News

Nuova etichetta energetica per le asciugatrici

06 maggio 2013
Nuova etichetta energetica per le asciugatrici

06 maggio 2013

La Commissione europea ha deciso di aggiornare l'etichetta per la classificazione energetica delle asciugatrici. La nuova versione, obbligatoria per i produttori da fine maggio, e che vedremo sugli elettrodomestici dal prossimo autunno, ha simboli più chiari per l’utente e una nuova scala di valori: da A+++ fino a D.

Come per frigoriferi, lavatrici e lavastoviglie, anche per le asciugatrici arriva il momento di aggiornare l'etichetta per la classificazione energetica. Al posto dei termini, la nuova versione contiene dei simboli più facili da capire e una nuova scala di valori: da A+++ fino a D (la vecchia andava da A fino a G).

L’etichetta energetica è importante perché ti dà l’indicazione di quanta energia consuma il tuo apparecchio. Se stai pensando di acquistare un’asciugatrice, per scegliere quella che si adatta meglio alle tue esigenze confronta con il nostro servizio online i prezzi, le prestazioni e i consumi dei modelli presenti sul mercato.

La nuova etichetta

In realtà non ce ne sarà una sola: ogni tipo di asciugatrice (a condensazione o evacuazione) avrà la sua: l’unica differenza, comunque, riguarderà l’indicazione della tipologia. Sotto trovi un esempio di etichetta: abbiamo scelto quella delle asciugatrici a condensazione perché sono le più diffuse sul mercato.

Esempio di etichetta energetica di un'asciugatrice a condensazione
Esempio di etichetta energetica di un'asciugatrice a condensazione

Le differenze con la vecchia etichetta

Il calcolo del consumo di energia viene fatto sul programma classico del cotone, sia a pieno che a mezzo carico. Per questo, nella nuova etichetta è stata inclusa la durata del programma normale di cotone con pieno carico, espressa in minuti e indicata da un’icona a forma di orologio. Come nel caso delle lavatrici e delle lavastoviglie nel calcolo energetico viene incluso anche il consumo in stand-by. Il consumo di elettricità viene calcolato annualmente e non più a ciclo di asciugatura. Per gli apparecchi a condensazione, nella parte inferiore dell’etichetta, viene indicato anche il dato dell’efficienza di condensazione (come puoi vedere nell’immagine sopra). Infine è stata ridotta la tolleranza che i produttori devono rispettare nel calcolo dell’efficienza energetica: dal 10% al 6%.


Stampa Invia