Speciali

Come ottenere una carta di credito: requisiti e tempi

Stai per chiedere una carta di credito ma non sai come ottenerla e quali siano i requisiti, i tempi e le modalità per poter avere in mano il tuo nuovo strumento di pagamento. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

17 marzo 2021
come ottenere la carta di credito

Quando si fa richiesta per una carta di credito, la prima cosa da sapere è che non è per forza obbligatorio rivolgersi alla banca in cui si ha il conto corrente. Ci sono tanti operatori che emettono carte di credito anche a chi non è loro correntista e la richiesta si può fare quasi sempre online. Ma vediamo nel dettaglio come procedere.

Requisiti per avere una carta di credito

Per quanto riguarda i requisiti, la carta di credito viene emessa solo a favore di maggiorenni, residenti in Italia, che abbiano un conto corrente e che superino l’analisi di affidabilità dell’emittente. In alcuni casi, può essere chiesto di avere aperto il conto corrente da almeno sei mesi oppure di avere l’accredito dello stipendio o una certa giacenza sul conto corrente.

Credit scoring

Per l’analisi di affidabilità creditizia si parla di credit scoring: si tratta di un metodo statistico che consente di valutare l’affidabilità creditizia e la solvibilità di una determinata persona, valutandone il rischio sulla base del suo profilo anagrafico, reddituale, patrimoniale e con l’interrogazione della Centrale rischi di Banca d’Italia e dei sistemi informativi sul credito (SIC) che raccolgono dati sui cattivi pagatori ma anche informazioni di tipo positivo sulla puntualità nei pagamenti delle rate.

Con tutte queste informazioni, il sistema dell’emittente attribuisce un grado di rischio al soggetto che chiede la carta: solo se ha un buon livello potrà ottenere la carta di credito. Si tratta di un procedimento automatizzato.

Carta di credito senza busta paga

Se non si è un lavoratore dipendente ma un lavoratore autonomo, l’emittente verificherà l’affidabilità finanziaria del titolare controllando le sue entrate periodiche e il suo patrimonio (ad esempio attraverso la dichiarazione dei redditi e le sue movimentazioni da conto corrente). Se non si ha una entrata periodica è molto difficile ottenere una carta di credito, mentre è sempre possibile ottenere una carta prepagata che comunque permette di fare anche acquisti online o altri utilizzi sempre nei limiti dell’importo precedentemente caricato.

Se vuoi trovare la migliore, usa il nostro servizio di comparazione online:

 

LA CARTA DI CREDITO MIGLIORE

 

Carta di credito e reddito di cittadinanza

Il reddito di cittadinanza viene erogato su una apposita carta prepagata emessa da Poste Italiane. La carta viene emessa automaticamente a favore del soggetto cui spetta il reddito di cittadinanza e sarà caricata ogni mese dell’importo previsto per legge. Per maggiori dettagli leggi il nostro approfondimento.

Come fare la richiesta di una carta di credito

Nella maggior parte dei casi, la richiesta si fa compilando un form online o cartaceo, inserendo informazioni che si recuperano dalla carta di identità, dal codice fiscale, dal cedolino dello stipendio o dalla dichiarazione dei redditi. Inoltre, se si chiede la carta ad un emittente diverso dalla banca in cui si ha il conto corrente, occorrerà anche indicare l’Iban su cui verrà addebitato l’estratto conto della carta con un addebito Sepa.

Nel modulo occorrerà anche dare il consenso per il trattamento dei dati personali all’emittente che potrà anche comunicarli a soggetti terzi come le Centrali rischi private (i SIC) per verificare la vostra solvibilità. Come sempre, ci saranno i consensi della privacy da concedere obbligatoriamente per poter permettere l’emissione della carta ed altri invece facoltativi come quelli per l’utilizzo dei dati ai fini marketing. 

Quali documenti

Dopo aver compilato il form, in molti casi la richiesta online prevede la possibilità di fare una firma digitale con e- mail e sms su posta o telefono indicato al momento della compilazione. In altri casi si può stampare il modulo e spedirlo. Di solito si deve anche allegare fotocopia della carta di identità e codice fiscale oltre che la documentazione reddituale. Dopo le opportune verifiche la carta sarà spedita al domicilio indicato nella richiesta e separatamente arriverà anche il PIN il codice segreto da usare per pagamenti e prelievi.

Le tempistiche per ottenere la carta

In genere, dopo l’invio della richiesta passano circa 30 giorni per l’arrivo della carta di credito. La carta sarà valida per un certo numero di anni (da un minimo di tre ad un massimo di 5 anni). La data di scadenza è riportata sulla tessera. Poco prima della scadenza arriverà una nuova carta con un nuovo numero; se avete delle domiciliazioni sulla carta dovrete comunicare il nuovo numero per gli addebiti diretti.

Rilascio immediato: è possibile?

Il rilascio immediato di una carta di credito per tutte le ragioni viste sopra non è possibile. L’emittente ha bisogno di un certo periodo di tempo per fare le verifiche del caso sul richiedente. Cosa diversa è invece il rilascio di una carta prepagata, che viene emessa a chiunque e quindi può essere consegnata immediatamente.

Se non si passa lo scoring?

Se la valutazione dell’emittente è negativa allora la banca invia al richiedente una comunicazione di rifiuto della carta, indicandone le motivazioni (ad esempio uno scoring basso e quindi un livello di rischio troppo alto per l’emittente). La segnalazione del rifiuto rimane nei SIC, i sistemi di informazione creditizia cosiddette Centrali rischi private per 30 giorni. Ovviamente in questo periodo non si passerà nessuna altra analisi di solvibilità.  La carta non sarà mai emessa a favore di soggetti che risultino essere cattivi pagatori nelle Centrali rischi private.

In questo caso una soluzione, disponibile anche per chi non ha un conto corrente, è la carta prepagata che è un prodotto a bassissimo rischio per la banca visto che può essere usata solo nei limiti dell’importo precedente caricato.