalmente molto rari (cellule di Schwann/Tumori cardiaci), studi pubblicati e rintracciabili su riviste scientifiche internazionali ed in linea con quanto evidenziato con dagli studi dell'NTP USA.
Il Ramazzini è famoso come istituto indipendente e da sempre in prima linea sulla ricerca degli effetti sulla salute delle persone (vedi ultimo della lista il caso Glifosato/Monsanto).

La richiesta formulata dal Ramazzini non di fermare il 5G ma di una moratoria di un paio d'anni per compiere studi adeguati mi pare più che legittima ( studi che potrebbero dimostrare anche che il 5G non ha effetti sulla salute).
Ciò in base al principio di precauzione che dovrebbe essere usato sempre quando viene introdotta una tecnologia od una sostanza che presenta qualche dubbio e qua dubbi ce ne sono. Una rivista come la vs. dovrebbe farsi paladina di tale posizione.

Invece si parte a spron battuto e poi ci si penserà e se dimostrata la nocività si farà forse marcia indietro. Di casi ne abbiamo visti a sufficienza, dall'Amianto, al PVC, ai diserbanti ecc: questo non è progresso!

Una proposta: perché non fate un'intervista a ricercatori del Ramazzini a tal proposito?

Una alternativa comunque i consumatori ce l'hanno: è quella di non acquistare prodotti comprese riviste che ritengono non tutelare la propria salute.


Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

10/08/2020

Buongiorno Nicola, Io rimango molto più stupito che un ricercatore parli in questi termini. Nessuno ha voluto vendere questo articolo come approfondito. E' una tecnologia del tutto nuova, ben venga dunque quella che tu chiami superficialità. Penso sarebbe estremamente sbagliato prendere posizione in modo assoluto in un senso o nell'altro. In quanto ricercatore dovresti anche conoscere benissimo che la ricerca epidemiologica necessita sì di finanziamenti ma sopratutto di periodi lunghissimi. Anche lustri o decenni. Cosa facciamo? Blocchiamo il progresso per dieci anni? Sulla base di cosa? Quali studi ci sono a riguardo? Non sto dicendo che sia sbagliato... chiedo a te. Altroconsumo in questo articolo ha semplicemente scritto che al momento non ci sono elementi che dimostrano la pericolosità del 5g. Anch'io non sono per nulla tranquillo con questo 5g, ma non lo ero e non lo sono tutt'ora nemmeno col 4G o con le tecnologie passate. Tu o qualcuno per te riesce a garantirmi che il 4G, 3G o 2G non facciano male alla salute??? Purtroppo o per fortuna la tecnologia va avanti e se avessimo bloccato tutto saremmo probabilmente ancora agli anni 80. Con tutto quello che ne consegue a livello economico, medico, ecc.... Detto questo sono d'accordissimo con te che ci siano interessi miliardari e sia giusto quindi non credere a tutto quello che i media ci propinano, ma dare del "venduto" a chi scrive un articolo in questi termini, ti toglie qualsiasi credibilità. Sembri la tipica persona che vede il complotto comunque e ovunque.

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

07/08/2020

I vs. sedicenti esperti hanno quindi sbugiardato facilmente i risultati delle ricerche, evidentemente piene di errori grossolani, di due strutture rigorose come NTP e Istituto Ramazzini. Dovrei farvi i complimenti, che invece non faccio, perchè il vs. approccio risulta francamente superficiale e banalizzante verso una situazione molto complessa, evidenziando chiaramente, al di là del tono apparentemente neutro utilizzato, una vs. presa di posizione molto netta sul fenomeno.
Veramente una grande delusione !

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

17/04/2021
, ha risposto:

Sig. Paolo, l'articolo non smentisce gli studi, che sono presi come riferimento e non come errore...
Smentisce piuttosto le errate interpretazioni che molti hanno dato a tali studi.
Sia quelle interpretazioni degli studi che la sua sull'articolo hanno come base una pessima comprensione del testo, provi a rileggere meglio e con serenità, sicuramente può comprendere molto bene il significato.
Buona lettura.

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

27/07/2020

La verità è molto dura i campi elettromagnetici sono stati sempre pericolosi e ogni cambiamento su questo campo crea danni nella salute di esseri umani da qui in poi, però la tecnologia va avanti e non si può fermare.
Ormai oggi come oggi tutti gli scienziati venduti o quelli finti scienziati dicono le cose come va comodo ai multinazionali.

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

14/07/2020

Sono ricercatore in Patologia Generale e rilevo, come altri qui, che l'articolo è estremamente superficiale e di parte. La cosa peggiore che l'articolo fa, è sdoganare il concetto che le nuove tecnologie si possano adottare legittimandole proprio con la scarsità di ricerca che è stata fatta a riguardo. Allora bandiamo la ricerca così passeranno tutte le idee più strampalate. Rilevo inoltre che se c'è poca ricerca è perché probabilmente non vengono stanziati fondi da parte di chi (i governi) dovrebbe avere interesse a proteggere la popolazione da eventuali danni.

