Consigli

Cosa fare se l'audio delle casse TV è di bassa qualità

10 giugno 2019
audio tv

10 giugno 2019

Il suono può essere una nota dolente dei televisori a schermo piatto. Certo scegliere uno dei modelli che nel nostro test ha ottenuto buoni punteggi nelle prove sulla qualità del suono può aiutare. Ma esistono soluzioni, anche a buon mercato, che possono contribuire a migliore di molto l'esperienza sonora.

L'audio delle tv a schermo piatto non è certo il loro punto di forza. Se però per te è importante non solo guardare immagini fluide e perfette, ma anche "sentire" bene suoni e voci, non accontentarti del primo televisore in offerta. Nello spazio dedicato del nostro sito relativo alla scelta della tv puoi scoprire quali sono i modelli che hanno ottenuto i migliori punteggi nei test sulla qualità del suono. Ma se ancora non sei soddisfatto e ti chiedi come puoi migliorarlo, non ti resta che collegare la tua tv ad altoparlanti esterni. Ecco i consigli che puoi seguire per migliorare il suono.

Casse tv: wireless o no?

Puoi collegare la tv a semplici casse esterne amplificate da computer: soprattutto se di buona qualità sono una soluzione economica che permette di avere dei discreti risultati. Poiché molte TV supportano la tecnologia Bluetooth per permettere l’utilizzo con cuffie senza fili, si potrebbe anche collegare la TV ad un altoparlante Bluetooth, anche se in questo caso la resa sarebbe forse minore, non tanto per la qualità in sé, quanto perché, con un altoparlante solo, verrebbe meno il suono stereofonico. Questa soluzione può essere non di meno contemplata se la TV è carente soprattutto nei bassi mentre si possiede una cassa esterna bluetooth di buona qualità e capace di fornire bassi ricchi e potenti 

Impianto stereo in casa, come sfruttarlo

Se hai uno stereo vicino al televisore, puoi usare l'ingresso ausiliario di questi apparecchi per reindirizzare il suono. Gli stereo più vecchi hanno solo ingressi analogici, il che potrebbe costuire un problema per certe TV che non hanno più ingressi e uscite analogiche. Quelli più recenti, invece è probabile che abbiano anche un ingresso digitale ottico (spdif), che è presente sulla totalità delle TV moderne.

Barra surround e soundbase

Le soundbar se dotate di subwoofer conferiscono un buono spessore ai bassi e alle colonne sonore. La loro ridotta dimensione e il fatto che sono pensate per essere posizionate sotto la tv, però non garantiscono un effetto stereofonico ottimale. I modelli più economici, inoltre, hanno una resa abbastanza insoddisfacente.

Impianto home cinema

La soluzione migliore rimane un impianto home cinema dedicato anche se ciò significa investire più denaro e dover realizzare collegamenti più complessi con le varie casse acustiche soprattutto nei sistemi 5.1. Se desideri un effetto surround da sala cinematografica, i sistemi 2.1 e 3.1 sono totalmente inadeguati: avere due altoparlanti posteriori è l'unica soluzione davvero valida per un buon suono.

Cavo ottico per TV, come funziona

Molti televisori permettono di estrarre l'audio solo attraverso un'uscita digitale ottica. Nonostante con questa soluzione il suono arrivi fino alla destinazione finale inalterato e in qualità digitale, non si ha la possibilità di variare il volume con il solo telecomando del televisore, come invece si può fare con alcune soundbar e i sistemi home cinema. In questo caso, meglio usare l'uscita audio delle cuffie o quella analogica perchè il volume di solito è controllabile direttamente dalla televisione.

 

Scopri qual è il televisore migliore