Speciali

Arriva la nuova etichetta energentica. Ecco cos'è

Da un’indagine svolta fra i consumatori è emerso che la scala usata sulle attuali etichette energetiche è fuorviante: per questo la Ue ha deciso di cambiarla e renderla più funzionale. Già in questi giorni è possibile infatti trovare su alcuni elettrodomestici la nuova etichetta energetica (assieme a quella vecchia): ecco com'è e quali novità porta.

09 dicembre 2020
lavasciuga

Le etichette energetiche non erano abbastanza chiare. Un’indagine svolta tra i consumatori ha fatto emergere come le classi superiori (A+, A++ e A+++) siano troppo simili e confondano chi acquista. Per risolvere questo problema, la UE ha deciso di modificare l’etichetta: tutte le classi comprendenti il simbolo “+” scompariranno e faranno posto a una scala da A a G. L’etichetta nuova non sostituirà subito quella vecchia, ma la accompagnerà (si troveranno entrambe con gli elettrodomestici): questo fino a marzo 2021, quando entrerà in vigore la nuova etichetta e la vecchia andrà in pensione.

Nuova etichetta: arrivano i primi prodotti

Già dal 9 dicembre, infatti, i consumatori potrebbero trovare nelle confezioni di alcuni prodotti anche la nuova etichetta energetica. Nata dal Regolamento quadro europeo 2017/1369, prevede una scala comune per tutti i prodotti con classi energetiche da A (prodotti più efficienti) a G (prodotti meno efficienti). Spariscono quindi le classi A+, A++, A+++, sovrappopolate negli ultimi anni. Il passaggio dalla vecchia alla nuova etichetta avverrà in modo definitivo a partire dal 1° marzo 2021 per frigoriferi e congelatori, incluso cantinette per vino ad uso domestico, lavatrici e lavasciuga, lavastoviglie, TV e display e dal 1° settembre 2021 per le sorgenti luminose. Le nuove etichette hanno anche una grafica rinnovata che include un QRcode per ottenere molte informazioni aggiuntive sul prodotto accessibili attraverso uno smartphone.

Nuova etichetta energetica

Il progetto BELT

L'iniziativa dell'Unione Europea sulla nuova etichetta energetica si concretizza nel progetto BELT (Boost Energy Label Take up). Il progetto ha il fine di semplificare il processo di transizione alle nuove etichette offrendo training, guide tecniche, workshop ed eventi volti a rendere chiaro e pratico per tutti l’utilizzo di questo nuovo sistema.

L’iniziativa è coordinata da Altroconsumo e ha come Partner Città metropolitana di Bologna e Erion (Italia), Deco Proteste e Sonae (Portogallo), ICLEI (Germania), Ocu (Spagna), Sofies (Svizzera), BEUC e Test Achats (Belgio), ZPS (Slovenia).