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

30/12/2020
, ha risposto:

salve Nicola Schiavoneho letto che un ricercatore.posso chiederli di fare ricerca in merito unde magneti..
esperimento con microonde ,alla stessa frequenza del 5G, cambia solo potenza.per cambiare potenza di certo ce bisognia di un tecnico per otenere 20V con questa frequenza.
bisogna fare una picola modifica anche structura del microunde altrimenti non cambia nula, cio che funziona il micronde con portina aperta nel moda che non riscalda.
poi esperimento con topolino animaleto qualcosa di genere.e credo che basterebe una 15 di giorne per resultato.poi analisi per il covid sia sanguino e tampone.di certo bisogna fare anche analisi prima del esperimento.
non so per che ma sono molto convinto che avra un succeso positivo.grazie.

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

10/08/2020
, ha risposto:

Io rimango molto più stupito che un ricercatore parli in questi termini. Nessuno ha voluto vendere questo articolo come approfondito. E' una tecnologia del tutto nuova, ben venga dunque quella che tu chiami superficialità. Penso sarebbe estremamente sbagliato prendere posizione in modo assoluto in un senso o nell'altro. In quanto ricercatore dovresti anche conoscere benissimo che la ricerca epidemiologica necessita sì di finanziamenti ma sopratutto di periodi lunghissimi. Anche lustri o decenni. Cosa facciamo? Blocchiamo il progresso per dieci anni? Sulla base di cosa? Quai studi ci sono a riguardo? Non sto dicendo che sia sbagliato... chiedo a te. Altro consumo in questo articolo ha semplicemente scritto che al momento non ci sono elementi che dimostrano la pericolosità del 5g. Anch'io non sono per nulla tranquillo con questo 5g, ma non lo ero e non lo sono tutt'ora nemmeno col 4G o con le tecnologie passate. Tu o qualcuno per te riesce a garantirmi che il 4G, 3G o 2G non facciano male alla salute??? Purtroppo o per fortuna la tecnologia va avanti e se avessimo bloccato tutto saremmo probabilmente ancora agli anni 80. Con tutto quello che ne consegue a livello economico, medico, ecc.... Detto questo sono d'accordissimo con te che ci siano interessi miliardari e sia giusto quindi non credere a tutto quello che i media ci propinano, ma dare del "venduto" a chi scrive un articolo in questi termini, ti toglie qualsiasi credibilità. Sembri la tipica persona che vede il complotto comunque e ovunque.

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

03/07/2020

vergognatevi, continuate a trattare l'argomento dell'esposizione a campi elettromagnetici in modo superficiale e fideistico (dove la fede è tutta per la tecnica eletta Dio assoluto).

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

03/06/2020

Sono negativamente colpito dal tenore di molti commenti che si leggono sotto questo articolo, commenti che sinceramente non mi sarei aspettato in riferimento ad un'associazione in difesa dei consumatori. Il fatto che si diano delle informazioni che non si condividono non vuol dire che che abbiamo di fronte dei "venduti".
Per ciò che concerne l'argomento trattato proprio perchè non esistono ancora solid studi scientifici e proprio perchè io non sono un esperto sull'argomento, applico da sempre il principio della cautela: uso gli auricolari quando parlo al cell, metto il modem lontano da dove si dorme, tengo lontano i cellulari dai bambini ed evito di comprarmi una casa che ha sul tetto un ripetitore (che sia 5G o altro). Per questa consapevolezza ringrazio enormemente Altroconsumo per la cultura scientifica che diffondono con serietà e indipendenza (senza farsi influenzare da mode del momento)

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

06/08/2020
, ha risposto:

Evitare una casa che ha sul tetto un ripetitore 5G, in mancanza di studi/prove verificabili circa l'innocuità (altro che "mode del momento" e secondo il principio di precauzione, non risolve potenziali danni alla salute in quanto, tali antenne, saranno installate in modo molto più fitto e capillare... pure sui lampioni stradali prossimi alla sua abitazione.

