Consigli

Asciugatrice o stendino elettrico?

Per poter asciugare rapidamente i panni durante la stagione fredda e non creare umidità nelle nostre case, l’asciugatrice o lo stendino elettrico potrebbero rappresentare una soluzione ottimale. Ma quale è meglio scegliere? Ecco tutto quello che c’è da sapere.

08 settembre 2022
Stendino elettrico e asciugatrice

La stagione fredda è alle porte e, come ogni anno, si ripresenta il fastidioso problema del bucato da asciugare. Già ti immagini alle prese con lo stendibiancheria che vaga per casa in cerca di un calorifero o del punto più caldo dove poter asciugare in fretta i panni e non lasciarli stesi per giorni. L’asciugatrice è da sempre al primo posto nella tua wishlist. Ma se invece valutassi l’acquisto di uno stendino elettrico? Quali sono i pro e i contro? E che differenza c’è tra i due oggetti del desiderio? In fase d’acquisto è fondamentale conoscere le caratteristiche di entrambi gli elettrodomestici, in modo da essere sicuri di scegliere quello più adatto alle tue necessità, anche come budget.

Asciugatrice

Presente sul mercato con modelli a condensazione ed altri a pompa di calore, l’asciugatrice ha una struttura, in termini di ingombri e forme, del tutto simile a quella di una lavatrice: ha un cestello nel quale inserire il bucato da asciugare che ruota più o meno rapidamente durante l’utilizzo, estraendo l’umidità in eccesso. Il suo funzionamento comporta consumi energetici piuttosto elevati anche se, tenendo conto dell’etichetta energetica, adottando dei piccoli accorgimenti è possibile limitare le spese. I risultati sono più che soddisfacenti: asciugatura perfetta e capi pronti da riporre, a patto che vengano inseriti della stessa tipologia.

Stendino elettrico

Il suo scopo, come quello dell’asciugatrice, è quello di asciugare i capi in tempi rapidi, soprattutto in giornate di pioggia. Lo stendino elettrico riscaldato rappresenta una soluzione ideale per tutti: famiglie, single, coppie, e, in generale, tutti coloro che necessitano di asciugare velocemente il bucato, avere capi senza troppe pieghe e non diffondere umidità in casa. Ma di che materiale è fatto uno stendino elettrico? E come funziona?

Materiali

In genere, lo stendibiancheria elettrico è realizzato con materiali leggeri e resistenti, che non si arrugginiscono e resistono sia all’interno che all’esterno: in alluminio, oppure in plastica con le barre riscaldanti in metallo.

Tipologie

Sul mercato sono disponibili 3 modelli di stendini elettrici:

  • A cavalletto, si sviluppa in orizzontale.
  • A torre, si estende in verticale: perfetto per una casa in cui lo spazio è limitato. in genere utilizzano un sistema di riscaldamento a camera di calore
  • Da soffitto: l’asciugatura non avviene solo grazie alle barre riscaldate, ma anche tramite un getto d’aria calda. Il costo è più alto rispetto agli altri 2 modelli.

C’è anche un quarto modello che asciuga i panni grazie ad una ventola che soffia aria ed evita che l’umidità si disperda nell’ambiente.

In dotazione, al momento dell’acquisto, ci sono degli accessori che corredano l’elettrodomestico. Quelli maggiormente utili e pratici sono le rotelline poste alla base dello stendino che consentono di spostarlo per casa senza troppa fatica.

Come funziona

L’utilizzo è molto semplice: basterà attaccare lo stendino alla corrente in modo che le barre si riscaldino (la temperatura si può regolare), per poi stendere gli indumenti bagnati, prestando attenzione a non far gocciolare troppa acqua. Dopo di che, una volta staccata la corrente, lo stendino andrà ripiegato e riposto.

Consumi

Il costo di uno stendibiancheria elettrico si aggira, mediamente, dai 50 euro ai 90 euro. I dispositivi con potenza maggiore o con un design ricercato possono superare i 100 euro.

E il consumo energetico? Mediamente, si parla di un minimo di 0.10 kWh per una potenza di 100 W: decisamente inferiore a quello di un’asciugatrice che consuma dalle 10 alle 30 volte in più. Chiaramente il consumo è in relazione con il modello, a cominciare da quelli più grandi che avranno un consumo maggiore rispetto a quelli di dimensioni compatte. Acquistando un modello con termostato, invece, l’emissione di calore erogato ai panni potrà essere tenuta sotto controllo: si eviteranno sprechi con un notevole risparmio di energia.

Lo stendino elettrico, in definitiva, in termini di consumi è più economico di un’asciugatrice: il costo in bolletta sarà inferiore ma la potenza dei due elettrodomestici non è paragonabile.

Pro e contro

Lo stendino elettrico è perfetto per eliminare l’eccesso di umidità, asciugare più rapidamente il bucato e prevenire cattivi odori nelle case dove è più difficile asciugare i panni, nei luoghi molto umidi, nei luoghi dove mancano delle correnti d’aria e nelle aree poco esposte al sole.

Pro

  • Riduce notevolmente i tempi di asciugatura.
  • Previene l’accumulo di umidità all’interno di un’abitazione.
  • Non occupa spazi eccessivi.
  • Non fa rumore.
  • È molto pratico e comodo da spostare.
  • È decisamente più economico dell’asciugatrice.  

Contro 

  • Il consumo è contenuto: c’è però una variabile media di potenza che va dai 100 ai 200 watt standard.
  • Costa di più di un normale stendino (ma meno di un’asciugatrice!).
  • I panni asciugano più lentamente che in asciugatrice.
  • Quando in uso, occupa più spazio dell’asciugatrice.
  • Dipende in maniera continuativa dall’energia elettrica.
 

Quale scegliere?

Come soluzione di asciugatura la versione elettrica degli stendini equivale ad usare un termoventilatore (o una semplice stufetta elettrica ventilata) vicino allo stendino tradizionale. Inoltre, l’efficienza della pompa elettrica dell’asciugatrice è più alta rispetto ad un sistema a resistenza elettrica qualsiasi (che sia lo stendino o il termoventilatore): quindi attenzione ai consumi.

In estate, con le finestre aperte, in genere l’asciugatura del bucato non è un problema, in inverno (dato che si hanno riscaldamenti accesi) meglio prevedere la possibilità di spostare lo stendino tradizionale vicino al termosifone: quelli da soffitto si trovano nella zona più calda della casa (salvo se si ha riscaldamento a pannelli) quindi anche se gli stendini non si possono spostare, il bucato generalmente asciuga bene.

Nelle mezze stagioni, solo in caso di clima molto umido o di appartamenti poco ventilati, avere la funzione elettrica invece, potrebbe essere un vantaggio.

Come per tutti gli elettrodomestici, non esiste la miglior scelta: ognuno ha esigenze diverse di cui bisogna tenere conto in fase di acquisto. Oltre all’ingombro, i consumi elettrici e le performance di asciugatura, bisognerà anche considerare il budget a disposizione: l’asciugatrice costa molto di più rispetto a uno stendibiancheria elettrico riscaldato, ma offre risultati generalmente migliori. Lo stendino elettrico, più economico, potrebbe essere ideale per le seconde case o gli appartamenti davvero molto piccoli.