Speciali

Aspirapolvere, scopa elettrica o robot?

30 aprile 2015
aspirapolvere

30 aprile 2015

Meglio un aspirapolvere, una scopa elettrica o un robot aspirapolvere? Il primo è un elettrodomestico più completo, il secondo più pratico e maneggevole, mentre il terzo fa giusto lavori leggeri che non bastano a tenere la casa pulita. Ti aiutiamo a trovare il prodotto più adatto alle tue esigenze.

Aspirapolvere con o senza etichetta energetica, scopa elettrica o robot: qual è il prodotto migliore per la nostra casa? Per fare la scelta giusta, puoi contare sui nostri test. Abbiamo messo alla prova 130 prodotti per aiutarti a scovare i migliori. Seleziona la tipologia che ti interessa:



Cosa valutare prima dell'acquisto?

Grazie al peso e alle dimensioni ridotte, la scopa elettrica è ottima per le pulizie da effettuare tutti i giorni. Per gli stessi motivi è molto adatta per case che hanno più piani. L’aspirapolvere, invece, grazie al gran numero di accessori di cui è dotata, può essere utilizzata per la pulizia di tutta la casa (oltre ai pavimenti, toglie lo sporco dai mobili e può servire anche per pulire cuscini e coperte). Se invece vuoi restare in poltrona mentre un oggetto ad hoc si muove per la stanza, aggirando mobili e cavi elettrici, per poi tornare alla base per ricaricarsi, allora i robot aspirapolvere potrebbero fare al caso tuo. Tuttavia costano davvero tanto rispetto a quello che fanno: solo lavori leggeri e neppure troppo bene. Non bastano a tenere la casa pulita, serve comunque un aspirapolvere classico per il grosso dello sporco.

Con etichetta energetica: cosa cambia

La normativa che prevede l'etichetta energetica anche sugli aspirapolveri è entrata in vigore a settembre. Ha apportato alcune modifiche:

  • Gli aspirapolvere non possono essere prodotti con una potenza superiore a 1600 Watt, limite che scenderà a 900 W nel settembre 2017,
  • Sono sette le classi energetiche, dalla A (la più efficiente) alla G (la meno efficiente),
  • C'è un limite sul consumo annuale di energia, meno di 62 kWh annui,
  • La capacità di aspirazione deve raggiungere minimo il 70 % sui tappeti e il 95% sui pavimenti duri (ad esempio, piastrelle, parquet, marmo).

Stampa Invia