Consigli

Smartphone e tablet: tenere il sistema operativo sempre aggiornato è un bene?

08 febbraio 2021
Aggiornamento sistema operativo di smartphone e tablet: è sempre meglio farlo?

È sempre buona norma eseguire l'update del sistema operativo su smartphone e tablet? Sì, noi siamo dell'idea che un sistema aggiornato garantisca maggiori vantaggi. Ma, prima di procedere con l'installazione, è meglio aspettare qualche giorno per permettere agli sviluppatori di risolvere possibili problematiche.

È sempre utile farlo?

Esce l'ennesimo aggiornamento del sistema operativo iOS, oppure un nuovo upgrade di Android: che fare? Tra chi corre a installarlo subito e chi, invece, si rifiuta categoricamente, la verità sta nel mezzo. Il nostro consiglio, infatti, è quello di prendere tempo. Perché? La risposta è semplice: accade spesso che, dopo il lancio, i sistemi operativi presentino dei problemi tecnici e che, quindi, necessitino di un nuovo sviluppo per essere risolti. Meglio aspettare qualche settimana per non rischiare di dover ripetere l'operazione, ricorrendo a un nuovo aggiornamento che metta una pezza sulle falle del primo.

Perché è bene mantenere un sistema operativo aggiornato?

Noi siamo dell'idea che un sistema operativo aggiornato garantisca senza dubbio maggiori vantaggi. Vediamo brevemente quali sono.

  • Aumenta la sicurezza del dispositivo
    Sì, il rilascio di una nuova versione del sistema operativo fornisce spesso maggiori opportunità di protezione agli utenti. Sia Apple che Google, infatti, investono molto affinché i propri prodotti siano meno vulnerabili possibile. 
  • Introduzione di nuove funzionalità
    Spesso, con un nuovo sistema operativo, vengono lanciate anche nuove funzionalità.
  • Compatibilità con altri dispositivi
    Parliamo di accessori come gli smartwatch ed i fitness trackers che, spesso, richiedono tutti una versione del sistema operativo (sia iOS che Android) abbastanza aggiornata.
  • Compatibilità con le app
    Le app non funzionano con ogni versione del sistema operativo, ma solitamente con le versioni più recenti. Pertanto, avere versioni del sistema operativo aggiornate consente di utilizzare un maggior numero di app.
  • Miglioramento delle prestazioni
    Idealmente potremmo ritenere questo uno degli aspetti più importanti. Ma, in realtà, le prestazioni dei dispositivi aggiornati non sono molto diverse rispetto a quelle garantite dalla versione precedente.

Come eseguire l'aggiornamento

Le modalità di aggiornamento del sistema operativo variano a seconda del dispositivo. Nelle sezioni successive vediamo i passaggi necessari per aggiornare il sistema Android e quelli per iOS.

android
  • Dal menu principale del nostro smartphone o tablet Android è sufficiente andare in "Impostazioni" e, quindi, su "Aggiornamento di sistema";
  • In molti casi il sistema è impostato per scaricare automaticamente un nuovo aggiornamento quando il dispositivo si trova connesso a una rete Wi-Fi. In questo caso, quindi, l'aggiornamento sarà visualizzato sotto "Aggiornamento di sistema" e non dovremo fare altro che installarlo;
  • Se, invece, non sono stati impostati gli aggiornamenti automatici, dovremo scaricare l'upgrade e, quindi, procedere con l'installazione con una procedura simile a quella indicata per iOS;
  • Ricorda che il dispositivo deve avere una carica sufficiente o, meglio ancora, deve essere collegato a una fonte di alimentazione (quindi collegato a una presa di corrente o al pc), in modo da evitare che si spenga durante l'installazione;
  • Come già spiegato nella prima parte, consigliamo sempre di aspettare qualche giorno prima di procedere all'installazione dell'aggiornamento: diamo così tempo agli sviluppatori di risolvere eventuali bug o problematiche.
ios
  • Selezioniamo "Impostazioni" dal menu principale, quindi "Generali" e "Aggiornamento software". A questo punto il sistema verifica lo stato dei nostri aggiornamenti e mostra, se disponibile, l'ultima versione del sistema operativo: non dovremo far altro che selezionare "Scarica e installa";
  • Per scaricare l'aggiornamento è necessario che il dispositivo sia collegato a una fonte di alimentazione o che abbia una carica disponibile almeno del 50%, ricorda che è inoltre necessario avere 1 GB di memoria disponibile sul device;
  • Prima di procedere con l'installazione, sarà necessario accettare i termini e le condizioni del servizio;
  • Se si vuole provare una strada alternativa, è possibile anche eseguire l'aggiornamento collegando il nostro iPhone o iPad al pc su cui abbiamo installato iTunes. Una volta avviato iTunes con il dispositivo collegato, infatti, il sistema ci inviterà a eseguire l'aggiornamento al più recente sistema operativo disponibile. Importante, prima di eseguire questa operazione, è ricordarsi di fare un backup del device, per scongiurare l'ipotesi di perdere i dati contenuti al suo interno.