News

Cessione del quinto della pensione

01 marzo 2010
pensione

01 marzo 2010

La cessione del quinto della pensione è un finanziamento "garantito", nel senso che le rate si ripagano con trattenute dirette sul cedolino della pensione, quindi banche e finanziarie sono più tutelate dal rischio di un mancato pagamento. Per questo dovrebbero offrire condizioni di favore e avere tassi d'interesse più bassi dei normali finanziamenti.

Cessione: meglio il prestito personale
C'è davvero molto da fare per rendere la cessione del quinto della pensione una valida alternativa al prestito personale. I tassi applicati sono eccessivi e non si può accettare che a fronte di 10.000 euro di prestito un pensionato si trovi a dover pagare, spesso in maniera non consapevole, più di 10.000 euro di spese per la maggior parte ingiustificabili. I costi di mediazione e di vendita sono esosi e in pratica risultano più alti tanto più è anziano il cliente. Se questo può avere senso per la polizza vita, non ne ha affatto per tutti gli altri costi (spese bancarie, di istruttoria).

Pensione: cessione del quinto poco trasparente
La trasparenza è tragicamente assente in moltissimi casi e la cessione del quinto non è quasi mai competitiva rispetto alla media dei prestiti personali. Fanno eccezione solo alcune banche che, grazie alle convenzioni stipulate con l'Inps, riescono a offrire Taeg (tasso annuo effettivo globale) interessanti, in alcuni casi più bassi dei Taeg dei prestiti, soprattutto per i pensionati più giovani.


Stampa Invia