Consigli

Asciugatrici: consigli di manutenzione

14 gennaio 2016
asciugatrice

14 gennaio 2016

L'asciugatrice è uno degli elettrodomestici che più consumano in casa. Ma quando il suo utilizzo è indispensabile è bene seguire alcuni accorgimenti per ridurre al minimo gli sprechi ed effettuare una regolare manutenzione. Grazie a questo la macchina durerà più a lungo e consumerà meno.

Per allungare la vita all'asciugatrice sono sufficienti pochi e piccoli accorgimenti. Grazie a questi non solo evitiamo malfunzionamenti, ma riduciamo anche l'impatto ambientale e risparmiamo sui consumi. Se invece stai pensando di acquistare un modello nuovo, con il nostro test puoi risparmiare fino a 180 euro.


trova l'asciugatrice migliore


Serbatoio, filtro e condensatore

Ecco cosa puoi fare per mantenere più a lungo la tua asciugatrice.     

  • Svuota il serbatoio dell'acqua. Di solito è in alto a destra, a volte vicino allo sportello. L'acqua deve essere rimossa quando l'indicatore del serbatoio segnala il pieno. Un'altra possibilità è quella di collegarlo direttamente allo scarico, sarà forse meno gradevole alla vista, ma più pratico. I produttori indicano dopo ogni asciugatura, comunque non aspettare mai più di 5 cicli.
  • Pulisci del filtro. Bisogna rimuovere regolarmente i residui (lanugine e simili) perché ostacolano le prestazioni della macchina, facendole perdere efficienza e consumare di più. Si consiglia di farlo ogni 5 o 6 programmi.
  • Controlla e pulisci il condensatore. In genere è situato nella parte inferiore della macchina. Bisogna estrarlo e lavarlo con acqua fredda. L'operazione è da eseguire con una certa frequenza (a meno che il modello abbia il sistema di autopulizia che sfrutta l’acqua di condensa accumulata), come minimo ogni 10-12 cicli di asciugatura.

Per ridurre i consumi

L'asciugatrice è infatti uno degli elettrodomestici che consuma di più, ma anche in questo caso con pochi passaggi puoi risparmiare:

  • evita di utilizzare i programmi alla massima temperatura;
  • non usarla abitualmente, ma solo nei periodi freddi-umidi in cui è strettamente necessaria;
  • per diminuire il tempo di azione, e quindi i consumi, inserisci i capi già centrifugati in lavatrice (almeno con 800-1000 giri);
  • sfrutta la tariffa bioraria, se prevista dalla vostra bolletta: falla partire alla sera, per questo è importante scegliere un modello poco rumoroso;
  • scegli il programma stiro che permette di stirare più facilmente: dura e consuma di meno, i capi escono leggermente più umidi;
  • comprare modelli di alta classe energetica, ma molto cari non garantisce un effettivo risparmio sul costo annuo.

Stampa Invia