News

Superticket sanitario: sarà abolito solo per alcuni

Il superticket sanitario, un'aggiunta all'ordinario ticket previsto dal Sistema Sanitario Nazionale, sarà abolito per le fasce più deboli della popolazione italiana. Per i prossimi tre anni, chi è più vulnerabile per reddito, patologie o età, infatti non lo pagherà più.

  • contributo tecnico di
  • Laura Filippucci
  • di
  • Vittoria Vigoni
30 novembre 2017
  • contributo tecnico di
  • Laura Filippucci
  • di
  • Vittoria Vigoni
superticket sanitario

Il superticket verrà tolto per i prossimi tre anni: non ancora per tutti, ma solo per le fasce più vulnerabili per reddito, patologia o età. Stiamo aspettando il voto sulla fiducia, ma sembra ormai sembra essere definitiva la sua approvazione. Facciamo però un passo indietro e vediamo di cosa si tratta.

Cos'è il ticket sanitario

Ogni volta che un cittadino, in possesso di una ricetta del Sistema Sanitario Nazionale (SSN), usufruisce di una prestazione paga un ticket. Il ticket varia a seconda del valore della prestazione (al massimo è di 40 euro) ed è diverso da regione a regione. Alcuni cittadini sono esenti dal ticket.

Cos'è il superticket sanitario

Il superticket sanitario, introdotto nel 2011, è un'aggiunta al ticket già pagato: 10 euro (definiti a livello forfettario) in più su ogni ricetta per le prestazioni ambulatoriali (visite ed esami specialistici). Ogni regione lo applica in modo differente. In Lombardia, ad esempio, è proporzionale al valore della ricetta e può aarrivare a un massimo di 30 euro: in questo modo ogni ricetta può arrivare a 66 euro (36 euro di ticket più 30 euro di superticket). In Emilia Romagna, invece, è proporzionale al reddito della famiglia (può arrivare massimo a 66 euro), in Liguria ammonta a 10 euro a ricetta. In alcune regioni (Sardegna, Valle d'Aosta, nella provincia di Trento e Bolzano e in Basilicata) è già stato tolto.

Perché bisogna togliere il superticket

L’introduzione del superticket ha portato nel 2012 a un calo del 17.2% delle prestazioni erogate dal Sistema Sanitario Nazionale. Una parte di queste prestazioni è stata assorbita dal settore privato (che negli anni sta diventando sempre più competitivo), ma una parte invece corrisponde alla rinuncia dei cittadini. Per questo motivo è da quasi un anno che il tema del superticket è tornato alla ribalta. Toglierlo? Sì, ma servono i fondi. E quelli stanziati per ora non riescono a coprire l’intera popolazione.


Stampa Invia