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

29/05/2020

da Ingegnere TLC vi faccio sommessamente notare quanto segue:

1) la BTS (stazione radio base) 5G NON cambia rispetto al 4G, sono gli stessi apparati, cambia solo il firmware. Cambia la densità dei siti, ma non i limiti di potenza, per cui tutto come per il 4G. Spegnere il 5G significa spegnere anche il 4G, quindi addio telefonini

2) le frequenze 'nuove' rispetto a quelle attuali (3,5 e 26-28 GHz), non sono in realtà nuove, sono in uso da sempre in Italia e con le stesse modalità (punto-multi-punto ovvero diffusione su un'area di copertura), non mi risulta che ci siano state stragi a causa di ciò

3) i limiti di emissione in Italia sono enormemente più bassi rispetto al resto d'Europa, per cui mi preoccuperei molto di più all'estero che in Italia

4) In realtà il vero pericolo potenziale è il terminale che trasmette (cioè il telefonino), perché è 'vicino' alla persona, concentrerei la ricerca su quello indipendentemente dal 5G

Marco Baronti

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

30/12/2020
, ha risposto:

direi che cambia
5G sono con onde mm,poi sono piu antene e in fine a piu potenza

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

27/05/2020

Ho accettato un abbonamento di prova da 3 giorni che disdico immediatamente grazie a questo becero articolo.

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

20/05/2020

Grazie per questa articolo con il quale avete fatto chiaramente capire che dei consumatori non vi interessa niente. Oggi ho disdetto vostro abbonamento.

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

14/05/2020

secondo voi, essere sotto il raggio di azione di una frequenza tra di 300GHZ rispetto a quella del 4G che operava a 5 GHZ non da nessun problema alla salute?
Sono un vostro associato, ma leggendo questo articolo, vi chiedo s che gioco state giocando...

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

15/05/2020
, ha risposto:

Il 5g opera su tre bande, circa 0,7GHz , 3,6 Ghz e 26Ghz. Se è l'aumento di frequenza la preoccupa, io e lei ci troviamo sotto il raggio di azione dell'infrarosso e della luce visibile, con frequenza che partono dai 300Ghz in su. Non so se la cosa la preoccupa.

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

13/05/2020

I limiti alle emissioni elettromagnetiche definite dalla legge (6V/m per ambienti frequentati , 20V/m altrove) sono inferiori a quelli raccomandati dall'ICNIRP e vengono mantenuti all'introduzione del 5G. Il 5G è la stessa tecnologia (trasmissione a radio frequenze) del wifi, 1G, 2G, 3G e 4G, e dal punto di vista degli effetti alla salute non aggiunge (o toglie) nulla rispetto a questi. Attribuire rischi specifici al 5G è semplice disinformazione.

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

07/05/2020

nessuna delle compagnie in questione si preoccupa di fare degli studi seri sui rischi che queste tecnologie comportano , sono molto più concentrati sul marketing e ricavi connessi ...

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

08/05/2020
, ha risposto:

Salve, complimenti ad altroconsumo che non ha paura a scrivere cose vere sulla fobia da CEM, è incredibile come una informazione può essere tutto e il contrario di tutto, non sono ipocrita a dire che i campi elettromagnetici fanno bene, ma neanche che di campi elettromagnetici uccidono, come tutte le cose possono essere nocivi o curare deteminate patologie, dipende da come li usiamo, le onde radio le usiamo dai tempi di Marconi, e lui non è morto di radiazioni, nel tempo abbiamo avuto modo di studiarle, lo sapevate che con gli analizzatori di spettro si riescono a "vedere le onde elettromagnetiche" il vento è dannoso per l'uomo? be' se è leggero in riva al mare in estate è piacevole, se è forte è fastidioso, se è un uragano è dannoso e se tiporta via una tromba d'aria è LETALE, quindi il vento è letale, tutti sapientoni ma non sapete a cosa corrisponde un VOLT/METRO, e quale intensità serve per far reagire le cellule viventi, quindi state sempre in campana, ma non fate i complottisti, ragionate seriamente.

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

06/05/2020

Cosa dire. Deludente! Invece di stare dalla parte della salute state dalla parte del consumismo e della velocita forse perche un giorno potete fare una class action contro i tumori cerebrali o contro i danni del 5G e far vedere che ci siete voi a difendere le persone!? Mha,,, Comunque io sto ancora aspettando risarcimenti golf.

Accedi con il tuo account per vedere il contenuto.

05/05/2020

Mi meraviglia che Altroconsumo, di cui mi sono sempre fidato, quale abbonato da almeno quindici anni, pubblichi un tale articolo. Questo 5G sicuramente apporterà sensibili evoluzioni nel campo della comunicazione, ma personalmente non sono d'accordo di fare la cavia per quelle che saranno le possibili ripercussioni sulla salute. Circolano articoli e video in rete che mostrano la pericolosità di tale tecnologia, che come tutto è di derivazione militare. Pertanto come Altroconsumo, non essendoci certezze su gli effetti sulla salute, mi sarei limitato a descriverne l'aspetto tecnico, tralasciando al momento quello sulla salute, riservandosi di occuparsene più avanti. Mi aspetto dalla redazione di Altroconsumo una rettifica in proposito. Così mettono a rischio gli abbonamenti.